GestoriCarburanti

Sabato, Jan 19th

Last update:03:32:26 PM GMT

Altro No di un Comune alla costruzione di un nuovo distributore

E-mail Stampa

sentenzaconsiglio-di-statoIl Consiglio di Stato ha dato ragione al Comune di San Salvo (Chieti) che aveva negato la richiesta di una società privata alla realizzazione di un nuovo distributore carburanti in un'area destinata ad usi diversi da quella della costruzione di un impianto per la distribuzione ed il commercio di carburanti. 

Il Comune di San Salvo ha vinto anche al Consiglio di Stato perché non venga aperto nessun nuovo impianto di distribuzione carburanti nella zona commerciale di Piana Sant’Angelo a San Salvo. Anche il Consiglio di Stato ha rigettato la richiesta di una società, al quale il Comune di San Salvo aveva rifiutato l’apertura di un nuovo distributore, che aveva fatto ricorso contro la sentenza del Tar Abruzzo.

Già in primo grado la giustizia amministrativa aveva fatto proprie le ragioni esposte dell’ente comunale motivate con il provvedimento del 30 luglio 2015 a firma del responsabile del procedimento del Servizio Urbanistica.

Il Comune di San Salvo aveva ritenuto non meritevole di convalida della richiesta di apertura di un nuovo impianto di distribuzione carburanti in quanto ricadente su un’area, seppur in attesa dell’approvazione di un nuovo strumento urbanistico, destinata a strada e parcheggio pubblico.

Per l’Amministrazione comunale “la decadenza del piano particolareggiato non rende la zona priva di destinazione urbanistica restando in vigore quella del PRG”.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie