GestoriCarburanti

Martedì, Jun 25th

Last update:08:32:00 AM GMT

Al lavoro un team di tecnici per analizzare i dati dell' e-fattura

E-mail Stampa

generale antonino maggioreLo afferma Antonino Maggiore, direttore Agenzia delle entrate, in una intervista rilasciata al Sole 24Ore. "Con la fattura elettronica la nuova mappa del rischio per il contrasto all'evasione". Nessun problema sulla rete: 8 milioni di documenti ricevuti e il 7,3% scartato.

Il generale della Guardia di Finanza, chiamato a dirigere la macchina amministrativa del Fisco, respinge così al mittente le critiche sui presunti disservizi nella prima settimana di avvio dell’obbligo della fatturazione elettronica tra privati.

"A chi crede che non sapremo utilizzare i milioni di dati che stiamo già ricevendo con la fatturazione elettronica dico che queste informazioni saranno alla base delle nuove analisi di rischio per il contrasto all’evasione. Con questi dati potremmo iniziare a lavorare da subito anche alla precompilata Iva. Che non sostituirà le comunicazioni di liquidazione e la dichiarazione annuale, ma offrirà un supporto per snellire e semplificare gli adempimenti dei contribuenti".

Maggiore non vuole perdere tempo e annuncia che "c’è già un tavolo tecnico al lavoro sui dati della fatturazione elettronica e su come utilizzarli per le analisi di rischio. Le informazioni saranno processate per arrivare a definire degli indici in grado di indirizzare i controlli in modo puntuale. Nessuna pesca a strascico, lo confermo".

"Siamo a oltre 8 milioni di documenti già trasmessi da più di 300mila operatori appartenenti a categorie diverse. Gli scarti sono del 7,3% e, come ribadito a più riprese, il partner tecnologico Sogei ha installato delle “sonde” che monitorano ogni 5-10 minuti i server e che non hanno rilevato alcuna anomalia."

"Chi non emetteva fattura per frodare il sistema non sarà, solo per questo, incentivato a farlo. Ma chi emetteva fatture false ora ci penserà bene prima di inviare un documento che sarà a disposizione dell’amministrazione finanziaria. Con il nuovo strumento si potranno intercettare situazioni anomale legate a comportamenti evasivi nei confronti dei quali si potrà agire in tempi molto più rapidi rispetto al passato mediante azioni mirate di controllo."

Commenti (4)
  • Alex

    In sostanza il nostro commercialista come direbbe qualcuno non serve più ad una beata minchia,
    se non a difenderci quando un pubblico impiegato decide di perseguitare una partita iva.
    Per esempio, quando un dipendente pubblico durante la sua 104 o la sua malattia riabilita il suo fisico lungo la statale utilizzando una bicicletta in fibra di carbonio da fare invidia alla maglia rosa più premiata dal valore inestimabile di 7/8000 Euro non accade nulla.
    Mentre se un Gestore dopo aver sopportato tutte le avversità climtiche, le offese, gli insulti e le calugne della giornata, torna a casa per rivedere la famiglia e per sfruttare quel minimo di calore più umano che dovuto al ambiente acquista una poltrona soofà con 168 comode rate per poter completare in santa pace le fatture che non è riuscito durante il giorno, con quei programmi gratuiti che tutti parlano.
    IRONIA A PARTE.
    Perché si parla di evasione e in questo gioco tanto miracoloso non rientrano medici e farmacie ???
    Il cittadino pur di curarsi andrà a rubare, quindi se le farmacie dovessero fare le fatture e lo stato rimborsare gli sgravi credo che a qualcuno non conviene, così come se era obbligatorio per le visite mediche dove i medici sono esonerati dal iva mentre il cittadino potrebbe portare in detrazione la visita medica il lume non vale la candela allora la multinazionale fattura fuori dai confini il piccolo artigiano ed il piccolo imprenditore o il piccolo commerciante lo dissanguiamo. grazie italia

  • Anonimo

    Gentile dott. Maggiore, mi auguro, e le auguro il miglior lavoro da parte dei suoi tecnici che dovranno verificare le anomalie, spero non imputabili ai colleghi Gestori che ben poco dovranno fare se non adeguarsi alla normativa introdotta.
    Allo stato non si ha l'obbligo di inserire la targa, i km. o quant'altro, ne il Gestore pare obbligato a chiedere informazioni che non dovrebbe se l'automezzo che ha effettuato il rifornimento è ad uso aziendale o meno.

    E' però obbligato a richiedere i dati per la compilazione anagrafica della fattura quando basterebbe la sola partita IVA per identificare il cliente, non si riesce a capire perché, proprio perché fase iniziale e "sperimentale" , la dinamica di emissione per poterla considerare "immediata" nei primi 10 gg. non scatti già da subito senza attendere il 1° di luglio, opportunità che darebbe tempo prezioso a chi dimostra poca dimestichezza all'uso di sistemi informatici. La e-fattura dovrebbe eliminare il cartaceo, magari……, i Gestori la cui maggioranza opterà per la differita, dovrà obbligatoriamente compilare una sorta di ricevuta in duplice copia (una da consegnare al cliente) che dovrà essere obbligatoriamente richiamata nella fattura di fine mese. Spero si ricerchi una soluzione meno complessa che non comporti intrigo all'errore.

  • pippo

    Quando uno stato Deve ricorrere a tali mezzi per permettere al contribuente di pagare le tasse ,manca la fiducia tra le parti
    Il contribuente è considerato un ladro ,lo stato un dracula ,mai sazio ,
    Uno stato che non ti da nulla e in cambio vuole tutto (sembra quasi una società petrolifera ) sembra essere in un film del medio evo
    Prima il Gestore era un esattore ,oggi diventa anche un controllore ,un finanziere un commercialista Naturalmente tutto GRATIS
    Vorrei dire al sig Maggiore che nel ns caso non servono tante analisi per capire dove si nasconda il NERO .4/5 MILIARDI !!!!! ci è arrivata una trasmissione come Report ,dovreste arrivarci anche voi aql limite vada a contare i tir che transitano dalla Slovenia in un giorno
    Per quanto riguarda il sommerso non fatturato ,continuerà ,anzi sta già crescendo glielo posso giurare. Molte partite iva sono state chiuse dal primo gennaio e in particolare i piccoli artigiani lavoreranno solo in nero

  • Massimo

    errore non aver disposto targa automezzo e km. Già chiedono di fatturare un prodotto per altro e fatturare carburante mezzi di moglie e figli. Dovevate far inserire i km dei mezzi, altrimenti non si avrà alcun risultato. E comunque il sistema fatturazione come attualmente è troppo oneroso per un PV. Non avete secondo me, capito la mole di lavoro per far tutto ciò. Speriamo in un ravvedimento per tutti.....

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie