GestoriCarburanti

Lunedì, Feb 24th

Last update:08:32:00 AM GMT

Nuova fase per l'obbligo di comunicazione prezzi dei carburanti ai fini della pubblicazione

E-mail Stampa

Dal 18 luglio è scattato  per i gestori l’obbligo di comunicazione dei prezzi dei carburanti per tutti gli impianti di carburanti (come previsto dal DM 17 gennaio 2013) situati lungo le strade statali senza distinzioni per tipologie di carburante o modalità di erogazione. Lo comunica il Ministero dello sviluppo economico.

Il sito internet per la registrazione è accessibile al link https://carburanti.mise.gov.it attraverso il quale anche i consumatori possono consultare i prezzi alla ricerca del rifornimento più conveniente o più comodo.

Sul sito pubblicano attualmente i loro prezzi oltre 4.200 impianti.

Si ricorda, inoltre, che in vista dell’ultima fase di decorrenza dell’obbligo di comunicazione, fissato per lunedì 16 settembre, i gestori degli impianti situati su tutte le altre tipologie di strade - ivi incluse quelle urbane - possono avviare sin d'ora la comunicazione dei prezzi su base volontaria in qualsiasi momento ovvero possono registrare in anticipo gli impianti sul sito, al fine di prendere dimestichezza con il sistema, e attendere la data prevista per avviare la comunicazione dei prezzi.

Commenti (17)
  • mssimo ip  - prezzi?

    comunicare prima? ma nemmeno per sogno...... voglio passare le ferie in pace....

  • mario api ip

    per chi ci va in ferie , quindi dal prossimo hanno chi va in ferie dovrebbe comunicare al ministero che chiude per ferie ?

  • PIPPO

    ALTRA ROTTURA DI COGLIONI !!!! PERCHE NON COMUNICHIAMO ANCHE QUANTO SI PRENDE AL LITRO ,COMMISSIONI BANCARIE ,SPESE POS ,SP RIFIUTI SPECIALI ,DIVISE,QUANDO ANDIAMO AL BAGNO ,E LO PUBBLICANO ?QUELLA DI PUBBLICARE I PREZZI E NON DI CALARE IL COSTO CARBURANTI E LA SOLUZIONE PER FAR RISPARMIO ? VI IMMAGINATE MILIONI DI POVERI ( e stupidi )CLIENTI CHE AL MATTINO VANNO IN INTERNET PER FAR BENZINA .PER L ENNESIMA VOLTA ....MA ANDATE A CA........RE AL CUBO !!!!!!!

  • stefano

    W I SINDACATI e le rotture di palle che ci fanno avere senza nessun limite nè ritegno....PRETENDO E RIPETO PRETENDO che vengano comunicati anche tutti i prezzi di bar, pizzerie, ristoranti, hotel, market, ipermarket ecc.. perchè prima di uscir di casa voglio sapere dove andare a far la spesa, cosa acquistare e dove acquistare, dove dormire ecc.....Fottuta categoria del menga che siamo che accettiamo di pigliar più piselli nello stesso buco senza muover un dito.....Banda di piteci che vivon a pitacolandia.....namo avanti così che namo bene....asini

  • enzo

    ANDREBBE COMUNICATO ANCHE IL PREZZO DI ACQUISTO e si scoprirebbero tutti gli altari

  • Otto Q

    Finalmente un intervento breve ma utile. Comunicare i prezzi di acquisto, se fosse possibile, farebbe emergere i margini reali per ogni segmanto di vendita. Nel caso di Q8 tutti saprebbero che i Gestori, durante gli orari e i giorni di chiusura, lavorano in pesantissima perdita.

  • Gigi x Otto Q

    8)

    Non capisco, ne te ne tantissimi altri (compreso i sindacati)

    Vi siete fatti abbindolare dai discorsi e adesso vi lamentate?

    Andiamo nel pratico:
    se un tipo si volesse inculare un altro/a (non con la forza) cosa farebbe?
    r. cercherebbe di argomentare, cercherebbe di convincere l'altro che in fondo fa male solo all'inizio, che con la vasellina addirittura non si sente niente e che in fondo si potrebbe anche provare piacere.

    - Le compagnie inculano e i Gestori sono inculati.

    - NON DOVEVATE FIRMARE!

  • Otto Q

    Caro Gigi, non sono abituato a girare con il coltello tra i denti. Certo, a volte è indispensabile doverlo usare ma continuo a preferigli il libro. Ho fatto sindacato in prima linea per anni, sono arrivato anche a ricoprire ruoli di vertice anche grazie alla mia inclinazione alla posizione eretta, la stessa grazie alla quale sono stato estromesso. La debolezza del sindacato è tanto più grande quanto più la base si comporta male.Così facendo, nel tempo, il sindacato è diventato un soggetto autoreferenziale e di scarso peso politico. Questo comportamento ci ha reso deboli e ci ha costretti a dover affrontare le nostre problematiche in splendida solitudine. Il risultato è quello che tu ed io evidenziamo, seppure in diversa maniera. In cosa ci differenziamo? Forse nell'approccio alla ricerca della soluzione: io continuo ancora a pensare che dobbiamo cercare il consenso dell'opinione pubblica attraverso forme di informazione leggibili e condivisibili. Senza strepiti e soprattutto senza mostrarci rissosi al nostro interno. Ho scelto di non fare interruzioni per il pranzo e di aprire quattro ore il sabato sera e altrettante la domenica mattina con il risultato di avere spostato volumi dall'area rossa a quella nera. In pratica siamo tornati a guadagnare dal nostro lavoro e a incrociare sempre più persone che hanno piacere di trovarci aperti. Che sia questa la strada? Buona domenica.

  • Gigi

    8)

    Otto Q,

    io libri, per essere benzinaio, ne ho letti anche troppi.

    Per battersi con questi ladri non occorrono libri....rischieremmo di utilizzarli per pulirci il c**o - per battersi contro questi porci ci vuole il vecchio elenco del telefono (doppio con pagine gialle).....ma dato forte-forte nella testa.

    Basterebbe unirsi TUTTI e battersi per il ritorno al prezzo amministrato (come i tabacchi).

    Avremmo in un colpo solo risolto tutti i problemi.

    Ti faccio un esempio che NESSUNO ha mai menzionato;

    - carburanti serviti e carburanti fai da te: differenza di prezzo enorme, anche il 500 % di differenza con il margine del Gestore (impossibile per chiunque non sentire puzza d'imbroglio) -

    - tabacchi serviti e tabacchi fai da te (distributori 24H): PREZZO IDENTICO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    CAPITO SINDACALISTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Otto Q

    Continuo a sostenere che la pensiamo allo stesso modo. L'esempio dei tabacchi lo,ho fatto più volte. Ci divide il metodo e l'unità non la si ottiene lanciando strali da dietro un desktop. La pensiamo uguale anche sui vertici sindacali. Guarda gli eletti FIGISC e noterai la totale assenza di ricambio. Ma anche noi cambiamo metodo.

  • Salvatore Q8  - re:
    PIPPO ha scritto:
    ALTRA ROTTURA DI COGLIONI !!!! PERCHE NON COMUNICHIAMO ANCHE QUANTO SI PRENDE AL LITRO ,COMMISSIONI BANCARIE ,SPESE POS ,SP RIFIUTI SPECIALI ,DIVISE,QUANDO ANDIAMO AL BAGNO ,E LO PUBBLICANO ?QUELLA DI PUBBLICARE I PREZZI E NON DI CALARE IL COSTO CARBURANTI E LA SOLUZIONE PER FAR RISPARMIO ? VI IMMAGINATE MILIONI DI POVERI ( e stupidi )CLIENTI CHE AL MATTINO VANNO IN INTERNET PER FAR BENZINA .PER L ENNESIMA VOLTA ....MA ANDATE A CA........RE AL CUBO !!!!!!!

    hai ragione perchè non comunicargli le spese ed ii ricavi in modo che la gente si rende conto.... Ieri una signora vendendo la benzina così cara era convinta che la rincaravo io e che io e che guadagnavo chissà quanto ma dicendogli il mio guadagno lei non ci credeva.... Ora dico io ma perchè non pensano ad aumentare i margini ed a scalare il prezzo del carburante togliendo qualche accisa invece di darci ulteriori rompimenti di coglioni?? e noi perchè non facciamo nulla? dobbiamo veramente morire senza neanche lottare? chissà

  • Gestore ip

    questa e' senza dubbio una stronzata pazzesca, per il mio impianto
    l'obbligo e' partito il 18 giugno, ho inserito regolarmente i prezzi e se
    vado alla ricerca degli impianti nella mia provincia non compaio
    nemmeno!!!. allora a cosa serve inserire i prezzi!!!

  • Max

    io ho il gpl e ho iniziato gia' da parecchio..ho provato a tardare di un giorno l'inserimento ed ecco che subito nella posta certificata ho trovato la lettera che definirei minatoria del ministero che mi ricordava l'obbligo d'inserimento ...altrimenti scattano le sanzioni..sanzioni che ancora non si capisce a quanto ammontino..
    ho chiesto come si procede nel periodo feriale ma ancora non ho avuto risposta..
    anch'io mi domando a cosa serva tutto questo..c'era gia' un sito del genere che funzionava benissimo e per lo piu' gratuito e senza obblighi...qui tra posta certificata,connessione internet,iscrione al sito,inserimento impianto e prezzi ti partono le ore senza che nessuno ti riconosca nulla...e tutto questo per cosa o per chi?per 4 scemi che al mattino si devono collegare e magari farsi 20 km in piu' perche' in quel distributore costa 2 millesimo in meno?
    piu' che di sviluppo io parlerei di sottosviluppo economico..

  • ipstation

    e il bello è che i millesimi dal sito non si vedono nemmeno!! il sistema aggiorna il prezzo per eccesso e con soli 2 decimali !! se per esempio registri la benzina a 1.721 il sistema (e quindi chi lo consulta) vedrà un bel 1.73 !!

  • Feddy

    Rispondo a Pippo, Salvatore, Stefano ed altri amici: Propongo di esporre in calce, come ho fatto svariate volte, la fattura di acquisto del carburante tanto da far notare che comunque non è il Gestore a tenere i prezzi alti! Però questo non serve ai clienti consumatori: Si va' dove il prezzo è inferiore, anche se è carente di qualche N° ottano... "tanto la macchina cammina lo stesso!" Alla fine, comunque, ti verrà sempre detto:" Se ti sta' bene resta, se non ti sta' bene lascia!" HO LASCIATO! Preferisco stare fermo che essere denominato ladro e rimetterci (fra i quali anche il rischio).

  • stefano

    E la cosa più bella scoperta oggi, oltre al fatto già menzionato da ipstation riguardo alla mancanza dei millesimi, è il fatto che se metti i prezzi da chiuso, che nel mio caso cambiano e non di poco, anche quelli non si vedon nemmeno....quindi alla fine al cittadino a che caxxo serve sto servizio???? ad ingrassare qualche società di software che si inventerà qualche applicazione per iphone da vender ai boccaloni che vivon a pitacolandia e basta, nulla più....mamma mia se siamo messi male e noi zitti e mosca grazie anche ai sindacati che "lottano" per noi con proposte sbagliate, senza senso e che nulla hanno a che vedere con un miglioramento delle nostre condizioni....arriveranno tante notti del diavolo come nel film Il Corvo appena aumenteranno gli impianti chiusi e gente senza lavoro che non saprà come sfamare i propri cari....questo è certo....

  • korgul  - x stefano

    c***o Stefano, le notti del diavolo...fuoco e fiamme,fuoco e fiamme ...c'è l'imbarazzo della scelta su cosa/chi bruciare prima

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie