GestoriCarburanti

Giovedì, Feb 20th

Last update:08:32:00 AM GMT

I Gestori chiedono a De Vincenti incontro per la verifica degli impegni

E-mail Stampa

Riportiamo, di seguito, la comunicazione congiunta con la quale le Organizzazioni di categoria dei gestori Faib, Fegica e Figisc, sollecitano al Sottosegretario De Vincenti la convocazione di un tavolo petrolifero per la verifica ministeriale cosi come previsto nel Verbale di incontro sottoscritto il 27 luglio scorso il quale prevedeva la data del 15 settembre come termine fissato "per verificare lo stato di avanzamento delle intese di cui al presente verbale e delle trattative sugli accordi di colore".

Egregio Professore,

con la piena  ripresa delle attività giungono a scadenza i primi impegni che ci eravamo scambiati nel corso del confronto relativo alla vertenza  sullo stato di crisi della distribuzione carburanti che ci aveva indotti a dichiarare lo  sciopero generale dei gestori carburanti per il 4 e 5 agosto us.

La sua apprezzata opera di attenta mediazione istituzionale convinse Faib, Fegica e Figisc/Anisa a sospendere lo sciopero della categoria nell’ambito della sottoscrizione del “Verbale degli incontri tra il Ministero dello Sviluppo Economico e le organizzazioni di categoria dei gestori degli impianti di distribuzione carburanti e le associazioni di settore, Unione Petrolifera, Assopetroli, Grandi reti.”

Nel documento,  firmato da tutta la rappresentanza della filiera riunita, vengono richiamati principi essenziali quali il rispetto dell’intangibilità del margine di gestori, così come pattuito in sede dei singoli contratti di colore; la necessità di assicurare, all’interno dello stesso marchio, al gestore condizioni eque e non discriminatorie per competere nel mercato di riferimento; l’invito alla riapertura dei tavoli per le trattative sugli accordi di colore aziendali tra le Organizzazioni di categoria e le singole Compagnie petrolifere di cui alla legge  57/2001 sia per la rete autostrade che per la rete ordinaria.

Il verbale  dettaglia inoltre specifiche conclusioni in ordine alla questione Autostrade, a proposito della quale rimanda ad un apposito protocollo da concludere a breve, ma ancora in attesa di definizione, e in riferimento alle carte di pagamento, questione  alla cui soluzione ancora non si è pervenuti.

Nonostante il Suo apprezzato impegno, constatiamo - avendo incontrato già un certo numero di Aziende (Eni, Esso, TotalErg, Kupit, Tamoil)  - che il verbale del 27 luglio viene accolto con diffidenza da parte delle compagnie petrolifere. Tale atteggiamento di chiusura, ovviamente, pone ulteriori e seri problemi alla nostra Categoria che, invece, responsabilmente, aveva aderito all'invito a sospendere le agitazioni d’agosto, confidando in una positiva evoluzione della vertenza: purtroppo non si è andati in tale direzione e, anzi, la situazione è da considerarsi in progressivo  peggioramento.Sull’insieme delle argomentazioni richiamate,  - con particolare riferimento alla normativa contenuta nel D.Lgs.32/98 ed alle Leggi 57/01 e 27/2012 - oltre che sulla tipizzazione delle nuove formule contrattuali e sugli altri temi di interesse del verbale, il Ministero dello sviluppo economico si è impegnato a convocare entro il 15 settembre le parti per verificare lo stato di avanzamento delle intese di cui al verbale e delle trattative sugli accordi di colore.

Facendo, dunque, seguito agli impegni richiamati siamo a chiederLe di convocare al più presto le parti firmatarie del “Verbale” per verificare lo stato dei lavori avviati con la firma del documento ministeriale.

Commenti (5)
  • Alex

    Fra nobili signori, questo è l'attegiamento giusto da adottare, il problema è che non abbiamo a che fare con nobili signori.
    La mafia perchè, estorce, ricatta, contrabanda, minaccia.

  • Anonimo

    Volevo solo ricordare che il 27 luglio lo sciopero, è stato sospeso, non annullato, se non si ottiene l'incontro con le buone, riprendiamo il discorso sospeso. "visto che è l'unico linguaggio che capiscono"!!! Ricordo ancora sull'ultimo decreto in un articolo, non ricordo se è il 17 o qualcun'altro, comunque ce sritto: che l'attività del Gestore deve essere ecuamente retribuita, quello che non è tutt'ora,( Proposta indecente) NON si può chiedere ad esempio, un minimo garantito dallo stato, Tipo il costo di un dipendente per miglione di litri INTOCCABILI è di là cominciare le trattative per singola società petrolifera? è non trattare come gli accordi scaduti, dopo 20 sedute per 3 millesimi, i millesimi devono essere sostituiti dai centesimi, anche perche quando chiedono un contributo al Gestore per qualsiasi cosa lo chiedono in centesimi non in millesimi. Quando danno danno in millesimi, quando prendono, quell'unità di misura non la conoscono perche prendono in centesimi. Ci sarebbero altre cose da dire, non mi dilungo. SALUTI

  • violone

    se i nostri sindacalisti non riescono ha parlare con le societa petrolifere si devono fare da parte che noi li sostitiamo con altri se ce da pagare degli avvocati con le palle i soldi ci sono paghiamo in tanti le tessere
    e non venite a parlarci del tegamino sull impianto di 20 anni fa i problemi da risolvere sono adesso...................
    squeri di vincenzo e landi fate un passo indietro o unitevi e tirate fuori le palle i Gestori penso proprio che siano pronti alla battaglia tutti soffrono la situazione attuale .
    chiediamo tutti lo stesso margine nessun comitato di colore tutti uniti siamo piu forti ..........total eni erg esso sono divisioni inutii benzinai e la nostra categoria di appartenenza

  • eni  - percentuale

    sbagliato. parlare di millesimi o centesimi .
    il mondo funziona su percentuale.
    tabacco 10 %
    giochi 8% ( LOTTO GRATTA E VINCI SUPER ENALOTTO)
    carburante 6%.
    DISCORSO CHIUSO SENZA TRATTATIVA O COSI O SI BLOCCANO I DEPOSITI,SE INVECE VOGLIAMO FARE LA CATEGORIA CHE SI PREOCCUPA DI TUTTI PERCHE E FATTA DA GENTE RESPONSABILE(ma sta fallendo)allora prendiamoci sti 3 millesimi e zitti.

  • max ip

    :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? :? compagnie petrolifere politici & soci andate a cagare anke oggi !!! se con le parole non si ottiene nulla allora la storia ci insegna!!!!!!!!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie