GestoriCarburanti

Domenica, Dec 08th

Last update:08:32:00 AM GMT

Manifestazione contro eni: appello di Gisc alle tre federazioni nazionali

E-mail Stampa

Con una lettera aperta, il coordinatore della Gisc Veneto Moreno Parin, lancia un invito alle tre associazioni di categoria Faib, Fegica e Figisc per partecipare alle iniziative di protesta contro la compagnia e alla manifestazione del 13 giugno a Milano.

  Di seguito pubblichiamo integralmente la lettera aperta.

Oggetto: iniziative di protesta contro Eni, invito alla manifestazione del 13 giugno
Egregi colleghi
Come ben sapete la nostra organizzazione da tempo sta attuando delle iniziative di protesta nei confronti di Eni, le motivazioni alla base delle proteste derivano dall’assenza, da parte di Eni, di concrete politiche commerciali volte alla salvaguardia delle gestioni e del loro reddito in un contesto economico gravemente compromesso da un mercato petrolifero sempre più concorrenziale.
Credo possiamo essere tutti d’accordo sul fatto che Eni non stia per niente attuando una politica commerciale che possa realmente contrastare la concorrenza degli altri operatori e nel contempo garantire un minimo di redditività alle gestioni. Esempio ne sia l’iniziativa “iperself h24” la quale darà il colpo di grazia ai già disastrati bilanci dei gestori, anche se altrettanto si potrebbe dire per quei gestori che non hanno accettato il ricatto di h24 e che di fatto si ritroveranno fuori mercato, dati i prezzi cui saranno costretti a vendere al pubblico.

Non mancano certamente altri validi motivi derivanti da altre iniziative di politica commerciale di Eni, una per tutte la nuova you&eni, oppure derivanti da meccanismi contabili che rendono necessario il ricorso alla sfera magica per capirne i contenuti.
Non voglio entrare nel merito delle attuali divisioni tra di Voi, però sono sicuro che l’attuale situazione presumerebbe una unità di intenti quantomeno sui punti nei quali si è tutti d’accordo, ovvero varrebbe la pena di accantonare le questioni che ci dividono per concentrarci invece su ciò che ci dovrebbe unire: il RUOLO SINDACALE finalizzato al benessere dei nostri associati.

Per quanto sopra esposto sono ad invitarvi di valutare l’opportunità di partecipare attivamente alla manifestazione che faremo davanti alla sede Eni dell’area Nord Ovest il prossimo 13 giugno. Sono convinto che, al di là dei promotori, sarebbe una imperdibile opportunità di dimostrare ad Eni, ma anche e soprattutto ai gestori, che il sindacato c’è e mantiene inalterata la capacità di confronto, o di scontro quando serve, con le compagnie petrolifere.

Manifestare insieme potrebbe essere anche il rinnovato inizio di un percorso avente come obiettivo una ritrovata unità sindacale indispensabile alla gestione delle novità introdotte dal recente decreto liberalizzazioni ma anche dallo stesso mercato italiano, di sicuro impatto nei confronti di quel mondo petrolifero che sempre più cerca l’eliminazione del gestore nonché nei confronti delle dinamiche preliminari alla sottoscrizione degli accordi nazionali.

Certo dell’attenzione che vorrete dare a questo mio invito rimango in fiduciosa attesa di un vostro segnale di attenzione.
Un caro saluto

Gisc_Veneto - il coordinatore Moreno Parin

Commenti (2)
  • di un altro sindacato

    Totalmente condivisibile ogni virgola , anche se non inscritto alla gisc.
    Il messaggio è chiaramente indirizzato a Faib/Fegica , Figisc/Anisa e ai loro iscritti. Vale la pena rimarcare che una battaglia giusta è una battaglia per tutti , iscritti e non iscritti. In questo caso non si possono accampare scuse e defilarsi adducendo dichiarazioni del tipo :

    " benchè giusti gli obiettivi , la nostra strategia generale votata dalla base non ci permette di condividere in questa fase strategie diverse da quanto la nostra visione globale ci impone di fare nel rispetto dell' autonomia di decisione propria della nostra federazione e nel rispetto dei contatti al momento in essere con le controparti....." .

    Capito il messaggio?
    Coerenza e lealtà delle Federazioni impongono un confronto , un segno di solidarietà e di condivisione su temi da tutti sentiti , anche se espressi da una realtà sindacale regionale. Credo che è un sentito condiviso dalle varie Basi sindacali la ricerca qualche convergenza unitaria per ridare vigore alla lotta sindacale in genarale.
    Conto di partecipare alla manifestazione del 13 giugno , e rimango in attesa di leggere da queste pagine le varie risposte all'appello di unitarietà lanciato da Gisc. E volendo essere provocatorio, vorrei leggere le risposte per vedere come razzolano i predicatori.

  • Gestore

    io ci sarò e spero ci sia tutto il nord visto che è a milano

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie