GestoriCarburanti

Giovedì, Dec 12th

Last update:08:32:00 AM GMT

Faib e Fegica danno il via alla campagna di sensibilizzazione sulla gratuità della moneta elettronica

E-mail Stampa

Parte oggi una campagna di sensibilizzazione sulla gratuità delle commissioni della moneta elettronica promossa dal Coordinamento Unitario Faib-Fegica rivolta a tutti i gestori della rete ordinaria e autostradale. Tale iniziativa è indirizzata al coinvolgimento di tutti i clienti che pagano con moneta elettronica  composta da una locandina da esporre in tutte le stazioni di servizio in prossimità degli accettatori e delle casse e un volantino da divulgare a tutti i clienti che pagano con carte di credito.

Ricordiamo che la gratuità, per Gestore e automobilista delle transazioni inferiori a 100 euro in moneta elettronica nel circuito della distribuzione dei carburanti, era entrata in vigore dal 1°gennaio 2012 con l'approvazione della legge di stabilità 2012 anche a seguito della vertenza sindacale che aveva visto le associazioni di categoria proclamare uno sciopero poi rientrato grazie all'ottenimento del bonus fiscale diventato strutturale e della norma che, per ragioni di sicurezza, dava la gratuità per l'utilizzo della moneta elettronica.

Nemmeno il tempo utile da concedere ad alcuni istituti bancari o società specializzate nella gestione dei pagamenti con moneta elettronica come Setefi di imbustare le lettere che venivano inviate ai Gestori per informarli dell'ìinterruzione del servizio o dello spostamento dalla commissione da percentuale a commissione in base al numero di transazioni che l'articolo 12 comma 10 del decreto-legge 201/2011 “salva Italia” del Governo Monti rendeva nullo  il provvedimento sulla gratuità delle commissioni.

Si invitano pertanto tutti i Gestori a scaricare ed esporre le locandine che di seguito alleghiamo.

Volantino 1

Volantino 2

Commenti (21)
  • Anonimo  - x aderenti agli sconti

    Sinceramente non so' a che cosa possa essere utile la seconda locandina se i cari Gestori eni si sono fatti inchiappettare aderendo a tutti gli sconti (vedi -8 -10) solo per poter togliere qualche cliente al vicino e senza nemmeno sapere quello che ci guadagnasse, pultroppo questa fattispecie di Gestori non meritano assolutamente nulla hanno rovinato solo il mercato.

  • Redazione

    Stiamo ripristinando il volantino 2.
    Grazie per la seganalazione.

  • ANONIMO

    META DI NOI SARA FALLITA PER IL 14 LUGLIO

  • fw14  - una durissimacampagna di sensibilizazione

    Eadesso vedremo!!!

    Una durissima e feroce campagna di sensibilizazione !!
    molto bene!!

    :grin :grin :grin :grin :grin :grin :grin :grin :grin :grin :grin :grin :grin

  • Anonimo

    Ma com'è che in sto forum se un iniziativa la prende figisc è una cavolata??? Se la prende invece il coordinamento unitario è una trovata straordinaria, ma secondo loro non erano solo briciole???? Per il coordinamento Bisogna andare avanti con sto libera la benzina che è una cavolata pazzesca, irrealizabile e che porterebbe solamente a distruggere definitivamente la categoria.

    Secondo me sarebbe ora che le tre sigle sindacali si riunissero tutte insieme e puntassero:
    1) Rimanere con il classicco 6+6 in comodato
    2) Alzare i margini almeno di 0.02 litro
    3) Eliminazione dei canoni e commissioni pos

    Ed allora finalmente forse la categoria sarebbe ancora salva per qualche anno

  • Redazione

    Solo per precisare che questo non è un forum, ma un sito web con annesso forum. L'articolo informa dell'iniziativa. Ci siamo solo limitati a raccontarla.

  • Anonimo

    No mi riferivo ovviamente alla redazione che espone gli articoli in ugual modo per tutte e tre le sigle ma mi riferivo agli utenti che frequentano il sito, chiedo scusa se ho utilizato un termine errato.

  • freschello

    amici anonimati a che serve alzare di 2 cent il margine
    quando l'erogato scende e i prezzi sono fuori mercato.
    servono prezzi competitivi
    ma vi chiedete perche il pompista bianco non vuole
    che freschello venda allo stesso prezzo?
    sa benissimo che è un perdente
    perche non abbassare i prezzi in tutta la rete e la giochiamo
    sulla professionalita?
    a che serve fare corsi di infortunistica, antincendio e altro
    quando vogliono fare ghost
    e nel cartello del respomsabile quando salta tutto
    che nome scriviamo.
    devita?
    e ai miei compari che anonimo vuole darle 2 centesimi
    e loro se ne mangiano 3 per sconti campagne e gadget vari
    che gli diciamo
    ma braviiii!!!

  • un collega stufo

    a mali estremi, ESTREMI RIMEDI !!!!
    mi si può spiegare SENSATAMENTE e non con il solo " è la modernità " , per quale motivo non si torna tutti allo STESSO PREZZO UNICO UGUALE PER TUTTI e non viene assegnato ai Gestori un margine in PERCENTUALE sul prezzo come accade per i tabaccai ?!?!?

  • Cristian

    Nemmeno più in Russia c'è il prezzo imposto dallo stato.

  • un collega stufo

    e allora ?
    ripeto , mi serve una spiegazione SENSATA, LOGICA E INECCEPIBILE !!!

  • Cristian

    la risposta è :
    libero mercato

  • un collega stufo

    il libero mercato ?!?

    di chi ?
    a favore di chi ?
    a svantaggio di chi ?

    quali sarebbero dovuti essere i vantaggi del libero mercato nei carburanti ?

    visto che il risultato mi sembra fallimentare, direi che forse questo fantomatico libero mercato nei carburanti ( UN BENE ESSENZIALE ) non funziona !!!

    quindi ?

  • Anonimo  - A Faib e Fegica (coordinamento nazionale)

    Quando Figisc a firmato con l'allora ministro Romani,avete gridato allo scandalo perchè tutto ciò che viene fatto da Figisc a prescindere è sempre sbagliato,ed adesso fate i volantini ed azioni a favore di una cosa che aveva ottenuto Figisc.
    Ragionate bene se siete delle federazioni serie.
    Cercate tutti insieme di LAVORARE per i Gestori,l'unione fà la forza,trovate qualche soluzione.

  • Cristian  - re:
    un collega stufo ha scritto:
    il libero mercato ?!?

    di chi ? ... Non certo di chi ha sottoscritto un contratto di comodato
    a favore di chi ? ... di tutti gli altri
    a svantaggio di chi ? .... di chi non ha sottoscritto un contratto di comodato con le società petrolifere

    quali sarebbero dovuti essere i vantaggi del libero mercato nei carburanti ? ... non puoi prevedere cosa sarebbe oggi la rete e i suoi prezzi se solo unicamente lo stato può muovere le leve dei prezzi.

    visto che il risultato mi sembra fallimentare, direi che forse questo fantomatico libero mercato nei carburanti ( UN BENE ESSENZIALE ) non funziona !!! .... questo è un tuo punto di vista che rispetto ma non condivido.

    quindi ? ... E' da un po' di tempo che penso che per fare impresa liberamente non debbano essere posti vincoli come il contratto di comodato sottoscritto da parte dei Gestori.
    Purtroppo capisco la vostra rabbia che vi vede in questo momento stritolati nella morsa delle compagnie ma credo che siano i tabacchi l'anomalia del mercato non tutti gli altri prodotti.
  • Moreno Parin  - diamo i numeri?

    Liberissimi di fare tutte le proteste che vogliono, ma che almeno diano i numeri giusti, intanto il cliente non paga nessuna commissione alla sua banca nell'utilizzo del bancomat, almeno non nel singolo pagamento, poi molte banche non applicano la commissione per i pagamenti con le carte di credito, e per finire è pur vero che cartaSì e compari le applicano ma sparare 80 euro di risparmio annuo è un tantino fuorviante, non fosse altro che corrispondono a 104 rifornimenti all'anno, giusto due alla settimana, quanti sono i clienti che rientrano in questa casistica? intatto solo quelli che usano le carte di credito, e non tutti. Abbiamo copiato dalle associazioni dei consumatori che la sparano grande per fare fumo?

  • Cristian  - re: re:
    Cristian ha scritto:
    un collega stufo ha scritto:
    il libero mercato ?!?

    ERRATA CORRIGE

    a svantaggio di chi ? .... di chi ha sottoscritto un contratto di comodato con le società petrolifere

  • totalerg1

    libero mercato per chi ha l'impianto di proprietà. Per tutti gli altri,compreso il sottoscritto, se si ha un' impianto con altre attività collaterali, conviene oramai lasciare la parte carburanti alla compagnia diventanto un sorvegliante con un fisso annuo e andare avanti con le altre attività

  • mp

    mi sa che hai ragione.... è l'unica soluzione

  • santol

    Io lunedì vado a parlare e riconsegno l'impianto...ne ho le palle piene delle chiacchere...

  • Giancarlo TV  - X Santol

    Hai ragione Santol quando uno scrive ho parla senza cognizione di causa, ossia scrive perchè dotato di dita alle mani, parla perchè dotato di lingua, senza accertarsi di aver conesso la testa, ossia cervello.

    Dico questo perchè dipende dal tipo di contratto sottoscritto in banca dal cliente se paga oppure no pure lui le commissioni, SOPPRATUTTO IN BASE ALL' ONESTA' DEL SIGNORE CHE GLI FA FIRMARE IL CONTRATTO.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie