GestoriCarburanti

Domenica, Jan 26th

Last update:08:32:00 AM GMT

Figisc/Anisa: mancata gratuità carte di pagamento, una commedia che dura da un anno in barba alla legge, ora basta !

E-mail Stampa

"La gratuità delle carte di pagamento per il rifornimento di carburanti sino ad un importo inferiore ai 100 euro è da un anno legge dello Stato, e da un anno il sistema bancario ed i gestori della moneta elettronica stanno eludendo tale norma, imponendo agli esercenti del settore oneri indiretti progressivamente crescenti – proprio in questi giorni è in atto una azione diffusa di pesante aggravio delle condizioni di pagamento del servizio -: una commedia infinita, in cui il benzinaio è ogni volta minacciato di interruzione del servizio se non si piega all’ennesima richiesta di aumento."

 A denunciare tale insostenibile situazione è Luca Squeri, Presidente Nazionale della Figisc, la federazione che associa i gestori degli impianti di distribuzione carburanti di Confcommercio, che aggiunge: "Nonostante diversi tentativi di confronto e mediazione tra le parti, non si è ancora risolto nulla, né il Governo ha finora saputo trovare il tempo ed il modo di far rispettare una legge che riguarda circa il 30 % delle transazioni per acquisti di carburante che ogni giorno si effettuano nel Paese, con volumi economici nell’ordine di poco meno di 20 miliardi di euro/anno".

 E Stefano Cantarelli, Presidente Nazionale di Anisa Confcommercio, la federazione dei gestori delle aree di servizio autostradali, nel sottolineare che "la Categoria non intende continuare a farsi taglieggiare ed a sopportare ulteriori costi in una situazione in cui già sono gravissime le difficoltà dei Gestori e migliaia le loro piccole imprese a rischio di default", annuncia imminenti iniziative di protesta: "Unitariamente alle altre federazioni stiamo preparando un programma di mobilitazione generale che, nell’ambito di una piattaforma complessiva di rivendicazioni, prevede anche azioni specificamente mirate sulla gratuità delle carte di pagamento per Consumatori e Gestori, che si concretizzeranno – ove non vi siano immediate risposte del Governo e del sistema bancario – nell’astensione dall’accettazione della moneta elettronica e delle carte di pagamento private ed aziendali sia sulla rete ordinaria che su quella sutostradale. Dopo un anno trascorso inutilmente ad attendere soluzioni mai intervenute, non ci resta, infatti, pur consapevoli del disagio che si dovrà arrecare, che dover ricorrerea forti azioni di sensibilizzazione e protesta."

Commenti (18)
  • massimo  - BUONGIORNO

    :upset Perchè vi svegliate solo ora e invece quando ci hanno mandato le raccomandate per l'interruzione del servizio ci avete detto di firmare i nuovi accordi :? ?adesso dopo un anno cosa volete risolvere? :upset

  • gest.eni

    Queste iniziative prese con molto ritardo inducono molti associati a parlare e pensare male delle associazioni di categoria.Qualcuno ha detto che pensare male è peccato,ma molto spesso ci si azzecca.Speriamo che questo non sia il nostro caso.
    Fegica e Faib che pensano?

    Commissioni carte credito e petrolifere,il contratto è scaduto,le petrolifere vogliono trattare direttamente con il Gestore per farlo morire più in fretta,H24 e iperself con parte dl margine del Gestore,non vogliono pagare più i cali ect.
    Hanno diffidato le petrolifere che nonostante ciò vanno avanti con le loro politiche omicide facendo delle pernacchie.
    BASTA raccontare i nostri guai presenti e futuri,li conosciamo tutti.
    A CHE SERVE TEMPOREGGIARE?

    E'TEMPO DI AGIRE!!!!!!!!!!!!

    Figisc,Faib e Fegica cosa aspettate a lanciare un appello alla partecipazione alla manifestazione del 4/12 aRoma?

    Fateci capire come la pensate e cosa avete intenzione di fare.


  • kazunori

    Aspetta e spera :zzz :zzz :zzz e chi vive sperando.................

  • emi

    io è da 6 mesi che ogni volta ke arriva il postino non accetto la raccomandata.......ed il servizio non viene interrotto anche perchè credo non possano sospendermi il servizio senza rischiare la richiesta di danni da parte mia

  • Anonimo

    Ma allora évero quello che dicono che siamo dei benzinari o benzivendoli per mettere al muro le banche basta non accettare pagamenti con carte !!!! saranno gli stessi clienti a protestare o in alternativa fatevi pagare la commissione (basta registrare l importo della maggiorazione sul reg corrispettivi )cari sindacati siete diventati peggio dei burocrati per sapere o avere notizie ci vogliono anni vergogna

  • massimo  - re:
    emi ha scritto:
    io è da 6 mesi che ogni volta ke arriva il postino non accetto la raccomandata.......ed il servizio non viene interrotto

    E quando vai a versare in filiale non ti hanno circondato?

  • Lorenzo  - il governo fa le pentole e non i coperchi

    Il comma 7 dell'art. 34 del DL 138 del 12.11.11 (legge stabilità 2011 del Governo Berlusconi, l'ultima) recita:
    ". A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente
    legge, le transazioni regolate con carte di pagamento presso gli
    impianti di distribuzione di carburanti, di importo inferiore ai 100
    euro, sono gratuite sia per l'acquirente che per il venditore. "
    Purtroppo questo articolo, reiterato anche dal Salva Italia del Governo Monti, è stato scritto coi piedi, come sempre accade quando si fanno leggi contro le Banche!!
    Perché si parla di "transizioni" e non di carte di pagamento in generale. Ciò vuol dire che nulla vieta alla banca di farsi pagare un canone la tenuta del servizio POS, visto che la singola transizione è gratis per importi fino a 100€.
    Quello che non credo possano fare è disdettare in corso d'opera un contratto ancora valido solo perché c'è una legge dello stato che non piace alla banca, ma una volta scaduto il contratto di affitto del POS non ci sono santi!
    Come sempre il Governo Berlusconi (era la sua ultima legge) ha fatto le cose alla c...o di c..e fregandosene delle conseguenze.
    Il problema vero è l'incidenza delle accise sul prezzo (e quindi anche sulle commsissioni bancarie). E al Governo è sembrata una genialata far scontare alla banche un problema che è stato prima di tutto il Governo stesso a creare, senza rischiare nulla o pagare nulla.
    Risultato: incertezza, incazzature, insoddisfazione generalizzata...
    Per quanto riguarda i sindacati c'è ben poco da fare. O si riesce a creare convenzioni vantaggiose con le Banche (strada quasi impossibile), o si riscopre la vecchia e sana mobilitazione di massa (strada molto difficile visto le ultime prove).


  • ciccio

    Visto che per LEGGE non siamo obbligati ad accettare bancomat o carte di credito mobilitiamoci in massa NON accettiamo per un mese tali pagamenti o se li accettiamo mettiamo un minimo di 50 euro alla fine ci pagheranno per mettere il servizio ma visto che bisogna fare solo litri

  • Anonimo

    Carissimi Luca e Stefano, perche in concomitanza della manifestazione del 21 a ROMA, non chiudiamo i pos per quel giorno? Giusto per cominciare? Tanto basta fare un volantino UNITARIO ed inviarlo a tutti i Gestori via E-mail, stamparlo ed esporlo sugli impianti, in questo modo si darebbe più risonanza alla manifestazione di ROMA

  • ALBERTO

    Cari colleghi,
    visto l'andazzo di varie denonce problematiche vorrei sapere quali Gestori del direttivo nazionale, provinciale etc di figisc e faib, non hanno sottoscritto nuovi accordi con le banche.
    Vorrei anche avere risposta da ognuno di loro che non ha aderito alla campagna iperself ed h24 dato che predicano la cattiveria delle compagnie e sollecitano a non aderire.
    Chi di loro non ha aderito può parlare, chi ha aderitio dovrebbe dimettersi. Questo l'icoraggiamneto di un Gestore eni che non ha aderito per il proprio bene e per quello di tutti i colleghi di marchio eni od altri. Avete contribuito ad azzerare la dignità dei vostri colleghi oltre ad aver perso completamente la vostra credibilità- Fuoiri e per sempre dai sindacati.

  • milo  - io non ho aderito

    Il sottoscritto, segretario Fe.gi.ca di Trento non ha aderito, pur avendo un collega aderente ad un km. di distanza,

    Pur essendo stato caldamente "invitato" ad'aderire, ho fatto presente che le condizioni economiche non erano adeguate, e quindi ho declinato l'invito.

  • lino q8

    siamo alle solite. un giorno si parla di h 24,iperself, un'altro dell'incontro per..................,un'altro ancora del rinnovo del contratto,ormai scaduto da parecchio ecc.ecc.ecc.. oggi è il turno delle commissioni sulle carte di pagamento......ogni giorno ne esce una nuova che nuova non è ma semmai trita e ritrita............... e NOI blà blà........
    MA non vi sembra che è arrivata l'ora di agire ??? in qualsiasi modo,basta parlare blà blà blà ....tanto nessuno ci ascolta,tutti ci deridono, i problemi restano nostri, abbiamo un'arma in mano usiamolaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!! FACCIAMOCI RISPETTARE :grin :grin :grin :upset :upset

  • alberto  - re: io non ho aderito
    milo ha scritto:
    Il sottoscritto, segretario Fe.gi.ca di Trento non ha aderito, pur avendo un collega aderente ad un km. di distanza,

    Pur essendo stato caldamente "invitato" ad'aderire, ho fatto presente che le condizioni economiche non erano adeguate, e quindi ho declinato l'invito.

    grazie milo sei un amico, vediamo quanti siamo

  • Anonimo  - re:
    lino q8 ha scritto:
    siamo alle solite. un giorno si parla di h 24,iperself, un'altro dell'incontro per..................,un'altro ancora del rinnovo del contratto,ormai scaduto da parecchio ecc.ecc.ecc.. oggi è il turno delle commissioni sulle carte di pagamento......ogni giorno ne esce una nuova che nuova non è ma semmai trita e ritrita............... e NOI blà blà........
    MA non vi sembra che è arrivata l'ora di agire ??? in qualsiasi modo,basta parlare blà blà blà ....tanto nessuno ci ascolta,tutti ci deridono, i problemi restano nostri, abbiamo un'arma in mano usiamolaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!! FACCIAMOCI RISPETTARE :grin :grin :grin :upset :upset

    Caro Lino,
    io sto cercando di capire chi sono i miei veri amici. Se uno predica bene e dice di voler garantire i miei diritti e sbraita contro tutto e tutti, mentre firma i capestri delle compagnie fregando se stesso ed i colleghi che credono in lui, ebbene costui mi sta fregando. E' dalle azioni e non dalle chiacchiere che si vedono gli uomini.
    Dato che sono anch'io stufo di bla bla bla, vorrei conoscere chi sono i miei amici ed i miei nemici nascosti tra di noi.

  • lino q8

    Caro Anonimo,
    AUGURI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Facile non è! anzi è impossibile,secondo me.

  • alberto

    caro lino,
    è più semplice di quanto pensi. Solo una risposta il che significa che gli altri sono tutti firmatari dell'h24 etc fottendo i colleghi come te e come me e poi predicano che siamo alla frutta. Come possiamo fidarci di individui così falsi?
    Meno male che almeno milo c'è.
    ciao-

  • Sergio

    Ciao a tutti
    Per quanto mi riguarda non ho accettato l'imposizione della Setefi e di conseguenza nella mia stazione di servizio il bancomat Self Service esterno rimane chiuso. Da inizio anno un cartello spiega alla mia clientela il motivo di tale decisione che è stata recepita e capita.
    Nelle ore di apertura dell'impianto vengono accettate Bancomat e Carte di credito con la mia Banca " una piccola banca, ma molto seria" che mi fa pagare 5.00 € di noleggio della macchinetta al mese e le transazioni completamente gratuite sotto i 100.00 €.
    Saluti Sergio

  • luigi

    Nome di questa piccola banca ma molto seria?

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie