GestoriCarburanti

Venerdì, Nov 15th

Last update:08:32:00 AM GMT

FAIB Informa 13

E-mail Stampa

Convocata la Giunta nazionale Faib per il 7 maggio

La Giunta nazionale della Faib è stata convocata per il 7 Maggio pv, alle ore 10.30, presso la sede nazionale della Confesercenti, in via Nazionale 60 Roma, per discutere delle nuove forme contrattuali, della Legge 27/2012, delle relazioni industriali, dei rapporti con i retisti e del Convegno a Oil & Non Oil di domenica 13 maggio sulla corretta tenuta dei registri Utf, giacenze e cali carburanti.

Benzina: Il 2 maggio incontro ABI gestori su commissioni

Il 2 maggio prossimo, su sollecitazione     della      Faib Confesercenti,  si svolgerà l’incontro tra l'ABI e la rappresentanza dei gestori per discutere    del     tema     delle commissioni per i pagamenti con carta sui rifornimenti fino a 100 euro.

Proprio nella giornata di ieri il Presidente della  Faib-Confesercenti, Martino Landi, aveva denunciato il mancato rispetto da parte di alcuni istituti di credito della normativa che prevede la gratuità delle transazioni, regolate con carte di pagamento presso gli impianti di distribuzione carburanti, per spese inferiori ai 100 euro, come riportato dal sito dell’Associazione.  La Faib reclamava il pieno rispetto della Legge appena varata sottolineando che “è grave ed inaccettabile che banche di primaria importanza a livello nazionale si sottraggano ai doveri espressamente sanciti dallo Stato”.

Nella nota si leggeva la richiesta di un incontro urgente all’Associazione Bancaria per “evitare che questi comportamenti continuino in un momento già drammatico per le imprese e per i cittadini”.

Le Organizzazioni dei gestori autostradali al Ministero dello Sviluppo Economico: situazione di crisi insostenibile. Il Sottosegretario: lavoriamo ad un tavolo congiunto degli attori in autostrade

Si è svolto stamane l’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico tra il Sottosegretario Prof. De Vincenti e le Organizzazioni di categoria in rappresentanza dei gestori autostradali.

Durante l’incontro  i rappresentanti dei gestori hanno illustrato al Sottosegretario lo stato di crisi e di sofferenza della rete autostradale e la complessa gestione delle aree di servizio. In questo contesto è stato sottolineato il grave momento di crisi degli erogati che segnano mediamente una contrazione del 30-35% con punte del 40-45% nelle aree di confine. Il tutto - è stato evidenziato- mentre le spese di gestione relative al personale e agli altri oneri gravanti sulle gestioni per rispettare gli standard di servizio imposti dalle società autostrade continuano ad aumentare e non sono più sopportabili in quanto la caduta dei consumi ha ridotto di un terzo i margini dei gestori autostradali. Si tratta in gran parte di spese insopprimibili, mentre le società petrolifere si sottraggono alle loro responsabilità, negano il confronto per il rinnovo degli accordi economici e le società autostrade si rifiutano di rivedere gli standard di servizio che ovviamente pretendono dagli affidatari che a loro volta li scaricano sui gestori.

A  fronte di questo il Sottosegretario ha preso atto della complessità del sistema autostradale e si è impegnato - dopo aver incontrato separatamente l’Unione petrolifera e le concessionarie - a convocare in tempi brevi un tavolo congiunto con tutte le
parti per affrontare le tematiche denunciate dalle Associazioni di settore.

Allo stesso tempo il  Sottosegretario ha chiesto alle Associazioni di sospendere le iniziative di protesta in corso e di garantire la regolarità del servizio.

Richiesta accolta da tutte le sigle al tavolo, pur nel rispetto delle iniziative assunte in relazione all’autonomia gestionale dei singoli punti vendita.

Banche: comportamenti scorretti su gratuità carte credito per pagamento carburanti

“E’ grave ed inaccettabile che banche di primaria importanza a livello nazionale si sottraggano ai doveri espressamente sanciti dallo Stato”. E’ quanto afferma il Presidente della Faib- Confesercenti, Martino Landi, commentando il mancato aispetto da parte di alcuni istituti di credito della normativa che prevede la gratuità delle transazioni, regolate con carte di pagamento presso gli impianti di
distribuzione carburanti, per spese inferiori ai 100 euro.

“Si tratta di un comportamento scorretto nei confronti di gestori - sottolinea - che si sono visti comunicare, con decisione unilaterale, l’interruzione del servizio e la recessione dal contratto, non permettendo così a loro ed alla clientela di usufruire dell’agevolazione prevista dal decreto sulle liberalizzazioni. Le banche - conclude Landi - tentano di far rientrare dalla finestra quello che il Governo ha fatto uscire dalla porta, ma facendo questo violano di fatto una normativa.

Per questo, chiediamo all’Abi di intervenire al fine di evitare che questi comportamenti continuino in un momento già drammatico per le imprese e per i cittadini”.

Sistri, slitta al 30 novembre il pagamento delle quote 2012

Il Ministero dell’Ambiente sta procedendo ad una revisione del sistema per rendere più semplici ed efficienti le procedure. Nell’ambito di questo lavoro, d’accordo con la società che ha fornito il sistema, la Selex Elsag del gruppo Finmeccanica, è stato concordato un differimento al 30 novembre 2012 del termine per il pagamento dei contributi per l’anno in corso, che scadeva il 30 aprile prossimo.

Il Ministro Corrado Clini ha proposto ai Presidenti delle Associazioni delle categorie interessate di valutare insieme le modalità per rendere finalmente operativo il sistema, senza aggiungere oneri amministrativi alle già complesse procedure cui le imprese sono sottoposte per rispettare gli adempimenti ambientali ed in particolare quelli in materia di rifiuti.

Aggressione Latina, Martino Landi: sicurezza gestori sempre piu a rischio, Ministro Cancellieri vari subito pacchetto sicurezza gestori

“La Faib esprime tutta la sua solidarietà al benzinaio rimasto gravemente ferito, oggi, per aver reagito ad un tentativo di rapina ai    danni del suo impianto in  provincia   di     Latina.    Una tragedia che, purtroppo, è anche un campanello di allarme", dice Martino Landi, Presidente Faib-Confesercenti. "Con l'aumento delle accise sulla benzina, i gestori di pompe carburanti vivono una situazione paradossale: non solo guadagnano di meno a causa del calo dei consumi - spiega Landi - ma sono anche costretti a gestire quantitativi sempre maggiori di imposte statali.

Soldi che non sono loro, ma che attirano inevitabilmente i malviventi, e che i gestori spesso difendono al costo della loro sicurezza personale. Vista la gravità della situazione, Faib chiede al Ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri di varare subito il pacchetto sicurezza da noi proposto. Che, fra le molte cose, prevede l’assicurazione obbligatoria e un progetto per estendere a tutta la rete nazionale l'esperimento  di “teleallarme” già messo in atto, dalla Questura di Roma, e che collega direttamente le pompe carburanti con il sistema 113”.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie