GestoriCarburanti

Sabato, Dec 14th

Last update:08:32:00 AM GMT

Faib e Fegica rompono trattativa con Eni alle prime battute

E-mail Stampa

Compagnia di stato vuole tagliare margini ed invita a licenziare

Tagli al personale da parte dei gestori di impianti e dimezzamento del margine. Queste le proposte avanzate dall’Eni durante un incontro con i gestori che hanno spinto Faib-Confesercenti e Fegica-Cisl ad abbandonare il tavolo della trattativa appena   avviata, annunciando lo stato di agitazione.

“La compagnia petrolifera di Stato si è presentata con un pacchetto di proposte preconfezionate, quanto inaccettabili – hanno sottolineato i presidenti di Faib e Fegica – volendo accollare ai gestori il costo della nuova iniziativa commerciale “H 24”. Un’iniziativa che mette a rischio il posto di lavoro per 5.000 dipendenti e che rende ancor più difficile la sopravvivenza dei gestori delle stazioni Eni. Siamo stati costretti a lasciare il tavolo di fronte all’esplicito invito da parte della compagnia a licenziare i dipendenti, insieme all’annuncio del dimezzamento del margine dei gestori, già sotto la soglia di sopravvivenza. Di fronte a questa posizione – hanno concluso – abbiamo convocato per il prossimo 21 marzo il coordinamento dei gestori in occasione del quale verrà proclamato lo stato di agitazione che comporterà una serie di proteste sulla rete distributiva a marchio Eni”.

Commenti (49)
  • Anonimo  - Avete fatto benissimo.

    Ma questi conoscono la parola vergogna? :upset

  • Anonimo

    tranquilli tanto ci pensa il grande Luca Squeri a firmare l'accordo
    BASTARDOOOOOOOOOOOOOOO

  • Giaco

    E per chi già non ha personale perché quasi costretto a vivere sotto a un ponte?

  • Franco

    E' il tempo in cui la categoria faccia una netta scelta di campo. Avvallare le posizioni che ci devono vedere di netta contrapposizione contro questo tipo di politica commerciale volto alla distruzione dei Gestori, o diversamente firmare e rendersi complici dell'estizione della categoria. Una scelta che passa anche attraverso le associazioni di categoria.

  • Corrado  - Per fortuna

    Si cari colleghi per fortuna che non c'erano solo Figisc con Squeri e per fortuna che la Gisc non c'era con Parin altrimenti firmavano subito , ho tirato in ballo Parin dopo aver letto il loro si anche se a cert.e condizioni che comunque non cambiano il senso della morte del Gestore che nel piazzale dovrebbe avere il peggior concorrente il self......

  • Moreno Parin  - per Corrado

    una sola domanda: ma secondo te le possibilità che Eni accetti le nostre condizioni sono superiori allo zero assoluto? a nessuno passa per la testa che si può dire un no deciso e risolutore anche con un si? Credo di no.

    Comunque ieri sera i colleghi Eni di Venezia lo hanno capito più che bene, e senza ripere due volte le cose, e a noi questo basta e avanza.

  • Erminio liguria  - Se e' no

    Caro Parin anche se non e' a me che hai risposto ti chirurgo io un concetto inequivocabile: se uno dice no e' un NO chiaro e netto, se uno dice si intendendo un no perlomeno non e' chiaro il concetto se non ai Veneziani! Dalle altri parti d Italia si e' capito un tuo si condizionato addio .....

  • Moreno Parin  - per Emilio, e altri

    bo, mi arrendo, buona discussione.

  • Benzinaro  - La Fegica Puglia

    aveva indetto lo sciopero bianco. Ma lo stanno attuando?? anche noi vogliamo scioperare così

  • Gestore AGIP in servito  - A me hanno detto

    A me AGIP ha detto che devo togliere il servito e fare il fai da t.e. Avete idea a quanto dovrei rimetterci tra margine e una tantum ? Io non accetto e sinceramente dico grazie a Faib e Fegica per non aver accettato questo sistema di vendita. Con i miei 800000 litri in servito ci campo con il self h 24 ci crepo9

  • Anonimo

    Bisognerebbe far sapere a tutti come la grande compagnia di stato si impegna per creare ... disoccupazione.

  • fabio  - complimenti

    complimenti a FEGICA e FAIB e complimenti a FIGISC per quello che hanno fatto. proporrei un buon avvocato penalista per denunciare alla magistratura ENI e FIGISC per omicidio

  • sauro

    Le scelte insensate delle Compagnie , eni in testa , hanno portato il mercato carburanti in una condizione di pura schizofrenia. La voce critica della categoria e dei sindacati hanno portato all'attenzione del pubblico e del nuovo governo tutte le contraddizioni che ci sono. E sono emersi spunti di riflessione critici verso un sistema bloccato dalla lobby del petrolio. La guerra ai Gestori , in tutte le sue forme , è solo la "punizione" per chi ha sfidato il sistema . Far tacere la voce critica , il grillo parlante , è l'unica possibilità per tornare a gestire un mercato che deve rimanere oscuro nei suoi meccanismi più profondi. Neanche in ambito ministeriale sanno precisamente quali sono questi meccanismi occulti. Non è certo il Gestore , con i suoi 4 centesimi al lordo di tutto , che destabilizza i conti delle compagnie. Anzi , fino ad ora con quattro centesimi si sono fatti miracoli offrendo un servizio più che dignitoso oltrechè comodo verso la clientela. In Italia non si deve fare la fila in coda al distributore , ne tantomeno deviare il proprio percorso per mancanza di impianti. Comodità queste che un automobilista paga meno di un euro a pieno , calcolando quanto rimane al Gestore al netto delle spese generali. Ma il silenzio della categoria non ha prezzo per le Compagnie.

  • Flavio  - re: Grande

    Il commento più sensato che ho letto.

  • Anonimo

    Per correttezza bisognerebbe dire che per un rifornimento di 50 euro , con un euro di mancia ti levi dalle palle il Gestore , le spese , il personale, le tasse. E ti puliscono anche il vetro.

  • Otto Q

    Ma tu non sei un Gestore. Di sicuro non sei un Gestore Eni. Quelli hanno il corpo che termina con le spalle. E tu sembri uno che ha testa. Ah, ti chiami Sauro. Rischi l'estinzione.

  • CIANO

    E' vero SAURO il piu' bel pensiero che ho letto.RIFLETTIAMOCI TUTTI........................

  • fabio  - guerra è guerra

    cari colleghi in questo momento dobbiamo aspettare il DL sulle liberalizzazioni e se sarà votato come è scritto ora abbiamo una enorme capacità di risollevarci facendo nuovi contratti con le compagnie petrolifere ( però da un punto di forza e questo già lo hanno capito) dove siamo noi che teniamo il pallino in mano ( una norma che ci tutela). Sarà una guerra però questa volta le armi pesanti le abbiamo noi. vedrete che da qui all'approvazione del decreto succederà di tutto e poi, se verrà confermato il testo attuale, verranno a piu' miti consigli. resistiamo e pronti per la battaglia futura. io non mi scoraggio perchè penso che tutto il popolo dei Gestori sarà capace di portare a casa i migliori risultati ( senza i vari squeri e combriccola varia),

  • peppe  - questo è il futuro.....

    si, questo è il futuro. impianti total self con il Gestore con la pelle annerita artificialmente per sembrare un ghanese che serve al distributore, ti pulisce il vetro e ti chiede la mancia.....questo è il futuro secondo Eni, e sono sicuro che sarà seguita da tanti altri........e il bello è che nessuno, Gestori o sindacati, potrà farci nulla. Molto spesso dimentichiamo che l'impianto non è il nostro........

  • Gestore ip

    attenzione colleghi il peggio è che oltre a eni anche altre vedi ip si stanno muovendo nella stessa direzione( progetto se.ri ).Un messaggio a tutti i colleghi ip cominciamo a disdettare intanto nectar che costa circa 0.003 m.
    :

  • Roberto  - H24

    Firmare questo accordo significa che il 2013 gli consegniamo le chivi

  • Gestore eni

    Scusate signori colleghi, perchè questo sono i Gestori per mè dei veri signori. non voglio insegnare niente a nessuno, ma secondo mè si sta prendendo la vacca per le palle,( che non ha.) In poche parole voglio dire che si sta sbagliando strada, il problema nasce non da via Laurentina "eni " ma da montecitorio, perchè oggi litighiamo con eni, domani si litiga con IP, dopodomani con Q8 ecc. perche tutte le società si devono allineare al decreto delle liberalizzazioni. IN quel decreto c'è larticolo 17 se non sbaglio, dove è scritto: non possono esserci vincoli di orario al self pre pay anche nell'orario del servizio con il Gestore, più o meno " non ricordo bene le parole " ma il senso e quello, ecco da dove parte la fine del Gestore. Ed ecco perchè oggi all'appuntamento eni non ci doveva andare nessuno. Sopratutto dopo le dichiarazioni di Scaroni amm. delegato eni, e di De simone direttore generale Unione Petrolifera, il primo ha detto IL programma eni sono: stazioni di servizio ( completamente automatizzate), il secondo ha detto che sarà la fine della categoria dei Gestori, (anche se le associazioni di categoria saranno contrarie.)Poi queste affermazioni non le dico io, si possono leggere su questo stesso portale, queste affermazioni di questi signori glie le permette il famoso decreto sulle liberalizzazioni, ecco perchè dico che si sta sbagliando strada. Bisognava già fare le barricate, o incatenarsi d'avanti al parlamento, quando il decreto e passato dal Senato alla Camera dei Deputati. Se tutti noi e le organizzazioni sindacali non corriamo a modificare quel maledetto articolo, non credo rimarrà troppo tempo a questa categoria. Scusate la lungaggine

  • Anonimo  - NON FATEVI BIDONARE

    la parte che riguarda il self è stata STRALCIATA!

  • sauro  - per flavio-anonimo-ottoq-e ciano

    Grazie di condividere questo pensiero , comune a molti colleghi.
    Alcune lotte , per riuscire , devono essere capite e condivise non solo all'interno della categoria ; il più delle volte ci vuole l'appoggio dell'opinione pubblica. Vedi la TAV . Pare che siano un gruppo "antiprogresso" , ma non è stato detto che , tra le negatività, c'è il fatto che la perforazione della galleria rilascerebbe in atmosfera una notevole quantità di polveri di amianto cancerogene di cui è ricca la componente rocciosa da perforare.
    Così per la nostra battaglia di sopravvivenza. Gli automobilisti non sanno TUTTO quello che c'è dietro. Mediaticamente si vuol far passare solo il "simbolo" prezzo. Ci vorrebbe un "libro bianco dei carburanti" per far capire il marcio del sistema carburanti , e aprire gli occhi all'automobilista ( e al Governo) . Purtroppo l'unico che ha la capacità di scrivere un trattato del genere , la memoria storica delle battaglie sindacali dal 1970 , non riesce a trovare il tempo per un impegno del genere. E secondo me dovrebbe poi girare con la scorta. In pillole e in modo frammentario si è riuscito a far passare alcune informazioni ; ma frammentariamente, e mai in modo organico. Ma non disperiamo. Il messaggio è stato lanciato e di sicuro sarà letto.......

  • Gestore agip

    Concordo in parte con Sauro ma dobbiamo renderci conto che in questa situazione di crisi economica di vacche magre, l'opinione pubblica pur riconoscendo il nostro ruolo e capendo che la causa del caro carburante non siamo noi con i nostri miseri 4 cent al litro,esprimono solidarieta' ,ma vanno a far rifornimento alla pompa bianca o al super mercato per risparmiare qualche cosa ,e non mi sento di biasimarli.

  • Un Gestore Agip

    Sig. Parin le ho scritto ieri e glielo ripeto oggi, quando un funzionario sindacale acetta la proposta e va a discutere del contenuto significa che il principio lo ha accettato, non vedo come lei possa accettare la morte del Gestore, non pensa che a qualcuno questa soluzione possa andar bene per poi fra un anno aumentare il differenziale a carico del Gestore? O le ripeto è solo per far dispetto alla triade visto che una volta tanto hanno mandato al mittente le proposte dell'Eni? Come fa una persona come lei con una così grande cultura sindacale a non capire queste cose oppure le ripeto le fanno credere che facendo così si riuscirà a scalzare le pompe bianche. Io penso che ci sono altre soluzioni per risolvere questa situazione: andiamo una volta per tutte a vedere i danni che sta combinando l'extrarete....

  • Roberto Gestore IP

    C'e' Solo Semplicemente da fare una Cosa : Cercarsi un'altra attivita' o un Lavoro Dipendente ... Stiamo cercando Di Difendere L'INDIFENDIBILE , All'Estero ad Es in Germania sono Decenni che non Esistono piu' i benzinai , Aree di Servizio Enormi con 5/6 Corsie di Rifornimento senza un Operatore ( DICO 1 ! ) e Tutti in Coda Ordinatamente a Pagare alla cassa , E' un Lavoro senza Orizzonti il Ns MA DOVEVAMO PREVEDERLO !!! La Mia Speranza e' che la Societa' mi Proponga un Lavoro da Responsabile sull'Impianto , Senza dover fare Piu' Credito Nessuno , il Carburante lo Compra la Societa' , Finalmente fare le Ferie Ect ect MAGARI , CI METTEREI 10000 FIRME !!!

  • Anonimo

    Siamo in due...

  • Anonimo

    Salve a tutti, premetto che non sono Gestore eni (scrivo eni volutamente in minuscolo perchè si è sempre distinta particolarmente per le sue imposizioni ai Gestori), però mi sembra assurdo sentire un sindacalista che scrive si può dire no firmando un si. Ma da dove viene questo, gli sembra di essere a Fontamara di Ignazio Silone? Ma perchè non gli strappate le tessere e lo mandate a morire di fame. I sandacalisti, da quando è storia, sono sempre finiti in politica, pensate che possano veramente fare gli interessi dei lavoratori? Non mi risulta.
    La triste verità che da anni sostengo è che vogliono distruggere la categoria e lo faranno perchè in europa funziona in modo diverso e le nuove generazioni stanno crescendo con mentalità diverse più propense al self, ma questo non significa che il Gestore deve stare li a rimetterci soldi e tempo, una famiglia l'abbiamo tutti.
    Non rinunciamo al nostro misero margine, perchè se negli anni passati abbiamo scioperato per ottenere qualcosa, non ha senso sputtanarlo ora, lo sconto self che lo rimetta la società petrolifera se vuol farlo.
    Noi impariamo tutti ad essere più attenti nella gestione, riduciamo i crediti alle imprese se li facciamo, curiamo di più altri servizi.
    Alla fine il self ci va pure bene, incassiamo subito e sicuro, ma il margine no, quello non si tocca, perchè tutte le ore che dedichiamo al nostro lavoro, ma soprattutto la vita che rischiamo tutti i giorni, non va regalata all'eni.
    Buon lavoro a tutti.

  • enos

    Veramente non capisco alcuni messaggi, mi sembra che ci siano molti Gestori che guardano e pochissimi che "leggano" infatti la madre di tutto ciò (come citato in un intervento più sopra) è il decreto liberalizzazioni che prevede appunto, che le compagnie, oltre a dover attrezzare tutti gli impianti con self pre pay, possano mantenere attiva tale tipologia anche quando l'impianto è aperto. La guerra pertanto andava fatta prima, i buoi sono ormai lontani, e non c'è più neanche la stalla.

    Accordo eni 25 novembre 2010 (firmato da tutte tre le OO.SS.)

    d) E’ fatta ovviamente salva la facoltà, secondo le norme nazionali e comunitarie vigenti, attribuita a ciascun Gestore di fissare un prezzo più basso anche con tale modalità di vendita. In tale circostanza eni si riserva la facoltà di riconoscere al Gestore uno sconto addizionale tale da condividere l’onere dello sconto aggiuntivo Iperself.

    e) Premesso che, di norma, lo sconto dell’iniziativa “Iperself” non si discosterà da quanto definito al precedente punto a), nel caso in cui eni dovesse ritenere necessario sul piano commerciale aumentare il suddetto sconto, anche per periodi temporalmente limitati, i relativi ulteriori oneri sarebbero assunti interamente dall’Azienda.

    Secondo voi, accettando le OO.SS. di sottoscrivere il paragrafo d) nessuno aveva immaginato ciò che puntualmente si è verificato, e quindi il 99% dei Gestori eni ha chiesto a eni mediante moduli tutti uguali di castrarsi?

    Ovvero ritenete che tale iniziativa non ricada all'interno del paragrafo e)?

    In merito alle critiche rivolte a Parin, sicuramente non hai letto il documento se l'avresti letto ti saresti accorto che dice le stesse cose che tu hai scritto.

  • fw14  - batti e ribatti


    C' e' un momento in cui la misura e' colma.

    Piu' e piu' volte ho criticato questo sistema di concertazione a tutti i costi
    Faccio una proposta sindacale visto lo stato di agitazione della categoria.

    1 BLOCCO TUTTE LE TRANSAZIONI PUNTI E CARTE PETROLIFERE
    2 USCITA DAL PREZZO CONSIGLIATO CON MARGINE CALCOLATO
    IN PERCENTUALE.

    3 USCITA DAL CONTRATTO DI FORNITURA
    CARI VERTICI SINDACALI ORA E' IL MOMENTO DI TIRARE FUORI GLI ATTRIBUTI
    DATE UNA COPERTURA SINDACALE A QUESTI 3 PUNTI E
    CE LA GIOCHIAMO CON TUTTI GOVERNO E PETROLIERI
    UN SALUTO

  • domenico  - cari sindacalisti

    bisognerebbe mandare a trattare con le compagnie gente che non ha impianti perchè ormai è noto a tutti che i nostri sindacalisti figisc che gestiscono 3/4 impianti(neanche mandrake ci riesce con questi margini) hanno exrta fatture che aiutano a tenere occhi orecchie e bocca chiusa quando serve.squeri vai a fare il deputato del pdl e levati dalle palle che ci hai rovinato!!!!!!!!!!

  • G L  - Gestore questo sconosciuto.

    Da quello che leggo è chiaro che abbiamo capito tutti noi che il Gestore in quanto tale è destinato a d estinguersi. Anzi io penso che non sia mai esistito. E' stato sempre una figura marginale che si è sempre dovuto adeguare alle strategie delle compagnie (raccolte punti, sconti ecc). Avete mai provato a non sottoscrivere qualche proposta? Cominciano i problemi, la ditta di manutenzione non è più precisa, i prezzi spesso poco chiari ecc ecc. il rappresentante di rete poi è sempre stato una figura paragonabile ad un semplice esattore.
    Perchè dico questo. Perchè semplicemente tutti noi non siamo capaci di essere uniti e di far capire ai clienti che spesso il prezzo un pò più alto e segno di qualità e cortesia. Certo non possiamo aspettare che gli automobilisti lo capiscano da soli quando dovranno fare 10 , 15 Km per fare benzina perchè i piccoli distributori avranno chiuso tutti e il risparmio di pochi centesimi si tramuterà in litri consumati in più per raggiungere anonimi distributori dove un anziano piuttosto cheun automobilista inesperto o senza carta di credito non riesca a fare benzina. Che tutti saranno costretti a fare sempre il pieno perchè se faccio 10 km è impensabile che faccia solo 20 € ed altri esempi fino al classico della benzina nelle macchine a gasolio con il self service. Per non parlare poi delle moto e degli scooter, dove andranno a fare benzina???? Questo verra metabolizzato quando sarà tardi. Se i sindacati non sono capaci perchè no provare a fare una "Class Action". Le compagnie sono forti e questo è chiaro ma in america pochi consumatori hanno vinto cause contro le multinazionali del tabacco. E' vero che è difficile ma è anche vero che bisognerebbe provarci.
    Adesso non ho più tempo vado sul piazzale, un dipendente non posso permettermelo.

    Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso.
    -- Che Guevara

  • trilussino

    Come se nun bastasse c'hanno chiesto pure l'adeguamento della fidejussione.... che la banca se guarda bene dar concedece.
    Così se nun firmi te ritrovi pure a pagà cor circolare. O bevi o affoghi.
    Cò stè imposizioni saremo in tanti ad affogà. E pè chi rimane , ce stanno a studià mejo.................... Mettemose a studià pure noi le contromosse.

  • Flavio

    Io sono 20 anni che pago con circolare. Zero fideussioni e zero costi sotto questo aspetto. Il miglior modo di pagamento.

  • G L

    E' vero.
    E' l'unico modo per rendersi conto se vale la pena continuare. Lavorare con le banche ( cosidetto fido) con i margini che abbiamo è un suicidio.
    Basta raccolte punti, sconti, vendita aa credito ecc. Però facciamolo tutti!!!! vendiamo la benzina e basta.

  • GPL

    Come fa Eni a dire da oggi a domani levate il personale!
    Che ci sia una evoluzione nel settore è pure comprensibile, ma eventualmente concordiamo un piano di arrivo in un paio di anni , (meglio tre) e rivediamo i contratti alla luce delle nuove situazioni.
    Sia dato al Gestore il tempo di organizzare il dimagrimento di piazzale e di pianificare le finanze. Ma sulle iniziative bisogna sempre bruciare la concorrenza , che tanto immediatamente si adegua.
    E se c'è anche il GPL sul piazzale ? Pure questo a self?

  • donato

    Futuro ex Gestore cerca lavoro zona TARANTO referenze lavoro minimo 12 ore al giorno abituato sempre a dire si grazie paga modestissima.............

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie