GestoriCarburanti

Sabato, Feb 29th

Last update:08:32:00 AM GMT

Staffetta Quotidiana: I broker della rete carburanti

E-mail Stampa

brokersSottobosco all'ombra del Platts?
di Azzurra Pacces

Staffetta Quotidiana - Come un sasso gettato in uno stagno, l'intervista a Mr Gasoline Station, Silvio De Leonardis, il proprietario della pompa bianca di Francavilla al Mare, ha diviso gli operatori della rete carburanti, sollevando molte reazioni, alcune scettiche, altre rabbiose e altre ancora semplicemente curiose di saperne un po' di più.

Sono diverse le voci che la Staffetta ha raccolto successivamente alla pubblicazione dell'intervista. La maggior parte di queste ha domande sulla figura di questi broker, che si inseriscono in quella zona grigia che va da quando il prodotto esce dalle raffinerie e dai depositi, a quando viene riversato presso l'impianto dalle autobotti.

Queste compravendite vengono a volte favorite da sensali, intermediari, quelli che De Leonardis nell'intervista chiama “broker”, appunto. Personaggi che, né più né meno di un agente immobiliare, metterebbero in contatto il retista con la raffineria, dopo aver spuntato un prezzo a Platts meno, intascandosi una provvigione.

C'è chi li chiama “banditi”, chi immagina che dietro queste transazioni ci siano frodi fiscali, evasioni, contrabbando e chi più ne ha più ne metta. Probabilmente, in alcuni casi sarà anche così. Però bisogna fare un po' di distinguo e cercare di fare chiarezza, anche perché le dimensioni del fenomeno sembrano tali da non consentire di liquidare tutto, gridando “al ladro, al ladro”.

Intanto, è bene dare una definizione di una parola in questo momento abusata, il sottocosto. Secondo il codice del commercio, la sua definizione è “la vendita al pubblico di uno o più prodotti effettuata ad un prezzo inferiore a quello risultante dalle fatture di acquisto”. I carburanti non sono compresi nell'elenco dei beni merceologici cui si applica la disciplina del sottocosto e della concorrenza sleale. Quindi nessuno potrebbe dire nulla al proprietario di un distributore che decidesse di vendere benzina e diesel a un prezzo inferiore rispetto a quello di fatturazione, purché si paghino le imposte. Ma non è questo che sta accadendo. Dal Dossier quotidiano sui carburanti della Staffetta emerge che alcuni retisti e gestori, circa un centinaio, stanno vendendo a prezzi che possono essere giustificati solo se a monte c'è un acquisto a “Platts meno”, cioè a sconto rispetto ai listini quotidiani dell'agenzia di rilevazione del gruppo McGraw Hill.

Questo “Platts meno” non esiste solo per la rete carburanti italiana, ma per tutti gli scambi di materie prime, in particolare greggio e prodotti petroliferi. Non scandalizza nessuno il fatto che spesso attracchino nei nostri porti petroliere che vendono greggio a sconto rispetto alle quotazioni Platts, soprattutto adesso che l'offerta di greggio supera la domanda. Se così accade per il greggio, non è difficile immaginare che possa accadere per i prodotti, e che quindi ci sia spazio per il lavoro di questi broker, che magari conoscono bene il territorio, basi, depositi, retisti, sacche di domanda. In sintesi, che riescono quindi a muoversi, prima degli altri, meglio degli altri.

Per completare il quadro, va ricordato inoltre che “mentre il greggio è facilmente identificabile per qualità e origine”, benzina e gasoli no, come osserva l'opinionista della Staffetta Salvatore Carollo, secondo cui spesso “questi flussi di carburante vengono generati da fonti impensabili, raffinerie dei paesi dell'Est o addirittura dei paesi sotto embargo, attraverso passaggi di mano molto complessi”. Tutti flussi di prodotti che sono “totalmente al di fuori dell'universo controllato dalle grandi compagnie, dalle raffinerie importanti”.

Uno spazio vuoto e incontrollato subito preso a bersaglio da questi personaggi, i broker, il cui peso in queste vicende sembra destinato a crescere di pari passo alla liberalizzazione della rete carburanti. A quanto riferito alla Staffetta, sarebbero dei parvenue della rete carburanti italiana, sbarcati sulla piazza da circa un anno, figli di un mercato del compratore, localizzati soprattutto in Abruzzo e Veneto. Cosa che dispiace a qualche operatore fuori da queste zone, stanco di dover sottostare alla dura legge del Platts, perché non ha broker vicino a cui chiedere sconti.

Per gentile concessione di Staffetta Quotidiana 

Commenti (8)
  • Anonimo  - Ma la benedetta quotazione Platts

    Ma la benedetta quotazione Platts dove si vede e come si controlla? Devo togliermi la curiosità di vedere il costo del carburante. Grazie. :?

  • Anonimo

    Succede anche in Campania, e allora...?? dove sono i Broker.......?????
    Quindi, Abruzzo e Veneto non sono le sole Regioni.

  • Alex  - Se...

    Se i broker lavorano con navi che scaricano prodotti provenienti da stati extra Europei oh altre dicerie varie, come mai le cisterne che consegnano prodotto in Abruzzo hanno caricato a Taranto un periodo, la maggior parte delle volte arriva dai depositi della Campagna, è un discorso che fa acqua da molte parti quello dei broker.
    Sicuramente esistono dei broker, ma la provenienza del prodotto lascia dubbi.
    1 - Per i coloranti usati nel prodotto.
    2 - Per la qualità di raffinazione richiesta al prodotto, visto le regole dettate dalla comunità Europea.
    3 - Come si può sdoganare un prodotto non conforme ?
    E troppo facile inventarsi un nome e attribuirgli un danno, lo stato che ruolo ha, non si preoccupa delle sue accise ?
    Il DNA è sempre delle compagnie petrolifere

  • OLEOBLITZ  - semplici anime.....

    dovete e ancora proviamo a ragionare su centinaia di milioni di litri di carburante in attesa di compratore su navi cisterna in sosta in acque internazionali.......se un operatore ha crediti, garanzie, tanta liquidità può acquistare prodotto per telefono spuntando il miglior prezzo ed rivenderlo trattenendosi la sua provvigione circa 2/3%....è un benzinaio che non sente l'odore di benzina in un mercato sempre più libero ed aperto dove il povero e semplice Gestore debole in un mercato sempre più bastardo viene stritolato.... :grin

  • Angelo

    Ma non vi sembra strano che ci siano operatori a cui interessa solo incassare contanti anche vendendo senza margine?A me sembra che il titolare di Gasoline station non voglia tanta pubblicità.........strano.....Non vorrei che i BOSS ora si facciano chiamare BROKER.............

  • emilia  - dove stanno questi mediatori

    iO SONO DI NAPOLI NON CONOSCO UN SOLO BROCHER, LI HO CERCATI MA NON SI E' PRESENTATO NESSUNO , SE ESISTONO DOVE STANNO ME NE FATE CONOSCERE UNO. SO SOLO CHE LE QUOTAZIONI CHE CI GIRANO SON ALLINCIRCA LE STESSE MA FUORI ALCUNE COMPAGNIE FANNO PREZZI COME ALCUNE POMPE BIANCHE ALLORA MI DICO LA STORIA DELLA BORSA VALE SOLO PER GLI SCEMI. SE UNA COMPAGNIA SI METTE A VENDERE A PREZZO RIDOTTISSIMO MICA CI RIMETTE. QUINDI NOI STUPIDI COMPRIAMO CON VALORI DI QUOTAZIONI I FURBI COMPRANO DAI BROCHER , LE COMPAGNIE C E LO VENDONO A NOI E NOI AFFONDIAMO LORO INVECE SI METTONO AL PREZZO BASSISSIMO. IN SINTESI STIAMO IN UNA MORSA DOVE CI SPREMONO. iO VORREI CONOSCERE UN BROCHER SE ESISTONO PERCHE NON SI FANNO PUBBLICITA SAI quanti come me li vorrebero conoscere

  • Mirco

    ....telefona al tu capo area vedrai che lui sul telefonino ha qualche numero buono......

  • WGB

    noi siamo mediatori, scrivici su info@worldglobalbusiness.eu riportando il tuo numero di telefono e ti chiamiamo anche domani stesso

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie