GestoriCarburanti

Giovedì, Nov 15th

Last update:06:55:10 PM GMT

Autostrade, Meloni e Santanche' denunciano le Roialty

E-mail Stampa

meloni santancheUn affare da cinque miliardi di euro in 15 anni sulle spalle dei consumatori italiani. La vergogna delle società concessionarie delle Autostrade denunciata da Giorgia Meloni nel corso di una question time nell’Aula del Senato con il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio.

Una interrogazione sulle royalty che i concessionari autostradali applicano sui servizi legati ai carburanti e alla ristorazione sulle tratte autostradali.

Lo annuncia il leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in una conferenza stampa a Palazzo Madama. Secondo le stime, «in 15 anni – rileva – i “signori delle autostrade” si sono suddivisi oltre 5 miliardi di euro derivanti dalle royalty»: 2,4 miliardi dai carbolubrificanti e 2,6 miliardi dalla ristorazione. Questo, rincara la dose FdI ha portato anche ad un “crollo” delle vendite di tali prodotti. Con l’interrogazione si chiede di accertare la correttezza della condotta dei concessionari sull’imposizione delle royalty e ad assicurare condizioni di pari opportunità e di corretto e uniforme funzionamento del mercato senza effetti distorsivi.

«Non bastano i pedaggi più alti d’Europa. Cinque milardi di euro – denuncia Giorgia Meloni- . «chi li paga? Li pagano gli italiani, i consumatori che fanno benzina, le famiglie che si fermano a ristorarsi. Forse è il caso di dire basta a favori a chi pensa di continuare a guadagnare senza avere alcun merito se non quello di avere le amicizie giuste». «La benzina sulle autostrade costa dagli 11 a 33 centesimi in più al litro. Una sorta di mafia legalizzata – dice Daniela Santanchè, autrice di questa scoperta realizzata sul campo- E’ concorrenza sleale».

A rispondere è il Ministro dell'Economia, Luigi Di Maio che garantisce "impegno nell'ambito della revisione di tutte le concessioni pubbliche". II Mise, aggiunge Di Maio, "sta lavorando insieme al ministero dei Trasporti per trovare soluzioni" al peso delle royalty autostradali.

"Ci siamo impegnati a riesaminare tutte le concessioni" per individuare "eventuali abusi", ha spiegato Di Maio, ricordando i meccanismi di revisione delle royalty previsti dal decreto interministeriale Mit-Mise del 2015, nonché la preferenza sul tema espressa dall'Antitrust "per i valori fìssi", ipotizzando però "anche un sistema misto".

Insoddisfatta della risposta "molto burocratica" la senatrice Santanchè, che parlando di "royalty rilevanti" riporta una stima cumulativa di "circa 5 miliardi di euro" tra il 2003 e il 2017.

Commenti (2)
  • massimo IP

    ... 15 anni sono serviti? e fin'ora che avete fatto? ... dormito? o....

  • Alex

    Chiedono spiegazioni a Di Maio, che è al governo da tre mesi ???
    Ma, loro in quale nazione hanno esercitato il loro ruolo fino ad oggi ??
    La prima volta che la fegica ha denunciato questo mal costume ero giovane.
    Questi oggi a distanza di anni,
    quando i Gestori ormai si sono stancati di denunciare questo increscioso abusivismo, tirano fuori la notizia come fosse un asso nella manica ??
    Vorrei ricordare che anche se noi Gestori o le nostre associazioni vengono poco considerate, la denuncia è stata fatta anche dalla conduttrice di "Reporter" Milena Gabanelli quando il governo attuale era ancora allo stato embrionale.
    Vorrei ricordare alle belle addormentate che solitamente a occupare ruoli importanti all'interno di queste grandi società che gestiscono ruoli e compiti dello stato, dove il denaro gira a fiumi,
    sono sempre personaggi e parenti riconducibili ai politici.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie