GestoriCarburanti

Lunedì, Aug 19th

Last update:08:32:00 AM GMT

Eni: in terzo trimestre rosso 0,95 mld. Quota di mercato rete scende ancora di 1% al 24,3%

E-mail Stampa

eni logo lateraleUtile operativo adjusted esclusa Saipem 0,6 miliardi (-79%)
L'Eni chiude il terzo trimestre 2015 con una perdita netta pari a 0,95 miliardi di euro. Lo annuncia in una nota il gruppo petrolifero, che nei nove mesi registra una perdita di 0,36 miliardi. L'utile operativo adjusted, esclusa Saipem, è pari a 0,6 miliardi nel trimestre (-79%) e 3,51 miliardi nei nove mesi (-60%).

L'andamento dei conti si spiega soprattutto con la flessione della divisione esplorazione e produzione (E&P) che, malgrado i successi e le scoperte per oltre 1,2 miliardi di barili, risente ovviamente del crollo dei prezzi del petrolio (-51% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), il cui impatto è stato attenuato, oltre che dalla crescita produttiva, anche dalla riduzione dei costi e dal deprezzamento dell'euro rispetto al dollaro (-16%). Alla fine, comunque, la E&P ha registrato un utile operativo adjusted in flessione di 2,3 miliardi di euro (-76%). Anche il settore gas and power ha sofferto, soprattutto a causa del recupero del gas prepagato in precedenti esercizi a prezzi superiori a quelli correnti.

Bene, invece, sono andate la raffinazione e la chimica, con un utile operativo adjusted in miglioramento di 0,32 miliardi, grazie alla ripresa dei margini e dei volumi per lo scenario più favorevole. Il flusso di cassa netto da attività operative, infine, è pari a 7,39 miliardi, mentre l'indebitamento sale a 18,41 miliardi.

Nel terzo trimestre Eni ha registrato "una robusta crescita produttiva", in crescita dell'8,1% a 1,703 milioni di barili al giorno (+8,7% nei nove mesi). Lo annuncia il gruppo, aggiungendo che viene rivista al rialzo la previsione di crescita annua "a circa il 9%, da oltre il 7%".

Descalzi,risultati importanti in contesto prezzi deboli - Nel terzo trimestre, "pur in un contesto debole di prezzi del petrolio Eni continua a registrare risultati importanti sia in termini di crescita upstream che di ristrutturazione dei business mid-dowsntream". Lo afferma in una nota l'ad Claudio Descalzi, aggiungendo che la divisione esplorazione e produzione "è ancora in forte crescita e per la seconda volta nell'anno rivediamo al rialzo le nostre previsioni, pressoché raddoppiando l'obiettivo originario". "Nei nove mesi - prosegue Descalzi - abbiamo scoperto 1,2 miliardi di barili di nuove risorse, oltre il doppio rispetto all'obiettivo di piano, pur riducendo i nostri costi esplorativi. La ristrutturazione e gli interventi di efficientamento che abbiamo condotto in ambito raffinazione e chimica, uniti a uno scenario favorevole, hanno portato questi business a conseguire un'eccellente performance e una generazione di cassa positiva nel corso del 2015. Anche per gas and power la guidance è migliorata. Tutte queste azioni, unite a un ulteriore intervento di ottimizzazione degli investimenti nel corso dell'anno e al miglioramento della nostra struttura dei costi operativi, ci consentiranno di ottenere, escludendo Saipem, la copertura organica degli investimenti già nel 2015, con uno scenario di 55 dollari al barile.

Descalzi, operazione Saipem passo importante - La cessione di una quota di Saipem ed il deconsolidamento della società "è un importante passo nell'implementazione della strategia di trasformazione di Eni". Lo afferma l'ad di Eni Claudio Descalzi, aggiungendo che "l'obiettivo è aumentare la flessibilità finanziaria per liberare risorse da investire nel core business. Allo stesso tempo manteniamo una partecipazione significativa e supporteremo Saipem anche con la partecipazione all'aumento di capitale nel processo di rafforzamento finanziario e operativo".

Per la distribuzione di prodotti petroliferi, le vendite rete in Italia di 1,56 milioni di tonnellate nel terzo trimestre 2015 (4,41 milioni di tonnellate nei nove mesi 2015) sono sostanzialmente in linea rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente (-20 mila tonnellate, -1,3%). Nei nove mesi le vendite evidenziano un calo del 4,8%, pari a -220 mila tonnellate per effetto dell’incremento della pressione competitiva. La quota di mercato del trimestre si è attestata al 24,3% , in diminuzione di 1 punto percentuale rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (25,3%).

Le vendite extrarete in Italia (2,17 milioni di tonnellate nel terzo trimestre; 5,89 milioni di tonnellate nei nove mesi) hanno
registrato un aumento di circa 50 mila tonnellate, pari al 2,4% rispetto al terzo trimestre 2014 (+5,4% nei nove mesi) con incrementi principalmente nelle vendite di gasolio e bunkeraggi anche per effetto della crescita dei consumi, parzialmente compensati dai minori volumi commercializzati di prodotti secondari e cherosene. La quota di mercato extrarete media nel terzo trimestre aumenta di 0,8 punti percentuali al 27,6%.

Le vendite rete nel resto d’Europa pari a circa 0,77 milioni di tonnellate nel terzo trimestre 2015 (2,25 milioni di tonnellate nei nove mesi) sono diminuite del 7,2% rispetto al terzo trimestre 2014 (-3% nei nove mesi) per effetto essenzialmente della cessione delle attività in Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania, parzialmente compensata dalle maggiori vendite in Germania, Austria e Svizzera.

Commenti (3)
  • IP IP URRA

    e chissenefrega non c'e lo mettete
    delle nostre perdite non ne parla nessuno ,

  • Anonimo

    :grin :grin :grin :grin
    concordo pienamente, CHISSENEFREGA. però non posso fare meno di sorridere.
    è comunque un dato di fatto che: qualsiasi azienda, in qualsiasi settore lavori, che sottopaga, maltratta, schiavizza e insulta i propri dipendenti, con il sopraggiungere della crisi, ha già chiuso i battenti.
    certamente non sarà questo il caso però quello che uno semina raccoglie.
    a buon intenditore poche parole......

    un saluto a tutti da un molto ex Gestore del cane.

  • big boy  - ke ridere

    sorridi tu e sorrido io...non ce ne frega una beneamata minchia!!!!!!!!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie