GestoriCarburanti

Sabato, Jan 18th

Last update:08:32:00 AM GMT

Petrolio: Petrolplus respinge accuse di bancarotta fraudolenta

E-mail Stampa

petroplusLa svizzera Petroplus, il maggiore operatore indipendente di raffinerie europeo, ha respinto le accuse di bancarotta fraudolenta legate a un trasferimento di fondi operato da una sua sussidiaria francese, la Petroplus Marketing France. La magistratura transalpina ha messo sotto inchiesta la divisione dopo che Deutsche Bank, uno dei suoi creditori, aveva trasferito lo scorso 23 gennaio 122 milioni di euro e 59 milioni di dollari dai suoi conti bancari, lasciandovi appena 2 milioni di euro.

Il giorno successivo Petroplus avrebbe dichiarato insolvenza, con il conseguente effetto domino sulle sue controllate. "Nessuna entita' legale connessa a Petroplus ha dato istruzioni o preso iniziative per trasferire questi fondi da quei conti francesi". Il gruppo elvetico, gia' da tempo alle prese con problemi di liquidita', si e' dichiarato insolvente su 1,75 miliardi di debiti dopo settimane di infruttuose trattative con i creditori La vicenda e' un segnale della forte crisi che sta attraversando l'industria della raffinazione, colpita dalla riduzione dei margini e dal calo della domanda. "Abbiamo lavorato duro per scongiurare questo risultato ma non siamo riusciti a raggiungere un accordo in extremis con i nostri creditori" aveva spiegato l'ad del gruppo, Jean-Paul Vettier.  

Le cinque raffinerie operate da Petroplus hanno una capacita' complessiva di 667 mila barili al giorno. Nell'impossibilita' di pagare i fornitori di petrolio, la compagnia svizzera e' stata costretta a interrompere la produzione in tre stabilimenti e ridurre di oltre la meta' l'output delle altre due. Lo stabilimento francese di Petit-Couronne e' stato gia' messo in vendita. (AGI) Rme

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie