GestoriCarburanti

Sabato, Feb 29th

Last update:08:32:00 AM GMT

I petrolieri scaricano la Robin Tax sui consumatori

E-mail Stampa

Era il modo per far pagare una extra tassa ai produttori di energia, costringendoli a dare il loro contributo alla finanza pubblica in anni difficili. Peccato che la Robin Hood Tax, ideata e confezionata dall’allora ministro dell’Economia Giulio Tremonti, sembra non aver funzionato molto. Lo dice una relazione dell’autorità di garanzia per l’Energia. Ci sono 199 casi sospetti, per un ammontare di 1,6 miliardi di euro, in cui si registrano incremento dei margini per gli operatori “dovuti all’effetto prezzo, e tali da costituire una possibile violazione del divieto di traslazione”.

In pratica, secondo l'autorità,  i produttori avrebbero scaricato sulla bolletta e alla pompa la tassa aggiuntiva trasferendo quindi il costo che avrebbero dovuto sostenere loro al consumatore finale. Nonostante questo fosse espressamente vietato dalla legge del 2008 che istituiva la la Robin Hood Tax.

Sotto accusa sopratutto il settore petrolifero, scrive l’autorità;  “è possibile affermare che anche nel 2010 una parte significativa dei soggetti vigilati abbia adottato, a seguito dell’introduzione del divieto di traslazione, politiche di prezzo che hanno incrementato il margine di contribuzione dovuto all’effetto prezzo, determinando uno svantaggio per i consumatori finali”.

Secondo le associazioni dei consumatori Adusbef e Fedeconsumatori, il costo medio per una famiglia italiana dovuto a questa Robin Tax che avrebbe dovuto togliere ai poveri per dare ai ricchi sarebbe stato tra i 300 e i 400 euro in due anni.

Commenti (8)
  • gest.eni

    E CI RISIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!1111
    MA BASTA.
    Che Dio rimetta(una volta per tutte)a LORO i loro debiti come LORO li rimettono a noi Gestori e consumatori.


  • rebbibbia

    ho postato due commenti nel precedente articolo. se volete, leggeteli.

    Per le tasse sull'energia , basta che leggete una bolletta di luce o gas: la metà la consumate , l'altra meta sono tasse. Non è solo caro il carburante , ma tutto quello che è energia . Per il riscaldamento domestico pago 1000 euro anno e metà sono tasse. Idem per la luce.
    Pure se sei povero , ti succhiano altri 6/700 euro annui solo per sopravvivere. poi ci metti ici , imu, tarso e tutto il resto. Poi bolli auto assicurazioni auto, bonifiche ,terremoti, , iva e c***i vari . Ti rimane quanto ti serve per un piatto di lenticchie e il cotechino con la tredicesima . Io pagherei tutti e tutto , l'unica cosa che mi procura un forte rodimento del fondoschena è il fatto che dei miei soldi pretesi nessuno mi da una specifica delle spese , dei miei ( una volta) utili pretendono una lista specifica di ogni singola voce. TROIONI MALEFICI....

  • piero bell

    SI E' DIMESSO IL PAPA!!!!!!!!!! ma lui no, lui è puro, lui pensa a come....

  • Anonimo

    solo i grandi ammettono i propri limiti. La mediocrità seguita a calcare la scena fino a quando non ci sarà un euro da incassare al botteghino. O fino a che non verranno presi a calci nel c**o. O fino che non vengono arrestati. In senso lato del termine .

  • enirgizzato

    Aò , non si sente pià la voce dei sindacati neanche per capire che pensano. Siamo rimasti soli a cantarcela e a suonarcela. . Vabbè le elezioni , Scaroni ,le indagini, il Ministero , i contratti da istigazione al reato , ma qualche parola no ?!

  • kazunori

    Aspetta e spera con i sindacati :zzz :zzz :zzz :zzz :zzz :zzz :zzz :zzz

  • Gestore eni

    cari redatori... sul finale forse vi siete cofusi.
    magari come dite voi è quello che è successo davvero.
    però la frase giusta forse era " togliere ai ricchi per dare ai poveri"

    scherzi a parte, continuate così a tenerci informati.

  • Nicola  - logico

    ma scusate pensate che il sig. Tremorti non sapeva chi pagava quella tassa? Tutto logico per loro, era solo un sistema per far vedere che il governo è onesto e tassa i grandi. ahh ahhhh

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie