GestoriCarburanti

Sabato, Jan 18th

Last update:08:32:00 AM GMT

Consumatori: diminuzione prezzi carburanti ancora insufficiente

E-mail Stampa

Nonostante le forti discese di prezzo registrate in questi giorni secondo le associazioni dei consumatori "siamo lontanissimi dal prezzo corretto a cui si dovrebbe attestare!” dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, rispettivamente presidenti di Federconsumatori e Adusbef.

“Infatti – spiegano – il costo del petrolio si trova oggi allo stesso divello di un anno fa. Il costo della benzina, però, al netto dell’aumento della tassazione e considerando la rivalutazione del Dollaro sull’Euro, registra ancora ben 11 centesimi di troppo. Un aggravio che, sulle tasche degli automobilisti, si traduce in un maggiore esborso di: +132 Euro annui per costi diretti, +106 Euro annui per costi indiretti (dovuti alle ricadute sui costi di trasporto dei beni)”.

“Complessivamente, quindi – proseguono – i maggiori costi determinati da questo intollerabile sovrapprezzo sono pari a +238 Euro annui. Per questo è urgente eliminare con completamente ed in maniera definitiva questa inammissibile maggiorazione sul prezzo dei carburanti e ridurre le accise di almeno 6 centesimi, come già avvenuto in Francia”.

“È fondamentale, inoltre – sostengono le due associazioni – togliersi dalla testa qualsiasi ulteriore aumento dell’IVA dal prossimo anno, che avrebbe effetti catastrofici non solo in maniera diretta sui prezzi, ma anche alla luce del potente effetto moltiplicatore del costo dei carburanti”.

“Inoltre – concludono – è necessario che il Parlamento approvi l’emendamento alla legge di stabilità in discussione in questi giorni, che renderebbe finalmente operativo il meccanismo dell’accisa mobile, uno strumento in grado di riequilibrare la tassazione attraverso una diminuzione dell’accisa quando aumenta l’IVA sul prezzo industriale della benzina, a causa dell’andamento del costo del petrolio. Operazione che rivendichiamo da anni e che porterebbe importanti benefici per i cittadini”.

Commenti (7)
  • Max

    toh,ogni tanto si svegliano le associazioni dei consumatori...
    strano che stavolta non abbiano puntato il dito contro i benzinai..
    che il pane costi 5,00 euro al kg non frega a nessuno..che il caffe' zitto zitto oggi al bar costi 1,00 tondo tondo non frega nulla a nessuno..e comunque l'elenco e' molto lungo...
    invece di cosa si preoccupano ovviamente?del prezzo della benzina..
    dei benzinai che invece sono alla canna del gas frega a qualcuno?

  • Anonimo

    caro max della benzina non si puo fare a meno per fare andare l'auto ma del caffè prorio si,è un costo superfluo come le sigarette e l'alcol,ognuno compri ciò che si puo permettere

  • gest.eni

    COME E' ANDATO L'INCONTRO TRA I SINDACATI E L'ENI?
    La domanda è stata fatta più volte ma nessuno risponde.

  • Max  - re:

    veramente le cose di cui non si puo' fare a meno sono tante...
    non si puo' fare a meno del carburante e' vero ma neanche dei generi di prima necessita'..pero' chissa' com'e' si punta sempre e solo il dito contro di noi...apprezzerei gli interventi delle associazioni consumatori se equamente si lamentassero un po di tutto..invece sempre e solo il caro benzina..
    ma che al supermercato per portare a casa un po di spesa ci devi lasciare almeno 100,00 non e' importante?
    e che per un po di pane e di latte oggi ci vogliano almeno 10 euro non e' importante?
    quanto costa mandare un figlio a scuola oggi?uno sproposito..e meno male che lo studio dovrebbe essere un diritto di tutti..invece sta diventando un privilegio per pochi...e questo non e' importante?

    Anonimo ha scritto:
    caro max della benzina non si puo fare a meno per fare andare l'auto ma del caffè prorio si,è un costo superfluo come le sigarette e l'alcol,ognuno compri ciò che si puo permettere
  • Nicola

    Parlano solo della benzina perchè è un tema che al popolo scalda il cuore, tanto casino per un prodotto con il 75% di tasse! Tanto casino per un differenziale con l'Europa (quella ricca) che è di pochi cent.
    Del caffè si fa senza? sì.....ma anche con la benzina si può risparmiare, se hai pochi soldi si compra l'auto più piccola e con una guida con buon senso si può risparmiare anche il 20%.
    Questi dei consumatori vivono con le tessere e i finanziamenti pubblici come i partiti..Chiaro? Anch'io ero socio, però, non sono obbiettivi

  • mario da parma

    se queste associazioni si battono per fare calare i prezzi ben venga purchè capiscano che i Gestori nulla hanno a che fare con i rincari,anzi noi abbiamo solo da rimettere

  • Lorenzo  - Gesù disse

    Gesù disse: "Non si vive di solo pane.... di sicuro di benzina si muore!"

    Ridete per non piangere

    Saluti a tutti
    Lorenzo

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie