GestoriCarburanti

Sabato, Feb 29th

Last update:08:32:00 AM GMT

Squeri, Figisc, prevede l'aumento di 1,5 eurocent/litro nei prossimi giorni

E-mail Stampa

Interessante previsione di Luca Squeri, Presidente Nazionale di Figisc Confcommercio, l'associazione di categoria dei Gestori, prevede,  per i prossimi giorni, un incremento dei prezzi fino a 1,5 eurocent/litro. “La quotazione del greggio – anche con i dati di ieri - è cresciuta marcatamente rispetto allo scorso fine settimana, complice un progressivo indebolimento del cambio euro/dollaro, attestandosi sugli 88 euro/barile".

"Ancora mediamente più marcato è stato l’andamento rialzista nelle dinamiche dei prodotti raffinati: le chiusure del mercato internazionale dei prodotti finiti Platt’s di questa settimana hanno fatto registrare, infatti, un recupero di 5,4 eurocent/litro per la benzina e di circa 2,9 per il gasolio. Il trasferimento di queste dinamiche non si è ancora riflesso affatto sui prezzi alla pompa, che da venerdì scorso sono invece rimasti quasi stabili, scendendo sia per la benzina che per il gasolio di -0,002 euro/litro, ma sulla media settimanale sono scesi rispetto alla media dei sette giorni precedenti di circa 2 centesimi/litro. In un mese esatto (dal 28 agosto), le quotazioni internazionali dei prodotti sono scese, rispettivamente, di 5,3 cent/litro per la benzina e di 3,4 per il gasolio, mentre i prezzi alla pompa sono calati, sempre rispettivamente, di 4,4 cent/litro per la benzina e di 3,1 per il gasolio. Le tendenze del mercato internazionale fanno ragionevolmente supporre che, tranne variazioni in aumento od in diminuzione molto accentuate in data odierna, ci siano le condizioni per un aumento dei prezzi nei prossimi giorni, con variazioni nell’ordine di 1,5 eurocent/litro in media tra i prodotti”.

“L’analisi dei dati dell’ultima settimana” precisa Squeri “rileva che la quotazione del greggio Brent spot è risalita (+5,10 % rispetto alla scorsa settimana), prendendo +4,27 euro/barile (+0,033 euro/litro con IVA) in funzione di un cambio euro/dollaro in deprezzamento. I prezzi medi Italia della rete ordinaria, da sabato 22 settembre, non hanno ancora seguito le dinamiche incrementali dei prezzi internazionali, mantenendosi più bassi mediamente tra i prodotti di circa 4,0 cent/litro”.

“I prezzi sulla rete autostradale sono scesi in misura leggermente superiore rispetto alla rete ordinaria” dichiara Stefano Cantarelli, Presidente di Anisa Confcommercio, l’associazione che raggruppa i gestori della rete autostradale “con una media settimanale inferiore di oltre 3 cent/litro rispetto alla media dei sette giorni antecedenti; il prezzo del gasolio in autostrada risulta per questa settimana mediamente inferiore di 1,2 cent/litro rispetto al prezzo dello stesso prodotto in rete ordinaria”.

Commenti (26)
  • max ip

    in spagna e in grecia il popolo è sceso in piazza dovremmo farlo anke noi.

    ma oltre che prenderlo in quel posto dobbiamo prendere anke le manganellate? e no

    basta non pagare più le tasse (rivolta fiscale) tutti anke quelli onesti
    e sono loro che devono venirci a prendere!!!

    italiani svegliamoci basta cosa siamo aspettando :upset :upset :upset

    per quello ke ci chiama benzivendoli stai tranquillo ke arriviamo anke da te. u capisti !!!!!!!!

  • violone

    x gigi ti voglio bene e tu mi offendi ..........ma vedi che ho ragione i nostri delegati sindacali si perdono dietro queste stronzate che spetterebbe ai petrolieri trovare gustificazioni

  • Francesco

    Violone non sono d'accordo. Non si perdono, si VENDONO dietro queste stronzate che giustamente spetterebbero ai petrolieri.
    Svegliaaaaa....

  • Gigi x violone

    :grin

    se tu fossi permaloso non potresti fare il Gestore.

    Comunque non dato dell'idiota a te, vai a rileggere bene, mi riferivo a quel demente di "anonimo".

    Se te la sei presa a male puoi mandarmi a cagare quante volte vuoi, non me ne frega niente.

    M'importa invece di aver contribuito ad accendere un dibattito laddove c'è ormai troppa "patana".

    Una cortesia personale violone: la prossima volta che il tuo acr viene a scassarti i coglioni sul piazzale attaccalo subito dicendo
    "se non ti vado bene vieni tu al posto mio e io vado al posto tuo"

    -------------------------------------------------- -------------------------------------

    Lo sai cosa mi fa incazzare:

    siamo noi a trasformare i carburanti in quattrini, basterebbe:
    - petrolio
    - raffineria
    - E NOI consorziati e organizzati per il trasporto dei prodotti.

    Se ci organizzassimo in tal senso potremmo far tremare le compagnie e la loro strategia del c***o del fai da te.

    -------------------------------------------------- --------------------------------------

  • pio

    Per gigi dove pensi di andare a comperare il prodotto se anche ti consorzi ? e da chi ?sai cosa vuol dire andare in un deposito a comp MILIONI di lit e garantirli ? sai le fideiussioni che ci vogliono ? sai org i trasporti? se sai fare questo devi diventare una comp e adeguarti alle leggi del MERCATO altrimenti sei fuori ed é quello che vogliono !!!ci autoelimineremo da soli IN ogni caso il prodotto é sempre LOROe il loro GUADAGNO non lo tocchera nessuno dobbiamo lottare per avere GUADAGNI certiindipendentemente dalle vendite e promo sulla ns pelle ecc ecc ecc

  • Gigi x pio

    8)

    La paura impedisce la partenza.

    I Gestori degli impianti no logo cosa credi che siano?

    "The Avengers?"

    Dove credi lo acquistino il carburante?

    Anche tu credi alla "balla" che vendono prodotto di scarsa qualità?

    Il trasporto è l'ultimo dei problemi, informati.

    Ogni fideiussione è proporzionata all'esposizione di capitale che rischia il fornitore, quindi se in 15 giorni ordini 50.000 litri di carburanti e il pagamento lo effettui mediante rid 14 giorni data fattura dovrai fornire una fideiussione che varia (dipende dalla fiducia che il fornitore ripone nei tuoi confronti) dai 50 ai 100 mila euro.

    A proposito di consorzi, ne esistono alcuni che si occupano di concedere il 50% della fideiussione richiesta dai fornitori.

    Hai ancora paura?

  • Anonimo

    pio x gigi 1 Mai avuto paura in vita mia 2 i no logo vend ESSO o ENI in prevalenza 3la qualita éLA ETESSA 4 IL TRASPORTO COSTA E SI DEVE GARANTIRLO 5 SPERO CI SIANO TANTISSIMI GEST CHE POSSANO GARANT FIDI DA100MILA EURO 6 AI CONSORZI QUANTO TI COSTA AL LIT IL PRESTITO AGEVOLATO?LA MIA PAURA E CHE CON QUESTI PRESUPPOSTI TANTISSIMI GEST CHIUDERANNO PERCHE E QUESTO CHE VOGLIONO SI FACCIA SPINGENDO I GEST AL SUICIDIO ECONOMICO LEVANDOSI LE LORO RESPONSABILITA COME SI PUO PENSARE CHE UN GEST DI MEDIA ETA CON ISTRUZIONE MEDIA CON UN VENDUTO MEDIO ALTO POSSA COMPETERE ANCHE SOLO CON P B CON 10/15 PUNTI VENDITA ?A IDEA FORSE INTERVERRA IL SINDACATO CON GRUPPI DI AQUISTO GESTITI DA LORO ALLA MODICA CIFRA DI ?SALUTI!!!!!!

  • Gestore eni

    Signor Squeri posso dirle una cosa. VADA VIA AL CUL.

  • Anonimo  - ma che azz fà squeri ???

    invece di tutelare la nostra categoria per il quale è stato ( forse ) eletto, continua a fare analisi di borsa su quotazioni e esprimere deduzioni minchione, ma quando si dedica alla categoria stò coione ???? o i coioni sono i colleghi che lo tengono alla presidenza di un sindacato che ha perso le sue funzioni ?

  • violone

    x gigi mi fa piacere quando ce un sano contraddittorio fra di noi vuol dire che siamo ancora vivi e venderemo cara la pelle questo deveno far capire a chi va a roma a tutelarci.
    per quanto riguarda il consorsiarsi e l unica strada percorribile per un futuro se no ci rimane solo la mansione di guardiani
    e hai anche ragione sul cercare di smuovere questa categoria con la provocazione ma anche noi rispecchiamo la nostra nazione tutti si lamentano e nessuno fa nulla
    speriamo di risentirsi per delle novita positive ......ma uno pensa a come difendere i petrolieri e l altro allo stato che non sterilizza l iva forse ci rimane di vincenzo che mi sembra il piu attivo vedremo.............ti saluto

  • Gestore eni

    non ho mai provato un senso di schifo e di disprezzo contro il sindacato come in questo periodo,andate a casa.

  • ttr

    A livello generale mi sembra che la discussione sui vari forum diventi sempre più sterile ; provocatori , denigratori , risposte a provocatori e denigratori sfanculeggiamenti reciproci . Pochi interventi interessanti , poche risposte "ufficiali" eccetto Parin, Finotto,Timpani, per le loro Federazioni ; dalle altre silenzio. Mai come ora servirebbe un orientamento e una informazione più puntuale , e un commento "ufficiale" più approfondito almeno per le notizie più rilevanti. Gestoricarburanti rappresenta l'unico organo di informazione trasversale del settore, ma oltre il merito di ascoltare tutti , ha il demerito , non suo , di non essere valorizzato appieno dalle varie sigle sindacali per trovare una sintesi e un dialogo comune. Ognuno zappa il proprio orticello. Il ricompattamento della categoria passa principalmente per la strada dell'informazione non intesa solo come lancio delle notizie , ma anche con prese di posizione e scambio di idee tra le varie Federazioni e ricerca di punti comuni da condividere. Neanche tanti , una decina , ma su una decina di punti vogliamo trovare una qualche forma di intesa? E' vero che ognuno può trovare le notizie che cerca all'interno del circuito sindacale di appartenenza , ma sarebbe interessante che il confronto delle idee a livello di federazioni passi anche per un organo non ufficiale ma condiviso trasversalmente da tutta la categoria.

  • cicci q8

    cari colleghi il problema non è ,a mio avviso,sperare che il prezzo dei carburanti si abbassi o che le accise diminuiscano,tanto per NOI non cambia quasi nulla:
    1-siamo tanti e ogni giorno la famiglia aumenta;
    il consumo si è abbassato (crisi economica e prezzi alti)
    2- margini irrisori (lavoriamo a ,circa ,il 2%) con i soldi che ci costano il 10%
    3- i sindacati pensano alle stronzate e al loro orticello
    ecc-ecc.ecc.
    Ormai non abbiamo dove andare, la fine è vicina,ARMIAMOCI e partiamo

  • DONATOII

    CICCI Q8 MI DISPIACE AMMATTERLO MA HAI FATTO CENTRO

  • Gestore eni  - x squeri

    al posto delle quotazioni del petrolio ,dovresti preoccuparti di formulare proposte di contratto da negoziare con unione petrolifera e mistro.
    DIMENTICAVO MIGLIORATIVE PER I Gestori ,si sa mai ieri con la maglia "riparti con eni" oggi in borsa a suggerire un aumento dei listini "i petrolieri erano distratti".se domani vai a fare in c**o per sempre faresti un piacere a molti colleghi.

  • Anonimo  - re: x squeri
    Gestore eni ha scritto:
    al posto delle quotazioni del petrolio ,dovresti preoccuparti di formulare proposte di contratto da negoziare con unione petrolifera e ministro.
    DIMENTICAVO MIGLIORATIVE PER I Gestori ,si sa mai ieri con la maglia "riparti con eni" oggi in borsa a suggerire un aumento dei listini "i petrolieri erano distratti".se domani vai a fare in c**o per sempre faresti un piacere a molti colleghi.
  • m.rossi

    Squeri è un vanesio che pur di essere citato parla di cose di cui non capisce niente. :roll

  • da anonimo a gigi

    sarò anonimo ma non demente in quanto in 37 anni che faccio il vostro mestiere ho fatto i soldi senza mai piangere come fate voi tutti i giorni ,benzivendoli

  • Anonimo

    TI RISPONDO FORSE A NOME DI TANTI COLLEGHI ESSERE CRITICATI DA UNO CHE CHIAMA BENZIVENDOLI I COLLEGHI RESTANDO ANONIMO E UN ONORE PERCHE VISTO CHE SEI IL MIGLIORE NON METTI MOME COGNOME INDIRIZZO? CHISSA QUANTI C...LI HAI LECCATO CIAO CICCIO

  • peppe  - ho fatto soldi......come?

    evidentemente o avrai rubato truccando i contatori o affamato i dipendenti. Sono "solo" 30 anni che faccio questo lavoro , e supero stabilmente (anche quest'anno, nonostante tutto) i 5 milioni di litri, ma pago le tasse e i miei dipendenti, e alla fine mi chiedo se ne vale la pena. Poi mi confronto con i colleghi come te , che vanno e vengono tra tribunali e Guardia di Finanza, e mi rispondo che forse è meglio guadagnare meno e dormire di più. Ma tu non puoi capire, anonimo imbecille......

  • Anonimo

    ma e vero che Esso dal 1 ottobre parte con -8 servito ( con prolugamento fino a -10 in alcuni casi) e meno 11 ( con prolugamento fino a -14 sempre ove necessario) ???

  • Anonimo

    la esso non fà nessuna iniziativa se non dopo l'AGIP

  • Anonimo

    Squeri, corrotto guru ed economista conto Eni, dedica un pò del tuo impegno almeno a far finta di tutelare una categoria che sta morendo sporattutto per colpa tua, altro che stare davanti alla boccia di cristallo a giocare con le previsioni dei prezzi. Sei come Scaroni: una dannosa nullità.
    E adesso, gongolati pure coi tuoi numeri.. Vendili, se riesci.. Sei così bravo a incantare platee di creduloni..

  • mimmo  - vai a casa

    per favore signor LUCA SQUERI vada a gestire i suoi impianti e lasci il posto a qualchuno che faccia il sindacalista

  • Anonimo

    Cari colleghi la colpa non è di Squeri ma di chi lo sostiene in sindacato.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie