Modalita per la gestione di un distributore

Rispondi al messaggio


Questa domanda serve a prevenire iscrizioni automatiche.
Emoticon
:D :) ;) :( :o :shock: :? 8-) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: :geek: :ugeek:

BBCode attivo
[img] attivo
[flash] attivo
[url] attivo
Emoticon attive

Revisione argomento
   

Se desideri allegare uno o più file inserisci i seguenti dettagli.

Espandi visuale Revisione argomento: Modalita per la gestione di un distributore

Re: Modalita per la gestione di un distributore

Messaggio da ivani » 29/12/2015, 21:31

Si puo sapere ke condizioni ti hanno proposto ?

Re: Modalita per la gestione di un distributore

Messaggio da skyfox » 08/01/2015, 17:37

Bene ho letto i contratti e ho deciso di rifiutare le proposte che mi hanno fatto.

Grazie a tutti

Re: Modalita per la gestione di un distributore

Messaggio da skyfox » 05/01/2015, 12:53

Intanto grazie peppe per la tua risposta,

purtroppo mio malgrado ho già la partita iva e faccio il meccanico, ma visto la crisi che stiamo vivendo e come hanno distrutto il settore con tanti contratti capestro in cui si hanno tanti obblighi e nessun diritto volevo almeno un'entrata per portare a casa un piccolo stipendio per la famiglia.

Non vorrei però infilarmi in un casino visto che ho già provato e non ne sono uscito bene.

Come presidiante quale sarebbe la cifra che potrei chiedere?
Devo stare sul distributore 365 giorni all'anno?
Ci sono penali e/o condizioni capestro?

Grazie per le risposte che vorrete fornirmi e su cui riflettere

Re: Modalita per la gestione di un distributore

Messaggio da peppe » 05/01/2015, 12:14

meglio fare il "presidiante", guadagnerai pochi spiccioli , anche perchè la maggior parte andrà via in contributi INPS (870 euro ogni 4 mesi, anche se non li guadagni) e in tasse, alla fine ti rimarrano i 200 euro mensili che , per una scopata la mattina e una telefonata nel cuore della notte perchè l'impianto è in fiamme, è un ottimo compenso. Avviamento ? A cosa, al fallimento o al suicidio? Ma per piacere, lascia stare e pensa ad altro, il mio è un consiglio spassionato. Questo è un mestiere ormai alla frutta, se riesci a gestire , come prestatore d'opera, più impianti forse ci tiri fuori uno stipendio dignitoso, altrimenti con i nuovi regimi dei minimi è un suicidio in ogni caso.

Modalita per la gestione di un distributore

Messaggio da skyfox » 04/01/2015, 23:13

Buonasera a tutti,

mi hanno proposto la gestione di un distributore benzina/gasolio.
La proposta prevede o la gestione come "gestore" oppure essere un semplice custode dell'impianto che se non ho capito male
si chiama presidiante.
Nell'ultimo caso la gestione resta in carico alla società petrolifera, ma vorrei chiederVi se qualcuno a già firmato questi contratti e quali criticità e/o problematiche presentano.

Ovviamente chiederò di visionare le due tipologie di contratto e i relativi documenti fiscali del vecchio gestore.

Il gestore uscente inoltre mi ha detto che oltre al valore del magazzino dovrò pagargli l'avviamento ( circa 20.000 euro ) e che per lui è indifferente perchè se non lo pago io li prenderà dalla compagnia.

Ringrazio sentitamente se vorrete fornirmi indicazioni in base alla vostra esperienza

Top