GestoriCarburanti

Sabato, Sep 21st

Last update:08:32:00 AM GMT

I benzinai che guadagnano 1,30€ l’ora

E-mail Stampa

L’onda lunga della protesta che da qualche giorno ha scosso la Sicilia si è estesa, in un’epidemia irrefrenabile, in tutto lo stivale, approdando anche a Masotti, una frazione di Serravalle Pistoiese. Qui, Dario Mariotti gestisce dal 1978 la pompa di benzina Tamoil di Masotti, ma col figlio Adriano ha deciso di chiudere la propria attività per denunciare la violazione del rapporto di concorrenza da parte del proprio fornitore Sirtam s.r.l.

Il gesto coraggioso dei Mariotti, ben sintetizzato dal loro volantino immortalante Don Chisciotte e Sancho Panza, ha scatenato fiumane di solidarietà tra clienti affezionati e gente del posto, che da sabato hanno affollato il piazzale della stazione di servizio, chi per rifornirsi di carburante, chi per sostenere Dario e Adriano.

“La nostra protesta nasce dopo 34 anni di attività. Siamo arrivati a non poter andare più avanti a causa di un gravissimo episodio di concorrenza”, dichiara Adriano Mariotti in una intervista curata da Niccolò Masiani. “E il problema è che questa concorrenza spietata nasce in casa nostra. Il proprietario del nostro impianto ci costringe ad acquistare carburante ad un prezzo più alto rispetto a quello che viene praticato al pubblico nei propri impianti. A 8 km da qui ci sono impianti appartenenti al nostro stesso proprietario che vendono il carburante a 10 centesimi di meno di quello che riusciamo noi a vendere al pubblico”.

Di fatto, il gestore di una pompa di carburante è poco più di un dipendente, i contratti col proprietario sono impegnativi, al punto che Dario e Adriano Mariotti, come annunciano nella propria pagina facebook, non possono cessare temporanemante la propria attività “per protesta” (pena: sanzione di 500 euro al giorno). Ma conducono la controffensiva contro il potere sovrastante e pressante della Sirtam, decurtando i giorni di chiusura dai 15 giorni di ferie annuali a loro disposizione.

E, a riguardo, Adriano rincara la dose: “Non è una guerra mia, ma vorrei che diventasse la guerra di tutti perchè oggi tutti i gestori sono schiavi e vittime delle compagnie. Allo stato attuale le compagnie possono cacciare un gestore quando vogliono, possono imporgli dei prezzi che non sono in linea col mercato, possono imporgli di partecipare allo sconto quando il margine del gestore è soltanto di 42 millesimi al litro.

Questo significa che quando vedete delle pompe marchiate a 1,831 euro, di questo prezzo noi abbiamo 42 millesimi lordi di margine, ovvero 20 millesimi netti tolte le spese. Siamo due persone su un piazzale per 26 euro al giorno: 1,30 euro all’ora su 10 ore lavorative. Sinceramente non possiamo andare avanti così. Se veramente vogliamo che i prezzi siano uguali per tutti, dobbiamo portare avanti questa battaglia noi e tutti gli altri gestori che sono nella nostra condizione”.

Gli effetti di questa spietata concorrenza si sono rivelati tramortenti: dal 2005 i Mariotti hanno registrato una perdita di venduto pari a 3.269.350 litri che in soldi fanno 137.313 euro, purtroppo anche a causa del contratto di esclusiva che li lega a Sirtam.

Tuttavia, la pervicace protesta di Dario e Adriano, nello tsunami dilagante del movimento dei forconi, dei tassisti e degli autotrasportatori, è passata in sordina e narrata solo sulle pagine del quotidiano La Nazione.

“Purtroppo non abbiamo avuto un risalto mediatico come avremmo voluto”, lamenta Adriano, “non siamo riusciti ad arrivare alla cronaca regionale. E in tutta la Toscana ci sono oltre 100 impianti appartenenti alla stessa compagnia, 120 sono in tutta Italia. Ovviamente è una lotta da estendere non solo contro la nostra compagnia, ma contro tutte le compagnie, perché la guerra non va fatta tra poveri, cioè tra noi e i consumatori. Noi vorremmo sempre fornire al cliente un prodotto al miglior prezzo possibile.”

In questo naufragio che non risparmia nessuno, la voce compunta e dignitosa di Dario e Adriano Mariotti va ascoltata.

Blog Il Fattoquotidiano.it
di Gisella Ruccia

Commenti (20)
  • fusaris

    Lo scorso settembre aveva portato avanti per quattro giorni lo sciopero della fame e si era incatenato per due settimane al suo distributore contro i "prezzi troppo alti imposti dalla compagnia petrolifera". Giancarlo Borsoi, il benzinaio di Treviso, torna di nuovo alla carica contro la Total Erg. L'uomo chiede ora il risarcimento dei "danni biologici" subiti da lui e dai suoi familiari: "Sono distrutto dallo stress, devono pagare

    LE CAUSE CHE DOVRANNO FARE

  • Giancarlo TV  - X Gestori Carburanti


    Borsoi Giancarlo
    Via Italia N° 38
    31020 S. Vendemmiano (TV)


    Egregio Presidente del Consiglio
    Dottor Monti Mario

    Egregio Sottosegretario di Stato alla
    Alla Presidenza del Consiglio
    Dottor Catricalà Antonio

    Egregio Ministro per i Rapporti con il
    Parlamento
    Dottor Giarda Piero

    Egregio Ministro dell’ Interno
    Dottoressa Cancelieri Anna.Maria.

    Egregio Ministro della Giustizia
    Dottoressa Severino Di Benedetto Paola

    Ministero per la Salute Dott. Balduzzi Renato
    Capo Dip. Sanità Dott. Oleari Fabrizio

    Egregio Ministro dello Sviluppo Economico
    E Infrastrutture e Trasporti.
    Dottor Passera Corrado

    Egregio Ministro del Lavoro politiche Sociali
    Con Delega pari Opportunità.
    Dottoressa Fornero Elsa

    Egregio Prefetto di Treviso
    Dottor Adinolfi Aldo

    Alla Cortese Attenzione Amministrazione TotalErg S.p.a.

    Presidente
    Dott. Pinelli Pierfrancesco

    Amministratore Delegato
    Dott. Spinaci Claudio

    Direttore Rete
    Fedele Antonio

  • ipstation

    Hai dimenticato di inserire il papa,non avevi l'indirizzo ??

  • un trevisano  - sicuro?

    Nel tuo indirizzo, San Vendemiano, con una "M".

    Se ci abiti.... :roll

  • Giancarlo TV  - X Gestori Carburanti


    San Vendemmiano 23-01-2012

    Oggetto: Richiesta formale


    Segue da precedente Raccomandata del 28-11-2011 visto “nostro” Accordo-Patto sottoscritto il 05-10-2011 e successivo verbale di riconsegna datato 12-10-2011 riportanti tempistiche e modalità ben precise, stante la violazione reiterata di tali clausole da parte dei vostri preposti.
    VEDERE MAIL precedenti e RACCOMANDATA del 28-11-2011.

    Come potrete constatare gli atteggiamenti modalità espresse e attuate da tali persone non sono confacenti a quanto accordato, sia come tempistica che modalità.

    Stante che tali accordi non riportano esplicitamente e/o contemplano in alcun articolo in essi contenuto il risarcimento dei danni Biologici dalla mia persona e quella dei miei famigliari subiti e subbendi.

    Siccome tali danni sono solo ora quantificabili attraverso persone in tal senso qualificate.

    Io sono fermamente convinto che un nostro incontro Con le cariche Amministrative TotalErg sopraccitate siano basilari visto gli incarichi che ricoprivano dal 2008 al 2011 ciò potrà dissipare qualsiasi dubbio e razionalmente pianificare il seguito.

    Certo di aver fatto cosa gradita informarvi in attesa di vostro riscontro entro il 15-02-2012 ( ritengo una tempistica consona alle decisioni ) dopo di che metterò in atto quanto legalmente a mia disposizione.

    Questa mia ritengo non venga recepita come intimidazione e/o diffamazione ma solo un invito a una discussione da “ Buoni Padri di Famiglia “, chiedo scusa per eventuali errori dattilografici e rimango a disposizione per eventuali chiarimenti tanto è dovuto per chiarezza.

    Mail: g.borsoi@libero.it
    Cel :3482228083

    Allego copia Raccomandata del 28-11-2011

    Colgo l’ occasione per porgere Distinti Saluti

    In Fede Borsoi Giancarlo


  • Anonimo

    Ti sei dimenticato il Papa, Ban ki mon, il Dalai lama, Mario Draghi e Cristine Lagarde. :grin :grin :grin

  • 4 mori  - aiuto

    ciao... bel video complimenti io mi trovo nella stessa tua situazione a 3km circa da me la stessa compagnia vende a meno 11centesimi non capisco il perché e non so più come devo comportarmi sto male e non riesco più a trovare la voglia... dammi qualche consiglio utile saluti

  • Adriano Mariotti

    Ciao, sono il Mariotti dell'articolo. Di dove sei? Che bandiera porti? Noi purtroppo siamo ridotti così perchè gli impianti a gestione diretta che adottano questa politica sono 5 e tutti entro 8km dalla nostra stazione di servizio. Praticamente noi vendiamo la benzina a 1,831 pagandola 1,780. Sirtam negli impianti a conduzione diretta (con opereai sul piazzale) la vende AL PUBBLICO 1,733 in 4 impianti e addirittura 1,711 nel quinto impianto.

    DEGNO DI NOTA ció che é accaduto proprio in questo impianto. Il vecchio trentennale Gestore ha dovuto lasciare l'impianto per gli stessi motivi di cui sopra. La societá lo ha rimpiazzato con un operaio ed ha iniziato a praticare il -12 cent.i Il vecchio Gestore si é ritrovato senza lavoro e a dover vergognarsi ad andare a giro perché la gente lo etichetta come ladro in quanto finché c'era lui i prezzi erano alti e adesso sono piú bassi di ben dodici centesimi.

    Le domande che ci poniamo sono quindi: quanto margine hanno le compagnie? Perché permettiamo alle compagnie di ricattarci con le partecipazioni allo sconto? Perché tutti si lamentano e quando é il momento di agire si tirano indietro? Perché i sindacati quando c'é da incassare il cipreg corrono ma quando ci sono da risolvere problemi nascondono la testa sotto la sabbia?

  • 4mori

    sardegna Q8 quindi e inutile non ci possiamo fare niente??

  • Anonimo

    non puoi farci nulla..........se la cosa puoì darti sollievo siamo in tanti in queste condizioni! loro hanno fatto............oggi fanno........domani faranno sempre e solo quello che vogliono........se tu hai i soldi da investire (e perderli) allora lavori!!!!!!! altrimenti vai a casa.........troveranno qualcuno che perda latri soldi nel tuo stesso impianto!!!!!!!!!

  • Giancarlo TV  - X Trevisano e gli altri

    X Trevisano Ti Confermo San Vendemiano (TV) da San vendemiale Sono contento perchè è una cosa di vitale importanza la tua rilevante annotazione, sopratutto in riferimento all' articolo.

    X il resto di nominativi da voi evidenziati non gli ho scritto in quanto mi hanno già dato il loro appoggio, grazie comunque per il vostro aiuto.

    Saluti Borsoi

  • santol

    Giancarlo...lascia stare i frivoli commenti di chi ha le ore contate e le braghe calate!
    Vai avanti,lotta per te stesso,tanto lo vedi dai commenti il livello di intelligenza di qualche "collega"...e pensare che al "tuo impianto" ci avevo fatto un pensiero anche io allora...
    Ivan B.

  • mario

    chissa come finisce, io ho lo stesso problema prezzi più altri di tutti, in tutta la zona ( api ip il gruppo ) dicono che siccome sono unico impianto nel paese posso andare avanti così, prezzo più alti di tutti.. e i miei clienti emigrano x fare benzina .. il ladro sono io alla fine ....
    alla fine meno 250 mila litri in 2 anni..
    che dite gli faccio causa ?

  • Mariotti adriano

    Mario, noi siamo a -3 250 000 dal 2005. É proprio di persone come te che avremmo bisogno per portare avanti questa protesta, perché oggi chi come noi vende a prezzo "consigliato" ricopre il ruolo di LADRO agli occhi del cliente mentre invece siamo li a RUBARE IN NOME E PER CONTO DELLA COMPAGNIA!!

  • mario

    be 3250000 mila e una bella cifra , ma calcola che il mio impiantino riuscia a tirare 1000000 di litri annuo, in un paesino di 4000 anime , niente camion niente autobus
    quindi che proponi ?
    comunque ultimamente mi sono davvero rotto , xkè appena si riesce atirare avanti , chiudo e dopo che faccio ?
    1) come mai tu la vendi più del tuo collega con lo stesso marchio?
    2) ti vuoi arricchire con i nostri soldI
    3) Ma perchè li costa meno
    4) QUELLO LA FA A 10 CENTESIMI MENO DI TE
    ma come fanno questi Gestori a reggere con gli sconti che ci rimettono il 50% e devono anche lavorare di più..
    ogni gg rientrare a casa con le palle gonfie , e poi per colpa di chi ?
    magari sfoghiamo la rabbia con i nostri cari moglie e figli

    che facciamo che proponete

  • Giancarlo TV  - X Mario

    Io ne avevo persi fra il 2009 2010 Lt. 700'000 solo il 2011 600'000.

    Causa ? ? Se te la fai tu ti dura sicuramente 10 hanni se la fa la compagnia 1 hanno se ti va bene ma probabilmente molto meno.

    Saluti Borsoi

  • Giancarlo TV  - R. E. C.

    Ragazzi uno scambio di convenievoli " fra ( AMICI ) " e tutti si accucciano sotto al tavolo impauriti, pensa se fosse stata una discussione di più alto livello, adesso si chiarisce tutto, dal Pavimento, fino all' ultimo scalino in cima, tutti opportunisti, le persone si usano finche servono, poi si gettano, ecco perchè siamo a questi livelli.

    Sinceramente tanta Salute e serenità a tutti rispettive Famiglie in Particolar modo alla Amministrazione e/o Redazione di questo sito che mi ha dato l' opportunità di capire, scusate tanto se vi ho rotto.

    Tante Grazie Saluto Borsoi Giancarlo

  • forza sicilia

    a tutti Gestori come me, dobbiamo farci aumentare la percentuale dalle società minimo il 7% e non il 3%,organizziamoci a protestare perchè e un nostro diritto.ciao a tutti.

  • mario

    aumentare i margini ?
    un sogno .. tra un po ci mettono per strada ,
    ma di indennizzi mi sa non c'e nesono o sbaglio ?

  • un collega stufo

    sono stati dati decine di centesimi a tutti :
    allo spettacolo, agli autoferrotranvieri, alle casse dello stato, a questo e a quello ....

    E A NOI ?!?
    NIENTE !!!!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie