GestoriCarburanti

Sabato, Dec 15th

Last update:01:33:11 PM GMT

Ecco a voi la parte ancora sana della distribuzione carburanti

E-mail Stampa

L'articolo di Report che abbiamo pubblicato nei giorni scorsi ha avuto molte condivisioni tra gli amici della nostra pagina Facebook. Tra i tanti Post a commento delle condivisioni ne abbiamo letto uno pieno di parole che rappresentano l'amore e la passione che porta a svolgere ancora onestamente il nostro mestiere.

Crediamo utile renderlo leggibile ad una platea di Gestori che siamo sicuri lo sapranno apprezzare come lo abbiamo fatto noi.

"Oggi ho sentito parlare solo della puntata di Report di ieri sera “ Nero come il Petrolio”.

Ho sentito urlare la gioia e sfogare la rabbia di chi compera e vende prodotto “sano”, quel prodotto che non alimenta tasche di truffaldini che si sono inventati il gioco del secolo o di politici che hanno trovato la vacca grassa da mungere.

Noi piccoli o grandi persone che hanno vissuto il mercato del petrolifero, e che conoscono la parola platt’s sanno che non esiste un meno dopo questa difficile parola, sanno che dietro quel meno ci sono vite umane, posti di lavoro persi, gestori a casa senza un futuro, dietro quel meno si è distrutta una categoria, si è tolto un valore assoluto solamente per dare valore ancora una volta a chi non lo merita, a chi compera una casa a Cortina o veste solo Channel, come se questi fossero valori.

Mi chiedo se questo popolo fatto di nomi e cognome, che ieri sera sono stati esposti in una pubblica piazza, dalla trasmissione, abbiano abbassato il capo e si siano sentiti sporchi e neri come il petrolio, se hanno mai pensato alle società petrolifere che hanno licenziato, che hanno venduto, se hanno mai pensato a tutti quei gestori che sono stati sostituiti da un accettatore di banconote senza anima.

Mi chiedo,Voi grandi di età come me , vi ricordate il benzinaio con il sorriso stampato ,che conosceva il significato di ogni spia che lampeggiava della Vostra auto, che sapeva di politica di calcio e di finanza…un tuttologo con le mani sporche di grasso, ma con il cuore di chi vince il freddo ed il caldo e che come un portiere di un hotel a 4 stelle sempre pronto sul piazzale in attesa del Suo cliente.

Oggi , come ieri la fila nelle solite pompe bianche dove il prezzo vince … quindi non si cambia non esiste una protesta che ferma il nero…costa troppo…non si pensa che in questo modo non ci sarà un domani ma solo nero quel nero del petrolio che illuderà tutti che va tutto bene, che il raggirò c’è e forse si vede, si ascolta e fa pure notizia ma al bar, dal barbiere, tra una chiacchiera ed un'altra …in fondo poi basta cambiare canale e domani un altro giorno.

Purchè se ne parli…io oggi come ieri sono dalla parte di chi ama questo lavoro e butta il cuore oltre l’ostacolo e sta li fermo ad aspettare i Suoi clienti sul piazzale sotto una pensilina , paga accise, iva e crede nell’onestà di questo piccolo paese...io suggerisco partiamo da li, da quel piazzale."

di Angelica P.

Commenti (9)
  • Anonimo

    E da quel piazzale al freddo e al gelo con le mani
    Sporche di grasso tra una gonfiata di gomme
    A gratis un controllo all'olio ...ma fatalità ne ho
    Una lattina nel portabagagli ci chiederanno di erigere
    Una fattura elettronica per 10 euro di benzina!!!

  • OLEOBLITZ

    ve lo dice un vecchio ma tanto vecchio del piazzale, lavare vetri gratis, gonfiare gomme gratis, controlli livelli gratis e tanti tanti infiniti piccoli servizi gratis...tutto questo per tenerti il cliente, combattere continuamente ma il guadagno c'era anni fa e il gioco ne valeva la pena.....ora solo poesie e tanti blablabla .....una bella fattura elettronica anke di euro 3,40.......con pagamento elettronico.....robe da matti.... :eek

  • Alex

    Un articolo scritto con profondo sentimento di chi rimpiange un mercato che non esiste più.
    Valore, rispetto, sono parole usate nelle pubblicità.
    Le pubblicità non sono altro che immagini di sogni che il pubblico dovrebbe rincorrere, questo è la realtà di oggi.
    Un tempo i servizi erano dedicati al CLIENTE DEL Gestore.
    Oggi il cliente è di chi vende, mentre i servizi vengono imposti al Gestore.
    Il Gestore quando paga l'F24 non è che lo paga con la carta dei servizi ???
    Potrebbe mandare mister motorist a pagare le commissioni del pos ??
    Senza dilungarmi troppo con le citazioni,
    il Gestore lo hanno privato di tutti i valori, di tutti i DIRITTI ANCHE I PIU' ELEMENTARI, e questo ci rende dei disonesti.
    Se su di noi venissero applicate tutte le leggi, i nostri margini non bastano per far fronte alle spese e poi si lamentano che il CAPORALATO paga due Euro e 1/2 a ora ???
    Quelli almeno non hanno pensieri e paure quando tornano a casa.
    Il Gestore vive con il terrore dei vigili, carabinieri, polizia, corpo forestale, pompieri, asl, usl ,ispettorato del lavoro, dottore metrico, gdf. mentre gli altri vendono il carburante.
    La legge non serve per farla rispettare, la legge serve per tutelare tutti questi controllori

  • mario da parma

    tutto vero quello scritto dai colleghi,ma un po' di autocritica non farebbe male,anche noi abbiamo le nostre colpe

  • Moreno Parin  - Platts?

    non commento la lettera, ma invito l'estensore e tutti a fare una riflessione su questo passaggio:
    "che conoscono la parola platt’s sanno che non esiste un meno dopo questa difficile parola"
    Ma la conoscete veramente questa parola, il Platts, e tutto quello che ci sta dietro? siete certi che sia il vangelo o piuttosto qualcos'altro? Pensateci bene che è meglio.

  • claudio  - Platts?

    Platts, Chi decide questo indice? mi sembra che sia un'agenzia privata, pagata da chi? vedete in sicilia si beve un caffè con 60 centesimi, al nord con 1,10 euro, cosa significa? che quelli che vendono a 60 centesimi sono potenziali evasori? Spero solo che il Platts non sia un asciugamano per le grandi compagnie petrolifere di tutto il mondo.

  • Moreno Parin  - Platts

    la tua considerazione finale non è così campata in aria, anzi, intanto è effettivamente una agenzia privata, quindi non ha il potere di controllo di un ente statale, poi, dettaglio per nulla secondario, il valore giornaliero indicato è il risultato di una media di indicatori, quindi se è una media nei rilevamenti c'è un sopra e un sotto a quella media, e già questo basterebbe a spiegare molte cose, quindi acquistare a Platts meno non è assolutamente un indicatore di frode. Poi è ora di finirla con il dire che il Platts è il costo di produzione di un prodotto, è una cazzata, è semplicemente un prezzo di mercato che risente della domanda e offerta. Ecco, affidarsi al Platts per colpire i furbi è un errore, al massimo potrebbe essere un indicatore per non ficcare a caso il naso. A scanso di equivoci sia chiaro che per me chi fa il furbo e disonesto, in tutti i settori e chiunque sia, andrebbe espulso dal mercato a vita.

  • ser ceppelletto

    quindi avendo un fatturato inferiore a 65 000 euro non sono obbligato ad emettere fattura elettronica....

  • Federico  - Per Ser cappelletto

    Purtroppo credo che per noi non valga questa
    Misura dei 65000 euro comunque i medici di base
    Sono riusciti ad evitarlio ed i nostri sindacalisti
    Non hanno fatto uno straccio di contestazione
    Bah!!!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie