GestoriCarburanti

Mercoledì, Nov 13th

Last update:08:32:00 AM GMT

Arriva il distributore a marchio Conad, primo in Romagna

E-mail Stampa

FAENZA. Desta molta curiosità e anche attesa tra i consumatori la prossima apertura del distributore di benzina a marchio "Co-nad" in via San Silvestro. L'impianto, incluso nell'area ex Neri, dove sta sorgendo il nuovo centro commerciale, sarà il primo in Romagna gestito direttamente dalla catena della grande distribuzione alimentare. Un distributore analogo Conad lo ha già a-perto a Modena, dove sta ottenendo buone performance di vendita con prezzi ribassati di circa 10 centesimi rispetto alla media praticata dalle compagnie petrolifere classiche.

A Faenza in questi giorni si stanno ultimando i collaudi, ma per l'apertura al pubblico probabilmente bisognerà aspettare ancora una o due settimane. Quando sarà pronto, sarà dotato di sei pompe, tre colonne con due pompe ciascuna, eroganti esclusivamente gasolio e benzina verde. Non saranno commercializzati altri prodotti. La formula del rifornimento sarà quella del self service, senza servizio di addetti, con passaggio a una sbarra dove sarà possibile effettuare il pagamento senza scendere dall'auto.
In esercizio, il distributore avrà un ingresso anche da via
Granarolo, dove sarà posizionato un altro totem, con indicati i prezzi dei carburanti.
La benzina "Conad" fa parte di un progetto avviato su scala nazionale che
recepisce la legge sulla libera commercializzazione dei carburanti. Una legge già da tempo adottata anche in altri stati europei, Francia e Spagna in particolare, dove la Gdo (Grande distribuzione organizzata) fornisce abitualmente questo tipo di prodotto, che contribuisce in modo importante al sostegno delle spese di esercizio per super e iper mercati collegati.
Se dalla parte dei consumatori l'impianto di Faenza è atteso con interesse per via dei risparmi (seppure non così sorprendenti), preoccupa altri benzinai, soprattutto quelli della zona Nord della città, che potrebbero vedersi calare la clientela. "Abbiamo verificato la regolarità delle autorizzazioni rilasciate dalla Regione - afferma Gabriele Romanato dell'Ascom -: è tutto regolare, la legge lo consente e la libera concorrenza fa parte del mercato anche in questo settore". (f,d.)

Fonte: IL Sole 24 ore

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie