GestoriCarburanti

Venerdì, Nov 15th

Last update:08:32:00 AM GMT

L'inflazione rallenta grazie ai carburanti

E-mail Stampa

istat9Il tasso d'inflazione medio annuo per il 2012 è pari al 3%, in accelerazione rispetto al 2,8% del 2011. Lo comunica l'Istat, in base alle stime preliminari. Nella media del 2012 inoltre il rincaro del cosiddetto "carrello della spesa", i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (da cibo a carburanti), è del 4,3%. Un rialzo superiore a quanto segnato nel 2011 (3,5%). Entrambi i dati sono sul valore medio annuo più alto dal 2008.

Leggi tutto...

La benzina fa calare l’inflazione: dati Istat

E-mail Stampa

Benzina e gasolio costano di meno. I prezzi del carburante sono calati a novembre, come dice l’Istat. Secondo le stime dell’Istat, la verde cala del 4,2% su base mensile e il diesel dell’1,8%. Su base annua il rincaro della benzina frena all’11,2% (da 16,3% di ottobre) e quello del gasolio a 13,9% (dal 17,9% di ottobre).

Leggi tutto...

Consumi, dall'auto 13 miliardi in meno

E-mail Stampa

auto_industry_crisisPer la prima volta la spesa di riparazioni e manutenzione supera quella per gli acquisti

Per il settore auto il 2012 non passerà alla storia come un anno nero soltanto per le vendite di quattro ruote, ma anche per l'intera gamma dei consumi automobilistici. La spesa per l'acquisto e l'esercizio di autoveicoli

Leggi tutto...

Il calo dei carburanti frena l'inflazione

E-mail Stampa

istatAd ottobre il tasso d'inflazione annuo segna una brusca frenata, scendendo al 2,6% dal 3,2%. Il rallentamento risente anche del calo dei prezzi dei carburanti e del favorevole confronto con il periodo dell'anno scorso che registrò l'effetto del rialzo dell'Iva. Lo rileva l'Istat, confermando le stime. Il dato tendenziale torna così ai livelli di circa un anno e mezzo fa, ovvero al maggio 2011. Su base mensile i prezzi sono rimasti fermi.

Leggi tutto...

Le accise fermano posti di lavoro ed economia

E-mail Stampa

Mentre l'Istat attesta che nel nostro paese la disoccupazione sale al 10,8% ai massimi dal 2004 con il record di 2,8 milioni di disoccupati, la National Institute for Economie and Social Research (NIESR) divulga uno studio realizzato per l'associazione di consumatori inglese la Fair-FuelUK, da cui emerge che ogni aumento dell'accisa è deleterio sia per i posti di lavoro che per il Pil.

Leggi tutto...

Pagina 7 di 24

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie