GestoriCarburanti

Domenica, Dec 08th

Last update:08:32:00 AM GMT

Mercato auto 2012: ad agosto solo 56.447 immatricolazioni

E-mail Stampa

"Siamo alla nona contrazione consecutiva per il mercato nazionale dell'auto, che tocca un nuovo record negativo posizionandosi all'incirca sui livelli del 1964 - ha dichiarato Roberto Vavassori, presidente di Anfia - I motivi?  in primis il forte rialzo congiunturale dei prezzi di tutti i carburanti ad agosto, ma continuano a pesare anche l'incertezza dei consumatori legata alla crisi dell'Euro e l'alto tasso di disoccupazione".

Un crollo senza fine e sempre più preoccupante. Il mercato automobilistico italiano ha vissuto un agosto nero, forse il peggior mese di sempre, con appena 56.477 immatricolazioni ed una perdita del 20.2%, rispetto all'agosto 2011. Ed il bilancio dei primi otto mesi del 2012 è sempre più in rosso con una flessione complessiva del 19.9%, rispetto all'anno scorso, per appena 981.030 auto vendute.

Le case italiane perdono complessivamente il 21%, con un -20.5% per il Gruppo Fiat ed un segno negativo per tutte, con il solo pareggio per Lamborghini. In ribasso anche tutte le marche mondiali, con in controtendenza solamente Kia (+77.67%), Land Rover (+63.58%) e Subaru (+3.29%). La Fiat Panda è sempre la vettura più venduta del mese (e anche dall'inizio dell'anno), seguita da Fiat Punto e Ford Fiesta.

Commenti (3)
  • anonimo

    La presidenza nazionale della Faib è stata convocata per martedì 11 settembre 2012 a Roma, unitamente ai Comitati di colore, per discutere dell'attuazione e verifica degli impegni del verbale di incontro del 27 luglio 2012 siglato tra Mse, Unione Petrolifera, Retisti e Faib, Fegica, Figisc (v. Staffetta 27/07) e dell'attuazione dell'articolo 17, Legge 27/2012 sulle tipologie contrattuali,ni continui nella promozione, visti i dati diffusi dalla compagnia petrolifera riguardo i litri venduti nei week-end dello scontone” (v. Staffetta 04/09). Lo sostiene il presidente della Commissione straordinaria prezzi del Senato, Sergio Divina. Quei dati “dovrebbero fare riflettere il management dell'Eni - aggiunge - per fare in modo di ripristinare già dal prossimo fine settimana la ... ...ps aiutiamoci altrimenti è davvero finita

  • mp

    tanto l'eni ha solo bisogno del tempo per far firmare i nuovi contratti con la partecipazione del Gestore di 2,5 cent......
    è già programmato per natale..... a grande richiesta

  • Gigi

    8)

    Lo vedete come siamo egoisti (tutti noi)?

    Nessuno ha letto l'articolo, non gliene frega un c***o nulla a nessuno.

    Eppure quello dell'auto è collegato al nostro e, per diritto di cronaca, è bene sapere che migliaia di famiglie simili alle nostre rimarranno senza casa e senza mangiare.

    Ma non gliene frega un c***o niente a nessuno.

    La rovina sono i big manager della fabbrica italiana auto torino, petrolieri e politici - tutti c**o e camicia!

    Che paese di m***a!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie