GestoriCarburanti

Sabato, Dec 15th

Last update:01:33:11 PM GMT

I gestori sono sempre piu' in difficolta', chiesto lo stato di crisi

E-mail Stampa

marco zoratti manuel rizziUdine, La crisi dei distributori di carburanti continua. Specie lungo la fascia confinaria. Tanto da spingere Confesercenti e Faib a chiedere la riapertura urgente di un tavolo di crisi al quale riunire le sigle sindacali e attivare tutti gli strumenti possibili per ridurre l'impatto della concorrenza transfrontaliera ed eventualmente ridefinire la normativa regionale.

Non dice no l'assessore Fabio Scoccimarro, che ricorda però come "lo scorso 18 ottobre, assieme all'assessore alle Finanze Barbara Ziili, abbiamo incontrato tutti i portatori d'interesse del sistema dei contributi per il carburante agevolato in regione, dai consumatori alle compagnie, passando per la categoria dei gestori concordando appunto l'avvio di uno studio sul tema al fine di aggiornare la legge 14/2010".

"I tempi della Finanziaria 2019 - continua Scoccimarro - non avrebbero permesso una revisione efficace ed efficiente, quindi ho deciso di confermare i contributi per l'anno prossimo, anche ai veicoli più vecchi (dall'Euro O al 4) cui la legge avrebbe dimezzato l'agevolazione mettendo in difficoltà le famiglie che non possono permettersi l'acquisto di un mezzo di ultima generazione".

A giudizio dell'assessore, se quelle categorie di veicoli fossero state escluse come previsto, sarebbero andate a ingrossare le file di coloro che varcano il confine alla ricerca del pieno a minor prezzo. A danno dei nostri operatori, ma anche dell'ambiente. La norma dunque non cambia e siamo pronti a difenderla dalle eventuali contestazioni dell'Europa dei burocrati".

L'assessore ha in programma insieme al presidente Massimiliano Fedriga anche un incontro con i vertici di Assopetroli. "Li incontreremo a Roma in dicembre e in quell'occasione faremo presente che nella nostra regione il prezzo del carburante è mediamente superiore di 2 centesimi rispetto al Veneto e chiederemo che facciano uno sforzo per parificarlo".

Ultimo sforzo messo in campo dalla Regione quello a sostegno dei veicoli ecologici per 1,4 milioni di euro: "Oltre ai mezzi di nuova immatricolazione ho voluto estendere la possibilità di ricevere il contributo anche alle vetture Km O e usate, sempre nell'ottica divenire incontro alle famiglie meno abbienti, dando anche una scossa al mercato dell'auto regionale e abbattendo l'impatto sull'ambiente ringiovanendo il parco veicoli circolanti in Friuli".

Nel frattempo è stato risolto il problema legato ai ritardi nei pagamenti della benzina agevolata ai gestori. "Sono partiti i primi pagamenti - ha fatto sapere ieri l'assessore - come promesso da Unicredit e domani (oggi) verrà saldato quanto dovuto agli imprenditori".

Fonte: il Messaggero Veneto

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie