Sicilia, la categoria dei Gestori proclama lo stato di agitazione

Stampa

La categoria dei Gestori in Sicilia proclama lo stato di agitazione dopo l'incontro avvenuto tra Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc Confcommercio e l’assessore regionale alle Attività Produttive Linda Vancheri, incontro che secondo la rappresentanza dei gestori “non ha prodotto i risultati sperati”.

Il settore chiede un intervento del presidente della Regione Rosario Crocetta “affinché si provveda a stralciare la disciplina della distribuzione carburanti in Sicilia dal corpo del testo unico delle attività produttive che sembra dovrà approdare in Assemblea entro la fine di luglio”.

La categoria sottolinea da tempo la necessità di avviare ”un confronto mirato, tra i referenti della politica regionale e le rappresentanze degli operatori, sulle problematiche di una realtà che possiede caratteristiche specifiche e singolari rispetto a tutti gli altri comparti, che presentano tipologie merceologiche di ben altra natura di quelle del settore petrolifero”. E chiede “un impianto di regole moderno che garantisca una maggiore perequazione degli interessi lungo la filiera dei carburanti, oggi sbilanciati a vantaggio delle grandi lobby economiche e delle rendite di posizione a danno non solo degli 8.000 addetti di questo comparto, che vedono precarizzato il proprio posto di lavoro, ma anche degli automobilisti costretti a pagare prezzi dei carburanti non equi e discriminanti”.


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie