GestoriCarburanti

Lunedì, Oct 21st

Last update:08:32:00 AM GMT

A Biella la Prefettura in mediazione tra Gestori e compagnie petrolifere

E-mail Stampa

Sulla guerra in atto tra Gestori e compagnie petrolifere che si combatte in questi giorni nel Biellese a causa dell'apertura della megastazione di servizio Enercoop aperta nel centro commerciale gli Orsi di Biella,  sembra sia scesa in campo addirittura la prefettura. Infatti, anche se in maniera non proprio ufficiale, a quanto affermano alcuni organi di stampa locale sarebbe previsto un incontro tra il prefetto e le compagnie petrolife.

Ispiratrice dell'incontro la Faib Confesercenti la quale si è fatta da portavoce delle difficoltà dei Gestori interessando anche la politica trovando come portavoce anche la senatrice biellese del Pd Favero, segretaria della commissione Lavoro a palazzo Madama che nei giorni scorsi ha presentato un'interrogazione al ministero dello sviluppo economico per sollecitare l'applicazione delle norme contenute nel cosiddetto decreto liberalizzazioni del 2012, che attribuiva ai rivenditori di carburante qualche autonomia in più nei loro rapporti con le compagnie: "II decreto è rimasto in gran parte inattuato", spiega Favero, che nel frattempo ha chiesto un incontro nazionale con le associazioni di categoria.

Intanto alcune compagnie petrolifere hanno iniziato a reagire ai prezzi praticati da Enercoop. Sono TotalErg con la tipologia di impianti Ghost denominati TE e Q8 Easy che vendono il carburante in modalità totalmente selfizzata. In alcuni di questi impianti si possono ritrovare prezzi addirittura inferiori a quelli di Enercoop, segno evidente che le compagnie dove vogliono hanno margini adeguati per abbassare ed essere realmente competitivi.

Intanto la Faib Biellese, secondo le dichiarazioni rese sempre agli organi di stampa locale, sembra sia orientata a partire con la class-action contro le compagnie petrolifere, una minaccia che francamente  si scontra con una realtà molto diversa e che ha visto la Faib nazionale non sposare ancora la via delle cause per far fronte alle vertenze aperte con le aziende petrolifere.

La parola quindi al momento passa all'incontro che si terrà nella prefettura di Biella, si risolvesse qualcosa (ma abbiamo molti dubbi a tal proposito) sarebbe utile interessare tutte le prefetture del paese.

Commenti (6)
  • Salvatore Biondo  - L'occupazione

    Che vergogna di paese!!!.La grande distribuzione sta rovinando il paese.Stanno facendo di tutto per automatizzare tutto a scapito delle piccole e medie imprese che hanno retto il paese.

    .

  • Feddy

    E' la dimostrazione che stanno dicendo a tutti i Gestori di ritirarsi. Di racimolare tutto il credito e di lasciare. Non c'è più scampo! Nessuno ha dato una mano, neanche i sindacati (che comunque non li abbiamo appoggiati). A me l'hanno detto esplicitamente: lascia e vattene, sei ancora in tempo. Ed io l'ho fatto!

  • pippo

    NON andate da nessuno !!!!! ne prefetto ne altro ; mettetevi TUTTI d accordo e chiudete tutti gli impianti a tempo indeterminato ,senza paura di denunce o altro verranno loro da voi e VOI detterete le vs condizioni tanto morti per morti tutto il resto sono solo chiacchere e politica sulla vs pelle

  • Anonimo

    non si preoccupi mi rifornisco alla pompa bianca.
    costa molto meno!!!

  • Asdrubale

    Tentare di fermare l'automazione degli impianti, l'introduzione del self ovunque e la razionaliaazione della rete 8leggi: chiudere almeno 8-10.000 distributori) è come fermare un fiume d'acqua con le mani: impresa vana.

    Chi puo' abbandoni il campo ora, salvando il salvabile.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie