A Palermo individuati 19 distributori incompatibili e il Comune ne impone la chiusura

Stampa

Succede a Palermo, dove diciannove stazioni di servizio dovranno chiudere al più presto, mentre per altre due scatterà l'intervento dei vigili urbani. Il comune di Palermo, messo alle strette dai lavori per il tram e dal decreto Monti, scrive ad alcuni impianti cittadini per notificargli l'avviso di diniego che corrisponde, nei fatti, al primo passo di un iter che porterà alla chiusura definitiva.

Si tratta per lo più di impianti che il comune ha classificato come di “tipo 1” e che, ad oggi, risultano fuori legge perché incompatibili con il traffico, il codice della strada o la destinazione urbanistica. Il decreto Monti, in realtà, era assai più severo perché riguardava tutti quegli impianti non dotati del self service ma la Regione siciliana, lo scorso 25 ottobre, non lo ha recepito integralmente. E così a dover chiudere i battenti saranno solo quelli che creano intralcio al traffico perché, per esempio, hanno le colonnine posizionate sul marciapiede.

Adesso ci sarà circa un mese di tempo per presentare le osservazioni che, se non accolte, saranno seguite dalla revoca della concessione del suolo pubblico. “L'amministrazione non ha margini di manovra – dice il consigliere Idv Pierpaolo La Commare, componente della commissione Urbanistica – se non quello di verificare se, nel tempo, è cambiato qualcosa che faccia venire meno l'incompatibilità. Abbiamo incontrato più volte i gestori e le compagnie per comunicare lo stato delle cose. L'amministrazione, almeno, ha affrontato la questione dei carburanti dopo anni di inazione. L'attenzione è grande per tutte quelle situazioni che possono essere declassificate rispetto all'attuale condizione di incompatibilità”.


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie