Proposta di legge Regione Campania per ammodernamento distribuzione carburanti

Stampa

Distribzione carburanti al centro del dibattito in Campania, attraverso un'apposita proposta di legge, la Regione si pone l'obbiettivo di qualificare e ammodernare il sistema distributivo dei carburanti attraverso la maggiore presenza di servizi resi all’utenza con l'obbiettivo finale di abbassare i prezzi. Il disegno normativo porta il nome e la firma di Fulvio Martusciello, consigliere del presidente Stefano Caldoro alle Attività produttive.

Tra i 35 articoli presenti presente nel progetto di legge c'è “ammodernamento e miglioramento qualitativo della rete degli impianti attraverso la maggiore presenza di servizi resi all’utenza; rilascio da parte dei Comuni dell’autorizzazione per l’installazione e l’esercizio di impianti di distribuzione carburanti e fissazione dei criteri degli orari e dei turni di apertura e chiusura, sulla base degli indirizzi regionali; istituzione della Commissione Consultiva regionale relativa agli impianti di distribuzione carburanti, con il compito di formulare proposte all’amministrazione su qualificazione e ammodernamento della rete; possibilità per gli impianti di realizzare attività commerciali integrative per incrementare il numero e la qualità dei servizi per l’auto e per l’automobilista (officina meccanica, elettrauto, gommista, lavaggio, servizi di lubrificazione, servizi informativi di interesse generale turistico, aree attrezzate per autocaravan, servizi igienici di uso pubblico, fax, fotocopie, rete internet, bancomat, punto telefonico pubblico, strutture ricettive; somministrazione di alimenti e bevande; vendita di quotidiani e periodici; rivendita tabacchi); promozione da parte dei Comuni di accordi di programma con gli operatori del settore, anche su richiesta dei gestori e dei titolari, per agevolare interventi di riqualificazione degli impianti esistenti. I Comuni possono inoltre sottoporre a verifica di sicurezza sanitaria e ambientale gli impianti esistenti”.

Alla conferenza stampa di presentazione della normativa hanno partecipato i delegati di Assogas, Assogasmetano, Assopetroli, Consorzio Grandi Reti, Distragas, Faib, Federmetano, Fegica, Figisc, Unione Petrolifera, Eni, Esso, Ies, Q8, Tamoil, TotalErg, Api, Shell, i quali hanno condiviso con il consigliere la bontà della proposta.


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie