In Puglia il prezzo dei carburanti torna amministrato

Stampa

La cancellazione approvata all'unanimità dal Consiglio regionale della puglia dal 1° gennaio 2013 dell’Irba (accise regionale pari a 2,5 centesimi per litro di benzina ), non sembra aver avuto effetti immediati sui prezzi dei carburanti in Puglia. Secondo alcuni consiglieri regionali la riduzione dell'accisa non sarebbe ancora stata riversata al consumatore finale.

Nella giornata di ieri si è arrivati addirittura a richiedere l'avvio dei controlli per garantire che l'eliminazione dell'accisa provochi una reale diminuzione dei prezzi e non "venga invece assorbita nei guadagni dei Gestori". Tra le iniziative lanciate in prima linea quella del consigliere regionale Pd Epifani, la proposta arriva addirittura a "denunciare alla Guardia di Finanza e al Codacons la beffa delle compagnie petrolifere e dei gestori dei distributori di carburante che non hanno ancora decurtato dal costo della benzina l'Irba".

Peccato che il consigliere Epifani, oltre ad evocare metodi da stato di polizia in un paese dove vige un regime di prezzi liberi, non abbia considerato  l'effetto del mancato adeguamento in considerazione delle giacenze di fine anno che vedono il prodotto acquistato ancora con il regime di Irba.

Se poi il consiglieri della Puglia guidati da Epifani hanno intenzione di tornare ai prezzi amministrati  i Gestori saranno i primi a coglierne i benefici, ma non crediamo sia contento il segretario nazionale del pd, liberista ed ex benzinaio, Bersani.


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie