GestoriCarburanti

Sabato, Dec 15th

Last update:01:33:11 PM GMT

Gestore fa causa a EG Group italia, la compagnia per ritorsione rivuole l’impianto

E-mail Stampa

esso logorato550Il Gestore fa causa alla EG Group italia per il mancato rispetto degli accordi. La compagnia per ritorsione rivuole l’impianto, ma il Gestore resiste e chiama i carabinieri

Dalle aule ai tribunale allo "scontro" diretto. Attimi di tensione mercoledì mattina alla stazione di servizio Esso in via Orzinuovi a Logorato (BS) quando sull'impianto gestito dal Gestore Fabrizio Catelli sono giunti tre funzionari di Eg Italia per ispezionare i locali e rilevare l'attività. Fa parte di un periodo di pressione spiega Catelli

La presenza dei carabinieri di Chiari sul piazzale della stazione di servizio Esso ha, probabilmente, evitato il peggio. Ad avvisare i militari dell'arrivo dei funzionari della Eg Italia, società della galassia Eg Group, multinazionale che lo scorso febbraio ha acquisito 1.100 stazioni di servizio Esso italiane, è stato il gestore Fabrizio Catelli.

«Un anno fa - spiega Catelli al Giornale di Brescia- abbiamo intrapreso un'azione legale tutt'ora pendente davanti a diversi tribunali per l'attività svolta dalla compagnia petrolifera in contraddizione agli accordi sindacali di categoria, per un valore di circa 1OOmila euro. Ora si sentono messi alle strette e agiscono di propria iniziativa, mandando lettere bellicose e pensando di poter fare a modo loro». Stando al racconto di Catelli, le intenzioni dei tre funzionari, due uomini e una donna, sarebbero state quelle di riprendersi le chiavi del distributore «senza alcuna disposizione giudiziale - insiste Catelli - Questi pensano di vivere chissà in quale epoca».

Nei giorni scorsi il gestore avrebbe ricevuto una lettera della Eg Italia che preannunciava l'arrivo dei funzionari alle 10 di mercoledì mattina e in cui si chiedeva al titolare di farsi trovare sul posto. «Io ho quindi avvisato i carabinieri -aggiunge Catelli - e chiesto ad una ventina di persone di farsi trovare al distributore come testimoni».

"Ormai siamo arrivati alla follia", conclude Catelli, che Lamenta il "grave disagio» che i gestori dei distributori a marchio Esso, vivono dopo il passaggio della proprietà alla Eg Italia. Disagio denunciato anche dai sindacati che in una lettera inviata alla proprietà lo scorso 26 ottobre firmata da Faib Confesercenti, Feiga Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, parlano di "abusi e indebite pressioni» ai danni dei gestori che, concludono, «provvederemo a segnalare agli organi competenti». Chissà se la visita di mercoledì rientra tra questi i casi.

Il gruppo anglo pakistano è entrato nel nostro paese nel giugno 2017 con l'acquisizione del “maxi pacchetto” Esso, poi il closing lo scorso febbraio con il passaggio di consegne definitivo. EG Italia, controllata di EG group, ha dunque avviato da qualche mese la piena operatività: ha firmato un accordo con i gestori e ha iniziato a dare la propria impronta ai punti vendita che manterranno il marchio Esso.

Commenti (2)
  • antimo  - Perchè chiamare i carabinieri?

    I POMPIERI, doveva chiamare, dopo aver inavvertitamente dimenticato un erogatore in funzione.

  • mario da parma

    penso che dovremmo essere tutti solidali con il collega,
    e se dovesse servire proclamare lo stato di agitazione
    in difesa dei nostri legittimi interessi a difesa del contratto
    sicuro che la EG se trova una categoria unita rispetterà alla lettera
    il contratto senza minacce

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie