GestoriCarburanti

Mercoledì, Nov 21st

Last update:08:00:08 AM GMT

A Monza chiude Gestore storico. Sui giornali, 'ci mancherai'

E-mail Stampa

alberto bosiUn altro piccolo pezzo di Monza chiuderà a breve. Il 30 ottobre infatti il benzinaio Esso situato in via Lecco abbasserà le saracinesche. Mancherà agli abitanti del quartiere ed anche a chi si faceva più di qualche chilometro pur di essere serviti da loro.

Non solo per il lavoro svolto sempre in maniera ineccepibile, ma anche e soprattutto per il sorriso con il quale si veniva accolti quando si andava a fare benzina. E questo il commento apparso in alcuni organi di stampa che segnalano la chiusura dell'impianto.

“Purtroppo i costi superano i ricavi, e quando è così non c’è nulla da fare”, queste le parole pronunciate con grande rammarico dal titolare dell’attività Alberto Bosi, che vede così terminare un’attività durata ben venticinque anni. Venticinque anni nei quali la cordialità e la gentilezza sono sempre stati all’ordine del giorno. Alle volte infatti una sosta per fare benzina si tramutava in un breve momento nel quale scambiarsi due parole.

“Nonostante aver lavorato duramente per molto tempo, ci siamo sempre divertiti. Ho iniziato questa professione per dare una mano allo zio di mia moglie, e quello che all’inizio sembrava un semplice aiuto è diventato una professione che ho sempre svolto con divertimento e dedizione” – continua Bosi – sottolineando la passione con la quale svolgeva il proprio lavoro, ed era proprio questo che faceva la differenza per i suoi clienti.

Dal 30 ottobre Bosi chiuderà l'impianto ed allora un altro pezzo di storia per questo lavoro verrà archiviato.

Commenti (6)
  • max

    a Monza c'e una moria d'impianti..alcuni eni sono proprio chiusi,alcuni sono diventati ghost..i q8 sono stati convertiti a easy e cosi' i pochi Gestori rimasti a malapena stanno in piedi..mi auguro che il Gestore abbia trovato una valida alternativa..in bocca al lupo..

  • Anonimo  - Politiche incomprensibili

    i Gestori mollano e nessuno delle compagnie (ai sindacati non ci penso proprio), si rende conto che gli attuali margini sono ormai comici?
    Dove vogliono arrivare?

  • pippo

    Vogliono arrivare alla totale estromissione dal sistema distributivo dei Gestori intesi come tali PUNTO
    Il Gestore è un peso ,è una figura professionale superata ,vogliono schiavi ,vogliono gestire LORO in tutto il sistema ,vogliono dare la distribuzione alle coop e alle p bianche che ora mai non sono piu soggetti marginali ma vere e proprie lobby in grado di dettare legge Come si fa ha costringere un Gestore a lasciare ? basta prenderlo per il collo e strozzarlo con un margine da fame Facile .Lascerà' spontaneamente
    Verra' un giorno non tanto lontano, che gli impianti saranno uno ogni 20 km ,in self ,senza personale ,solo allora i clienti si accorgeranno ,altro che i falsi sorrisi perche gli pulisci il vetro e appena provano un p v con un millesimo in meno non ti conoscono piu
    Ricordiamoci sempre che avevamo il mondo ai ns piedi e ci siamo venduti per un litro in piu ,oggi non piangiamoci addosso ,il male che si vuole non è mai abbastanza

  • OLEOBLITZ

    purtroppo il numero degli impianti non scende, tenerli aperti anche incompatibili ma tenerli aperti....mentre sempre meno Gestori, alla totale rottamazione della categoria...questo sta succedendo da anni....sempre più self sempre più GHOST...ebbene non era meglio ristrutturare la rete carburanti? invece di chiudere impianti si è scelto di affamare il Gestore e costringerlo a cedere e rimanere a casa.. :( peccato ma veramente peccato....

  • Federico

    Oleobitz ci spieghi quali sono gli inconpatibili e se lui ne fa
    Parte ?

  • Francesco  - Impianti incompatibili?

    Un'altra presa in giro da parte degli uscenti politici: la L. 124/2017 per la chiusura degli impianti incompatibili ha ancora una volta ottenuto l'effetto contrario: far restare aperti gli impianti incompatibili. Il trucco? Qual'è la differenza fra "sede stradale" e "carreggiata" ?? :grin :roll Mentre il DM 31.10.2001 stabiliva che erano incompatibili i distributori carburanti che si trovavano sulla "sede stradale" la successiva Legge 124 ha stabilito che invece lo erano quelli ubicati sulla "carreggiata" :grin quindi quanti impianti verranno chiusi? pare 500 .... toh abbondiamo: 1.000 !!!
    A parte questo, comunque il problema della possibilità di sopravvivenza dei Gestori è esclusivamente nel "margine" .... la mia teoria è sempre la stessa: il Gestore è un "esattore" delle tasse dello Stato: le accise e l'IVA .... dal momento che esse compongono quasi il 70% del costo di un litro di benzina. Il Gestore deve "anticipare" allo Stato in un colpo solo il 70% di quello che acquista per poi recuperarlo a poco alla volta con il rischio delle rapine, dei furti ecc. ecc.: ne più ne meno quello che fanno le esattorie dello Stato! Devo anticipare 1,750 € per guadagnarci, al lordo, soltanto 0,050 € ??? Dal momento che sono in effetti un esattore dello Stato, esigo da esso la percentuale del 7% su quanto incasso per conto suo e praticamente sull'importo medio delle accise fra benzina e gasolio che è pari a 0,672 €, tralasciando l'IVA ... sarebbe a dire un margine da parte dello Stato di 0,047 € a litro più il margine che mi passa la Compagna. Diciamo che con un margine di 0,087€ IVA esclusa pro litro la famiglia la posso mantenere .... e rinuncio ovviamente alle agevolazioni fiscali che lo Stato concede al Gestore carburanti .... :grin

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie