GestoriCarburanti

Lunedì, Nov 18th

Last update:08:32:00 AM GMT

Madrid liberalizza i carburanti

E-mail Stampa

La Spagna diventa esportatore di prodotti petroliferi

Quotidiano Energia - Drastica liberalizzazione del settore carburanti in Spagna, nell'ambito del decreto di stimolo all'economia approvato dal Governo di Mariano Rajoy. Il decreto, pubblicato sabato sulla G.U.,   modifica la normativa del 1998 sinora in vigore eliminando le barriere amministrative all'apertura di nuove stazioni di servizio e includendo automaticamente l'autorizzazione all'esercizio di distributori di carburanti nelle licenze dei centri commerciali e delle aree industriali.

Il decreto limita inoltre a 12 mesi la durata dei contratti di fornitura in esclusiva e vieta i prezzi raccomandati. In aggiunta, le compagnie con una quota di mercato superiore al 30% in una provincia non potranno aprire altre stazioni di servizio o stipulare nuovi contratti di fornitura in esclusiva in quel territorio.

La Spagna si è intanto trasformata da importatore a esportatore netto di prodotti petroliferi. In base al Bollettino statistico degli idrocarburi pubblicato ieri, i nuovi impianti di raffinazione di Cartagena e Bilbao hanno permesso infatti nel 2012 di aumentare l'export del 30,8% rispetto all'anno precedente fino a 17 milioni di tonnellate e ridurre l'import del 28% a 16,5 m.ni ton. Il Paese ha conseguentemente importato più greggio (+12% a 58,7 m.ni ton), nonostante un calo dei consumi interni di benzina e gasolio del 6,3% a 26,1 m.ni ton.

Il decreto di stimolo e il bollettino idrocarburi sono disponibili sul sito di QE.

Per gentile concessione di Quotidiano Energia

Commenti (5)
  • oleoblitz  - olè olè olè

    evviva espana...liberalizziamo tutto...avanti così, chi cì stà bene e se no salti per aria.. ERA ORA!!!!!! :) :grin 8)

  • mario da parma

    attenzione oleobliz,potremmo saltare tutti,io sono pronto alla liberalizzazione totale,anche a comprarmi la stazione il probblema è che non la vendono perchè che se ne dica rendono ancora

  • oleoblitz  - a mario da parma

    scusa mario...ma la stazione è mia purtroppo sono convenzionato e da contratto non posso andarmene se non dietro forti penali, e quindi magari venisse in italia come poi se ne era già parlato...fidati si andrebbe meglio tutti...anke perchè non avresti bisogno di comprare nulla, pagheresti un affitto oppure una bella buonauscita...ma ci pensi comprare carburante nel libero mercato, farti tu il prezzo e mettere in concorrenza tutti contro tutti, è il futuro, finalmente veri commercianti...

  • Donato

    Libero mercato? cos'è? In Italia non esiste un libero mercato tu sei capace di farti una raffineria ho un deposito è comprare il prodotto dall' estero? allora sarai costretto a comprare sempre da un tramite che comunque acquista da mamma ENI, La Spagna sta per mettere i propri Gestori nelle nostre condizioni se non peggio.

  • oleoblitz  - ma cosa dici??????

    caro DONATO...allarga la mente, informati, tanto per cominciare sai cos'è SARAS??? famiglia MORATTI ke tutti conoscono come presidente dell'inter calcio, ma ti dico di più eni comprava prodotto da repsol compagnia spagnola nel periodo degli scontoni perchè gli costava meno ke raffinarlo in Italia e questo era scritto anke su staffetta quotidiana...donato allarga la mente, e poi lasciamo tempo al futuro arriverà un vero mercato libero e tutti noi saremo più liberi...io son fiducioso...anke nel mio piccolo...ciao e buona fortuna a tutti di cuore cari colleghi... :) :grin 8)

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie