GestoriCarburanti

Sabato, Dec 15th

Last update:01:33:11 PM GMT

La guardia di finanza di Venezia continua le indagini sulle frodi fiscali

E-mail Stampa

comandante-finanzaContinua il passaggio dall'est del carburante a basso costo, in arrivo dall'estero attraverso i paesi dell'est. La guardia di finanza di Venezia continua le indagini sulle frodi fiscali parcheggiati all'uscita dell'autostrada e in aree di sosta libere.

Le rotte del carburante a basso costo continuano ad essere quelle che passano dalla Slovenia alla Croazia.

L'indagine partita dalla guardia di Finanza di Venezia ed ora in mano alla procura si arricchisce di nuovi filoni sui flussi finanziari. Un business corposo partito grazie al decreto Monti sui depositi e scoperto grazie ai prezzi stracciati esposti su alcuni impianti delle cosidette pompe bianche.

Una frode carosello con società cartiere che acquistano carburante all'estero immesso al consumo pagando solo le accise senza versare l'iva all'erario.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie