GestoriCarburanti

Giovedì, Nov 14th

Last update:08:32:00 AM GMT

Due Gestori a Pescara truffavano gli automobilisti

E-mail Stampa

E' finita tra le prime notizie dell'informazione di ieri, con una esagerata enfasi,  la storia dei gestori che ingannavano i clienti facendo pagare piu' carburante di quello erogato, i due gestori del distributore di benzina scoperti dai finanzieri del Comando Provinciale di Pescara e denunciati per truffa aggravata.

Nelle immagini girate dalla Guardia di Finanza con telecamera nascosta, si vede uno dei due gestori che distrae l'automobilista di turno, mentre l'altro modifica i numeri del display sulla colonnina. Le indagini sono partite dopo le segnalazioni dei clienti relative a percorrenze anomale.

A seguito della notizia diffusa dalla stampa e dalle televisioni inerente il comportamento scorretto tenuto da un impianto di distribuzione carburanti di Pescara ai danni della clientela, interviene il Presidente della Figisc/Confcommercio Pescara, Luciano Di Simone: “Come associazione dei gestori stigmatizziamo senza alcuna riserva l’accaduto ma invitiamo l’opinione pubblica a non generalizzare in quanto un caso isolato non può gettare discredito su una categoria composta da persone che quotidianamente svolgono con la massima onestà un lavoro duro per offrire un servizio corretto ai clienti.

La stessa stampa, che ha giustamente riportato la notizia odierna, ha spesso dato risalto alle rapine sempre più frequenti di cui sono oggetto i gestori e in alcuni casi anche ad episodi più gravi culminati con il ferimento o la morte degli stessi. Inoltre, sono ormai all’ordine del giorno i casi in cui clienti disonesti operano il rifornimento fai da te abbandonando fulmineamente l’impianto senza pagare il corrispettivo erogato. Con questo, ci ripetiamo, non vogliamo assolutamente ridimensionare il grave fatto denunciato dalla Guardia di Finanza, ma vogliamo solamente difendere l’immagine di tutti gli altri gestori che svolgono onestamente e con margini di guadagno sempre più ridotti un duro lavoro e che non meritano di essere additati in maniera distorta”.

Commenti (4)
  • Gestore eni

    Giusto non generalizzare ma nessuna giustificazione nessun se e nessun ma' solo vergogna.

  • Anonimo

    Non c'è nulla da difendere, quando si butta fango su una intera categoria," tra l'altro in agania", però , c'è un però, un utente che scappa senza pagare , ha fregato il Gestore, un Gestore che frega, frega tanta gente , la differenza c'è

  • Max

    e capirai che tragedia...non voglio giustificare ..pero' vorrei solo ricordare che chi e' sta al governo fa scuola...
    e li' non si tratta di qualche centinaia di euro ma di milioni di euro..

  • Gestore ip

    pero' anche i clienti potrebbero girarsi e guardare il contalitri che gira.
    proprio adesso ho avuto una discussione con una signora che diceva
    che non le ho messo i dieci euro che era in riserva e gli segnava ancora la riserva dopo il rifornimento.
    Le ho detto che tiravo fuori il carburante per dimostrare che il rifornimento era stato effettuato ma lei ha detto che aveva fretta e se ne' andata.
    Anche se io sono a posto con la mia coscienza queste cose mi fanno
    arrabbiare veramente tanto. A questo punto meglio il self prepay cosi'
    non rompe piu' le scatole nessuno .

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie