GestoriCarburanti

Sabato, Nov 16th

Last update:08:32:00 AM GMT

Strage evitata nel tentativo di scardinare con una bombola del gas il self Eni h24

E-mail Stampa

"Poteva essere una strage" con queste parole è stato definito il tentativo di scasso della cassa del self dell'impianto di benzina Agip nei pressi della rotonda di viale Regione siciliana a Palermo. L'ordigno rudimentale, una bombola del gas collegata con dei fili elettrici alla batteria di una moto, era posizionato vicino al self-service con promozione Eni H24.

La scoperta è stata fatta questa mattina dal Gestore, che ha subito allertato vigili del fuoco e polizia. Gli artificieri hanno disinnescato l'ordigno rudimentale. Le indagini sembrano fugare ogni dubbio verso la rapina scartando l'ipotesi  dell'attentato, come era stato ipotizzato in un primo momento, perché i poliziotti accanto alla bombola del gas hanno trovato anche un piede di porco.

"Se fosse esplosa la bombola adesso saremmo a contare morti e feriti", dicono dalla sala operativa dei vigili del fuoco. Attorno alla stazione di servizio il traffico ha subito notevoli rallentamenti, ma questa volta la colpa è da ascriversi ai motivi di sicurezza e non per gli sconti dovuti alla macchinetta del Self.

Un tentativo di scasso che segue la logica degli sconti e quindi della "presunta" notevole mole di denaro contenuto dalla cassa dei self aderenti. La speranza è quella che questa modalità di vendita venga abbandonata prima ancora che certi eventi portino con se conseguenze peggiori di quelle appena descritte.

Commenti (50)
  • batman

    ....notevole mole di denaro contenuto dalla cassa.....MA CHI è CHE LASCIA NOTEVOLI QUANTITà DI DENARO NEI SELF, AMMESSO CHE CI SIA ANCORA GENTE CHE Và IN GIRO CON LE AUTO IN ITAgliA. HAHAHAHAHA

  • mario api ip

    io dalle 23 e 30 di ieri sera , prima operazione visto ora dal pc incasso 5 euri alle 5 e 27 ..... scassinate la mia aaaaa

  • alberto  - i conti della serva

    La situazione è alquanto semplice. I consumi annui sono in calo ormai da tempo per vari fattori si economici che di consumo effettivo del parco circolante.
    Con un gran caldo oltre 40° durante tutto il mese di luglio, come bar, mi aspetterei consumi esagerati di bibite, acqua, birre.
    Con il freddo inverno farò dei gran caffè,cappucci e cioccolate.
    più persisterà il gran freddo od il gran caldo più mi aspetto un ottimo incasso per il bar. Ricordiamo però che il nostro corpo è fatto di carne ed ossa, soprattutto di acqua. E' vivo.
    Le auto non sono vive. Non rispondono a fattori ambientali ma solo dalla necessità e possibilità di spesa di chi le opera.
    Chiamiamo 1000 il consumo annuo nel paese itali.
    Siamo in 27000 a spartirci il reddito di questo 1000 consumato, che voglia o meno.
    Ora chi si illude che fregando il litro al collega diventerà ricco ha sbagliato previsione. IL VENDUTO ANNUO iTALIA NON AUMENTERA'
    Riduciamo il !000 alla nostra via dove ci sono ipoteticamente 3 impianti.
    Diciano che il potenziale di vendita di questi tre impianti sia 10.
    Possaimo farci la lotta per avere il 4 e lasciare agli altri il 3. Per avere il 4 parteciapiamo allo scontone e ci ritroviamo che il reddito prodotto dal nostro 10 potenziale e' diventato 8. quello vicino vede sempre la fila. ohh che bello quanto vende. ecco che allora altro scontone per fregare il vicino. il nostro reddito effettivo si riduce a 6. Siamo sempre noi 3 a spartircelo. Ecco che arranchiamo, chiediamo il prestito in banca e con il 6 effettivo al posto del 10 potenziale ci mangiamo su la casa.
    Ora la compagnia ci ha veramente in mano. Perdere la possibilità di far circolare denaro vorrebbe dire "Fallimento".
    Firmeremo di tutto per terrore.
    Questo vuole significare che se il poteziale di vendita sommato Italia è mille, a qualsiasi prezzo venderemmo !000, senza rimetterci del nostro per cadere poi nella spirale discendente che porterà inesorabilmente alla rovina. Quando le uscite superano le entrate puoi crogiolarti nei tuoi milioni di litri con l'ACR ma morirai di fame comunque.
    Dunque, riepilogando, da tempo sto cercando di coinvolgervi perchè sono fermamente convinto che l'uomo sia fondamentalmente buono.
    Spesso però cade in trappole ed inganni ordite da uomini non altrettanto buoni per poi finirne succube.
    La nostra principale protesta è la disdetta a tutti gli sconti e scontoni che ci decurtano il guadagno mettendo in difficoltà le petrolifere che stanno spendendo fior di quattrini per pubblicizzarli. Il nostro obiettivo sono le petrolifere non gli utenti. Lo sciopero fa chiasso ma non danneggia direttamente le petrolifere.
    Suvvia ora, date queste disdette e combattiamo un battaglia giusta.
    Salvaguardiamo i nostri guadagni applicando come minimo 2-3 o 10 cent in più al litro. Se i consumi sono 1000 facciamoli redere come fossero 2000, non 500.
    Conto sul vostro buon senso.

  • MARIO API IP

    ALBERTO IO RESISTO , MA SE UL SINDACATO O IL RAPPRESENTANTE DI OGNI REGIONE NON CI PRENDE PER LE ORECCHIE TUTTI , E TUTTI DACCORDO IL PROBLEMA NON SI RISOLVE , C'E SEMPRE QUELLO CHE VUOLE FREGARTI, E CON QUESTE PERSONE CI VOGLIONO I VECCHI SISTEMI ..
    IO SONO PER L'ABOLIZIONE DEGLI SCONTI ..
    SI SONO FATTI SCIOPER PER PRENDERE IL MARGIPE PRO LITRO ATTUALE , E SI FA A GARA ALLO SCONTO MAGGIORE , E GUADAGNARE 2 CENTESIMI LITRO ..

  • Anonimo

    caro mario,
    pensa ad una squadra di calcio che continua ad incassare gol ed i suoi difensori continuano a darsi la colpa l'uno con l'altro mentre gli avversari(petrolieri) godono.
    Tutta la squadra in difesa con gli attaccanti che arrancano perche nessuno da loro retta.
    Iniziamo da ogni singolo a dare queste benedette disdette, quando ci ritroveremo noi che non abbiamo firmato più mille disdette la palla tornerà al centro e potremo sia difendere che attaccare.

  • mario api ip

    si ma io sono solo chi e la mia squadra ' che ognuno pensa ai c***i suoi ... credo che aspettano morte tua vita mia ...

  • mario da parma

    io non ho mai fatto sconti a mie spese,sono in over e ho perso come chi fà lo sconto a proprie spese,spero che finalmente i colleghi capiscano che noi siamo sui piazzali solo per guadagnare il più possibile,non serve vendere molto per guadagnare poco

  • pippo

    Cari Gestori :certe mail continuano a essere assurde gest che si preoccupano degli sconti altri che fanno moralismo ecc e mi domando : ma avete ben chiaro il vs futuro o no o facciamo finta di niente per esorcizzarlo ? vi dico due cose e spero di essere smentito esso eni q8 totalerg NON rinnovano piu i contratti di comodato in scadenza ci obbligheranno con contratti da spazzapiazzali da 800 euro al mese lo capiamo o no altro che sconti !! Gli unici imp che stanno sopravivendo sono P B coop e GDO gli altri stanno morendo con il beneplacido del sindacato e del governo e non rompete le palle con il sindacato siamo noi il sindacato non sta facendo o proponendo nulla ripeto sono passati 2 mesi dallo sciopero cosa stanno aspettando ? E la cosa piu vergognosa é che nonnemmeno la dignita di risponderci VERGOGNA !!!

  • alberto

    e chi se ne frega dei contratti, fino a che non deposito la licenza all'utf la compagnia mi deve rifornire altrimenti,essendo servizio di pubblica utilità, la posso ordinare altrove e devo eesre in grado di fornire il servizio. SVEGLIA!!!!!

  • pippo per pollici versi

    perche non scrivete il vs dissenso alla mail in modo che si possa ragionare e capire altrimenti il pollice non ha senso nessuno é infallibile e tutti abbiamo bisogno di imparare

  • oleoblitz  - basta sconti

    anno 2010 litri venduti 1611000 con sconto...margine 2,2 cent/litro anno 2011 litri venduti 1458000 con sconto...margine 2,2 cent/litro anno 2012 litri venduti 711000 senza sconto margine 4,9 cent/litro nel 2012 disdetta anche campagna punti del costo 2643 euro/anno DETTO QUESTO calcolatrice alla mano fatevi voi i conti...penso e come sempre sostengo BASTA SCONTI!!!!!! :) :grin :)

  • alberto

    bravo oleobliz. E' mai possibile che dopo tutto quanto scritto, trito e ritrito su un argomento serio che non si limiti a criticare per sentirsi dalla parte del giusto, solo oleobliz, Mario da Parma ed il sottoscritto abbiano qualcosa da dire?

  • mario api ip

    oleoblitz e ce bisogno di fare i conti , da mo che me li sono fatti da 1 milione di litri so sceso a 611000 , ora che ho perso tanto mi propongono di fare uno sconto di - 11 ma a 2 centesimi litro, meglio vendere 500 mila litri a 0,048 più over che ripassare a 1 milione , anticipo soldi sugli sconti, aumento dei cali di giacenze, aumento enel ,
    ci vuole un botto di soldi da anticipare e ora come ora non ne ha nessuno, e piano piano anche i grandi cadranno dal piedistallo..

  • oleoblitz  - mario api ip e alberto siete grandi

    ragazzi se fossero tutti come noi non avremmo bisogno di nessuno questo è l'unica strada come dico da mesi non dobbiamo impoverirci facciamo il gioco solo delle compagnie, non avere paura di nulla noi ragazzi del piazzale...grazie colleghi, fate come me parlatene anche ad altri colleghi diteglielo, per favore ditelo ancora a chi non ha capitp o non si sa fare i conti...un saluto di cuore, uniti!!!!! :) :) :)

  • Stefano  - Per Alberto

    Fammi capire, se la compagnia ti blocca i rifornimenti perche non paghi tu puoi ricornirti ovunque violando clausole contrattuali? Ma dai....

  • alberto

    se non paghi nessuno ti rifornisce, se la causale di mancato rifornimento è invece la msncsnza di contratto di comodato e paghi, certo che ti riforniscono!

  • peppe  - i grandi non cadranno......

    non credo che "i grandi" cadranno. Nei prossimi mesi gli impianti senza accettatore dovranno chiudere per incompatibilità, gli impianti da poche centinaia di migliaia di litri pure , e i grandi verranno trasformati in ghost. Alla fine rimarranno soltanto i guardiani.....

  • oleoblitz  - stefano non hai capito

    scusa, non per insegnarti ma se non paghi non te la porta nessuno!!!! alberto diceva solo che ti puoi rivolgere da altri nel caso si rifiutano e rimani a secco, essendo ancora noi un servizio pubblico l'impianto in teoria non può rimanere senza prodotto, tutto qua!!!!

  • miki  - per oleoblitz

    Forse oltre a Stefano forse non ho capito neanche io.
    Come fai a rifornirti da altri quando l'impianto è di proprietà della compagnia a cui siamo legati mani e piedi con il contratto di fornitura in esclusiva che tutti hanno firmato?

  • gest.eni

    Ripeto:
    CARA TRIADE,NATALE E CAPODANNO SONO PASSATI E NON ABBIAMO FATTO SCIOPERO DURANTE LE FESTIVITA'PER NON CREARE DISAGI AI CITTADINI.AVETE DETTO CHE ABBIAMO DIMOSTRATO SENSO DI RESPONSABILITA'.
    Nel frattempo le petrolifere vanno avanti imperterrite con la loro politica omicida.
    CHE ASPETTIAMO ADESSO PER RIPRENDERE LA LOTTA?
    QUESTO TEMPOREGGIARE,FINALIZZATO A CHE COSA NON E' DATO DA SAPERE,A CHI GIOVA?

    Aspettiamo risposta con ansia.

  • mario api ip x oleoblitz

    oleblitz scusa io per ridurre il drop litigo ogni volta , e un gg quasi non mi arrivava la merce , xke l'ordine era inferiore al drop, se succede che non mi mandano il carburante per questo problema posso ritirarlo da altri ?
    e poi che conseguenze ci sono visto che il contratto di comodato dice fornitura in esclusiva ..
    e poi questi dropp quanto anno valore ..

  • pippo

    Eccoci alle solite in 4 che cercano spiegazioni l un l altro mario oleobliz alberto ecc tutti bravi ma molto lontani dalla realta il futuro dei Gestori non sara piu come 10 anni fa e questo dobbiamo mettercelo in testa come non é piu cosi per i piccoli negozi ormai lottare contro le comp con i vecchi sistemi fa ridere Provate a non pagare i rid ;alberto prova a ord i carburanti altrove con il cont di esclusiva e poi PERCHE QUELLO CHE DITE NON LO FATE ?Larisposta e che anche voi state aspettando qualquno che faccia i c***i vostri La nuova lotta deve essere unitaria al 100%tutti dobbiamo capire che dobbiamo lottare uniti accompagnati in questo da un sindacato battagliero e consapevole che ci stanno massacrando e cxhe nessuno é immune dalla fine éinconcepibile l immobilismo sindacale dopo lo sciopero e ancora piu grave la non presa di posizione alla proposta delle comp dei nuovi contratti spazzinops aspetto sempre la risp sindacale

  • oleoblitz  - leggete bene il contratto vostro

    per mario api ip e miki...cercate di capirmi e scusatemi ma dovrei star qui a scrivere il mondo se avessi il vostro telefono si farebbe molto prima comunque...nel contratto di comodato e gestione la società si obbliga in esclusiva a rifornire il suo impianto ke tu gestisci e tu non puoi prenderla da altre parti perchè se se ne accorgono ti cacciano, ma e dico ma non possono lasciare a secco un impianto operativo perchè siamo servizio pubblico quindi anche se ordini sotto il drop loro ti fan storie ma te la devono portare...il drop è un invenzione commerciale delle compagnie per spendere meno nella logistica, mentre il servizio pubblico è legge...il drop no!!!

  • oleoblitz  - per pippo

    ciao...stai tranquillo quello ke dici è vero ma era solo una domanda e risposta tra colleghi... :)

  • Lino Q8

    siamo tutti ,meno qualcuno,dei malati terminali :sigh :upset !
    La cura, urgentissima:
    - niente più sconti con ns partecipazione;
    - margini raddoppiati(almeno)
    - fra sei mesi visita di controllo(incontro per fare il punto della situazione)

    Firmato: Dott. Sindacato Colepalle

  • peppe  - Aumento dei margini? un sogno......

    Non mi sembra che esista la possibilità di negoziare sui margini, in considerazione delle ultime , scandalose proposte delle compagnie sul ghost. Le compagnie tendono a ridurre il margine, non ad aumentarlo : i sindacati lo sanno e cercano di salvare solo se stessi. Non mi stupirei se un giorno non molto lontano i capi della triade costituissero società di gestione degli impianti totalmente automatizzati, come avviene in Germania (dove tuttavia i compensi sono molto più alti , nell'ordine del centesimo e mezzo al litro senza impegno di capitale e senza problemi di cali, solo per custodia e segnalazione guasti, in media 6 milioni di litri ad impianto, fatevi due conti). Secondo me i sindacati puntano al contratto di commissione , con estromissione del Gestore (esclusi loro, ovviamente) , in modo da ereditare una rete efficiente, depurata da impianti obsoleti ed incompatibili e redditizia. Chi vivrà, vedrà. Purtroppo non sono molto fiducioso.....

  • alberto

    Aumentateli da solo

  • benz verde

    ciao a tutti. io impianto in questo momento senza sconti, margine attuale 3,8 cent + iva. costo punti 1cent +iva. è ovvio che non conviene applicare nessuno sconto, se no margine zero. se danno sconto applicare solo parte compagnia, e non il proprio, se no margine zero. conviene tenere chiuso.close.non aprire.stare a casa a dormire.
    quest'anno 3milioni e mezzo di litri, siamo in due, ogni tanto in tre. avevamo degli sconti ma come avete detto voi vendere tanto ma a zero serve a poco per il bilancio. noi siamo una piccola societè, ma se l'utile è nullo tantovale. meglio fare la nanna. :zzz :zzz
    basta sconti con partecipazione.

  • alberto

    Dopo aver letto alcuni interventi mi stupisco che ci siano persone che non hanno idea di cosa sia la licenza dell'utf, non e solo un nomero ed un fioglio, è l'arma più potente che abbiamo in mano!

  • Lino Q8

    Caro Alberto,non sapevo di avere un'arma in mano ( lic.utif),ma ti assicuro che fra non molto ne troverò una per iniziare a sparare !!
    Ammesso che è come dici tu come possiamo usarla?

  • Anonimo

    serve solo a pagare quando viene l'ufficiale metrico a fare il controllo degli erogatori...visto che siamo noi l'utente metrico....
    per il resto non so proprio l'utilità

  • mario api ip

    infatti non sappiamo usarla ; la mia e appena rinnovata a settembre 2012, ma non ce nessuna scadenza sopra , quindi ?
    delucidaci su tutto grazie alberto ..

  • alberto

    Caro Mario,
    di seguito solo alcuni dei punti salienti.
    La licenza rilasciata dall'Ufficio tecnico di Finanza ti autorizza a vendere carburanti ed è npersonale, non scade sino a quando tu decida di restituirla, Nessuno ti può costringere a restituirla, nemmeno il proprietario della concessione, cioè la petrolifera.
    Quindi contratto on non contratto di comodato tu hai diritto e dovere di rifornire gli utenti di carburante.
    Tutti gli spauracchi del tipo:non ti rinnovo il contratto- timando via se non fai lo sconto etc etc sono solo fesserie.
    La licenza UTF è rilasciata in nome dello Stato Italiano quindi è senior a tutti i contratti ed accordi commerciali. Solo tu puoi depositarla interrompendo il tuo rapporto di licenza cocessa dallo Stato Italiano.

  • per alberto

    ma se non hai il decreto o permesso di proprietà come si vuol chiamare , come fai a vendere la benzina devi avere anche quello ..... no?

  • alberto

    il decreto o concessione autorizza la presenza sul suolo dell'impianto. la licenza utf autorizza ed obbliga a vendere carburanti.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie