GestoriCarburanti

Martedì, Oct 16th

Last update:03:08:38 PM GMT

Per il rifornimento fai-da-te va richiesta la fattura

E-mail Stampa

Per chi non usa il nuovo metodo di documentazione degli acquisti di carburante con carta di credito, prepagata o bancomat, il rifornimento selfservice nei giorni di chiusura del punto vendita può essere documentato dalla fattura, da chiedere al distributore nei successivi giorni di apertura, presentando la ricevuta emessa dall`attrezzatura automatica.

Se invece tutti gli acquisti (effettuati dal distributore con personale o dal self-service) sono pagati esclusivamente con carte elettroniche, la detrazione della relativa Iva e la deduzione del costo, in base ai limiti di legge, sono possibili con gli estratti conto della carta e non tramite la scheda carburanti (acquisto con personale) e la fattura (self-service). Secondo l`articolo 3 del Dpr 444/97, «l`addetto alla distribuzione di carburante indica nella scheda», all`atto di ogni rifornimento, «con firma di convalida, la data e l`ammontare del corrispettivo» al lordo dell`Iva e i dati fiscali dell`esercente (anche tramite un timbro).

Procedura inapplicabile m «tutte le ipotesi di impossibilità di certi ficazione degli acquisti di carburante per mancanza del personale addetto alla distribuzione», come «i rifornimenti effettuati durante l`orario di chiusura, attraverso le attrezzature denominate self service». Quindi inquesticasinon valgono ne l`obbligo di utilizzo della scheda carburante o delle carte elettroniche ne il divieto di emissione della fattura. Il chiarimento è contenuto nella circolare 12 agosto 1998, n. 205/E, con cui le Entrate hanno sostenuto che per ottenere la fattura possono essere usati i «buoni consegna emessi dalle attrezzature automatiche, da inviare ai gestori per l`adempimento.

In questi casi, la richiesta della fattura è inevitabile, in quanto non si ritiene possibile richiedere l`apposizione del timbro "retrodatato" nella scheda al distributore, in un successivo giorno di apertura. Neanche presentando la ricevuta rilasciata dall`impianto. Una soluzione che eviterebbe di tornare nel punto vendita per chiedere la fattura potrebbe essere quella di far emettere la nuova "fattura semplificata" direttamente dall`impianto self service (articolo 2i-bis, Dpr 633/1972), magari attraverso il preventivo rilascio di una tessera magnetica al contribuente, contenente i suoi dati. Va ricordato, infine, che in generale gli acquisti di carburanti devono essere documentati dalle apposite schede, che sostituiscono la fattura di acquisto.

Ma dal 14 maggio 2011, in deroga all`obbligo di utilizzo delle schede, è possibile documentarli «esclusivamente mediante carte di credito, carte di debito (bancomat, ndr) o carte prepagate». Quindi, se si paga il selfservice con questi metodi e questi ultimi vengono utilizzati per tutto il relativo periodo di liquidazione periódica (mensile o trimestrale), la scheda carburanti è superflua, in quanto è possibile utilizzare gli estratti conto della carta per detrarre la relativa Iva e per dedurre il costo, in base ai limiti di legge.

Fonte: Il Sole 24ORE

Commenti (9)
  • Anonimo

    sempre piu cogloni all'agenzia delle entrate.
    dove c'e scritto che lo scontrino del self è realmente del cliente ?

  • Moreno Parin  - appunto

    l'anonimo mi ha preceduto sulla domanda, che è pure una constatazione.

  • Max

    ovviamente l'agenzia delle entrate dotera' gli impianti di telecamere...
    ma possibile che ancora non sono arrivati a concepire l'autocertificazione?il cliente si autocertifica...cosi' sta a lui dimostrare gli effettivi consumi e noi Gestori verremmo cosi' sollevati da qualsiasi responsabilita'...ancora oggi io devo litigare con quelli che vogliono il timbro su scheda bianca..ma vi pare possibile... dovrei farmi complice delle loro evasioni...i primi in assoluto sono quelli che vanno a gpl...che con la storia della doppia alimentazione ci marciano di brutto...ma a questi un controllo non lo fa mai nessuno?

  • Gianluca

    tranquillo tra poco ci sollevano proprio dall'incarico ed è tutto a posto!

  • Alex

    Care colleghi, i vostri interventi bastano per spiegare che el agenzia delle entrate lavorano personaggi che fra una 104, due giorni di ferie, un giorno di malattia, un paio di giorni di timbratura senza la presenza, aspettano San Paganino il 27 del mese.
    Il problema è per quei colleghi che effettuano l'H24 -10 che hanno un margine al netto di iva diEuro 0.007289 se il 20% dei clienti che usano quella modalità operativa chiedono la fattura ?
    Se un concessionario plurimarche che in una giornata viene 5 volte con una vettura diversa e mette ogni volta Euro 5, gli dobbiamo far fae la fattura da una bella segretaria, oh... la possiamo chiedere al soggetto del agenzia delle entrate ?
    Che autorità abimo per accertarci se il mezzo è usato come conto terzi ?
    Come possiamo sapere se la vettura per cui ci viene chiesta la fattura sia aziendale ?
    Bisogna chiarire tanti aspetti, altrimenti noi siamo costretti ad assumere una segretaria a tempo pieno, e lo stato dovrebbe rimborsare più iva di quanto ne risquote.
    LE FURBIZIE SONO INFINITE.

  • Giovanni

    speriamo che Grillo mandi a casa questi altri fannulloni dell ag. delle entrate

  • Gestore eni

    da parte mia già risolto il problema
    ho ridotto ad 1 secondo il tempo in cui devi pigiare il bottone per ricevere lo scontrino senza resto.
    da ora in poi scontrini solo di bancomat e carburante non erogato.

    e se lo vadano a prendere in quel posto tutti.... fatture e non fatture

  • Anonimo

    Tutti. a raccogliere le ricevute per terra e fatture a go go......

  • Max

    Se si acquista carburante con la cisterna mobile per poi rifornire i vari mezzi a disposizione è fatturabile o bisogna fare le schede???

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie