GestoriCarburanti

Domenica, Oct 21st

Last update:08:01:15 AM GMT

I carburanti cambiano nome. Ecco come interpretare i nuovi simboli

E-mail Stampa

simboli carburanteIl 12 ottobre entrerà in vigore in tutta l’Unione Europea un nuovo sistema di etichettatura dei carburanti, i nuovi simboli compariranno in tutte le stazioni di servizio (accanto ai nomi tradizionali) e in prossimità dello sportello del serbatoio dell’autovettura.

Le informazioni all’interno della sagoma riguarderanno il massimo contenuto di biocarburante in quella specifica miscela indicata per quel determinato veicolo al quale è stata applicata quel tipo di etichetta.

In particolare, “E” sta per “etanolo” e “xx” per la massima quantità di etanolo che il veicolo potrà usare e che dovrebbe corrispondere alle informazioni sulla pompa per l’erogazione del carburante. Ad esempio, “E5” sta a significare che il veicolo potrà usare benzina contenente fino al 5% di etanolo ed “E10” sta a significare che il veicolo potrà usare benzina contenente fino al 10% di etanolo.

Il nuovo obbligo è contenuto nella direttiva DAFI 2014/94/UE sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi) ed è pensato per permettere di scegliere in maniera corretta il carburante adatto al proprio veicolo in tutta Europa. Le etichette saranno applicate sui veicoli immessi sul mercato per la prima volta o immatricolati a partire dal 12 ottobre 2018, data entro cui le etichette dovranno comparire anche su tutte le stazioni di rifornimento in Europa. E per i veicoli immatricolati prima come ci si comporterà alla pompa? Il consiglio dell’Unione petrolifera è di controllare il libretto di manutenzione dove c’è già scritto il tipo di benzina e biodiesel che l’auto supporta. In via generale, nel caso della benzina, fino al 10% di etanolo non dovrebbero esserci problemi.

Le tipologie di veicoli interessati sono: ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli; autovetture, veicoli commerciali leggeri e pesanti, autobus.

simboli1

Perché questa regola? Semplice. La complicazione è non nella regola bensì è altrove, è nel mercato. I tipi di carburanti sono sempre più numerosi, i distributori stanno allargando la gamma di prodotti serviti e soprattutto i motori sono sempre più schizzinosi.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie