GestoriCarburanti

Martedì, Apr 25th

Last update:11:50:49 AM GMT

Benzinai, scatta il piano-chiusure

E-mail Stampa

INCONTRO ZANONATO-UP: FINO A 7.000 DISMISSIONI PER RAZIONALIZZARE LA DISTRIBUZIONE CARBURANTI
Faro del ministro sui prezzi. Ma la priorità è ridurre drasticamente la rete

La priorità del ministro era il caro-carburanti, ma per i petrolieri l'incontro di ieri è stata l'occasione per riportare l'attenzione sulla questione-chiave del settore: la razionalizzazione della rete delle stazioni di servizio.

E alla fine, dopo u n' ora e mezza di confronto, i commenti sono stati positivi su entrambi i fronti, anche se le posizioni restano di fatto invariate. Il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato, che aveva convocato l'Up per parlare di prezzi, ha riconosciuto alle compagnie "disponibilità al confronto" e ribadito come "l'obiettivo resti quello di contenere il più possibile i prezzi". Il presidente dell'Up Alessandro Gilotti, da parte sua, ha parlato di "clima positivo", ribadendo però che non esiste "nessuna anomalia nel sistema dei prezzi nella distribuzione dei carburanti". Per Gilotti in Italia "l'unico vero problema è rappresentato da una tassazione così alta da comprimere i consumi". Le compagnie petrolifere, insomma, confermano l'approccio di sempre - e cioè che sul prezzo di benzina e gasolio non esistono speculazioni bensi solo un sistema fiscale troppo gravoso che si accompagna a una rete di distribuzione inefficiente e bisognosa di ammodernamento.

Proprio di rete (ma anche della crisi della raffinazione), Up e ministro sono finiti a parlare, L'Unione petrolifera, conferma Gilotti, ha "presentato una proposta che il ministro s i è detto pronto ad accogliere per la razionalizzazione della rete, con l'ipotesi di ridurre il numero di impianti per una cifra cheva dai 5 ai 7 mila".

A fronte dei 31mila punti vendita censiti in Italia nel 1995, il sistema era riuscito a scendere a quota 22.400 nel 2006, ma poi è tornato a crescere sino ad arrivare alle 23.100 stazioni oggi presenti su territorio nazionale: il doppio della media Uè. Il fondo di indennizzo ai gestori che chiudono - che in passato ha garantito 7.000 cessazioni è stato da poco riattivato e ha esteso il proprio raggio d'azione anche alla bonifica del sito. Questo, spiega l'Up, dovrebbe incentivare molto le chiusure.

Lo scorso 12 luglio è entrato in vigore il decreto per i contributi, le domande vengono gestite direttamente dal ministero e gli operatori sostengono che a questo giro l'adesione dovrebbe essere consistente. La razionalizzazione (chiusura delle stazioni piccole e non diversificate) e l'ammodernamento (pompe bianche e grande distribuzione) della rete dovrebbero avere effetti positivi anche sui prezzi. Tant 'è che anche il ministro concorda sul fatto che l'Italia conta "un numero molto elevato di pompe". Zanonato ieri si è detto disponibili a trovare "strumenti di accelerazione" per la razionalizzazione, ma ha ricordato che il percorso dovrà essere "accettato da tutte le parti sociali". Il governo ribadisce poi come contenere le quotazioni dei carburanti risulti un'esigenza particolarmente sentita nel periodo estivo, "in modo tale che durante le vacanze non ci sia un sovraccarico nel bilancio delle famiglie". Ma l'Up replica spiegando come il ministro abbia "riscontrato che lo stacco Italia non è cresciuto ma è calato, anche se di pochissimo, a vantaggio degli italiani e questo è un fatto positivo".

La differenza tra il prezzo medio Italia e il prezzo medio area Euro tra il 15 e il 22 luglio è diminuita di 4 millesimi di euro al litro per la benzina ed è stata stabile per il gasolio, sebbene i prezzi in Italia abbiano registrato un aumento.

Il margine lordo - la differenza tra il prezzo industriale e le quotazioni internazionali del prodotto raffinato, che in qualche modo approssima tutto quel che residua a copertura degli oneri di distribuzione, vendita - nel primo semestre 2013 è risultato pari a 14 centesimi per la benzina e 15 per il gasolio: inferiore quindi alla me dia dello scorso anno. Il ministero si è impegnato a proseguire il monitoraggio dell'andamento dei prezzi italiani, affinando le metodologie di rilevazione, includendo la rilevazione campionaria dei prezzi delle pompe bianche e della gdo.

Per oltre 4,800 impianti di distribuzione carburanti è già possibile conoscere in tempo reale (sul sito del ministero) i prezzi realmente praticati, L'obiettivo è renderli tutti consultabili: a fine settembre sarà disponibile un'app per smart-phone.

GILDA FERRARI

Fonte : Il Secolo XIX

Commenti (25)
  • stefano

    L'avevo detto io che inventavano un'applicazione per iphone....posso dirlo? ma andate a cagare và.....chiudiamo gli impianti per agevolare l'abbassamento dei prezzi? RIDICOLO, succederà come in altri paesi, quando tutto sarà sotto "controllo" i prezzi lieviteranno di nuovo senza benefici per il cittadino....si perchè al cittadino è stato buttato fumo negli occhi per oscurare la verità....succederà quel che è successo ai negozietti bruciati vivi dai centri commerciali...a parte alcune offerte ormai, nei grossi centri paghi la roba tanto quanto quello del negozietto che ha resistito, chissà come mai....ora son curioso di veder che faranno sindacati e colleghi Gestori.....Auguri

  • gest.eni

    La gdo è come Attila,dove passano loro distuggono,grazie al loro potere contrattuale,tutto il commercio tradizionale.
    Così vogliono fare con il nostro settore.
    Danno convenienza fin quando non hanno eliminato tutti i piccoli operatori economici del loro bacino d'utenza.
    Agiscono indisturbati perché appoggiati dalla politica:vedi Coop/Pd.

  • Feddy

    E' una cosa risaputa che una volta razionalizzata la rete e portata tutta in self i prezzi li portano comunque alti, perchè devono recuperare il perduto!

  • fabio  - prezzi

    i prezzi sono alti gli impianti sono troppi ma chi fornisce il carburante? chi apre nuovi impianti? chi cerca di trasformare gli impianti inefficienti in ghost?chi determina il prezzo del carburante? perchè non si vuole mandare i Gestori a comprare il carburante dove costa meno? perchè le compagnie vendono il loro carburante solo a prezzi che dicono loro e a chi dicono loro?....
    si attendono risposte ma io anticipo la mia: bisogna denunciarealla magistrature tutte queste forme vessatorie sperando che qualche magistrato con le p..... faccia le sue indagini e veda dove e quanto marcio c'è

  • pippo

    Caro Zanonato ,spero che qualcuno ti riporti questo :Perché vuoi prendere per il c**o centinaia di Gestori italiani con queste tue insulse affermazioni ?Non ti rendi conto che stai dicendo delle cazzate ?In italia ci sono troppi distributori ? MA PERCHÉ c***o CONTINUANO A COSTRUIRLI !!!!!i permessi li date VOI !!!Lei va a tagliare il nastro alla CONAD o alla Coop !!!!E adesso con i soldi pubblici le comp bonificheranno i siti bello sforzo ,d'altronde cosa pretendere da un ministro che nella propria regione il, veneto esiste il più grande raggruppamento di P B COOP GDO non ci sono parole

  • DONATO I I

    COME DICEVO IERI SU QUESTO FORUM( sono stato definito vigliacco dimenticanza di firma) NON C'ENTRA NIENTE FIRMARE O NON FIRMARE LA CONDANNA E' GIA' SCRITTA ..............AL PROSSIMO LAVORO!!!!!!!!!!!!!! :grin :grin :grin :grin :grin

  • Giampiero  - ma scusate,

    quali dovrebbero essere gli elementi oggettivi e scientifici di una equazione per cui la chiusura di migliaia di microimprese, la conseguente perdita di decina di migliaia di posti di lavoro, debba corrispondere ad un miglioramento economico a favore dei consumatori. Mi spieghi qualcuno, in una fase recessiva che non trova sbocchi, se le priorità sono quelle di portare al macello una intera categoria, quasi ad assaporare il gusto di infierire su un animale ferito. Ma siamo in un paesino che si chiama italia, un paesino che regge la propria economia reale distribuendo sussidi e casse integrazioni ad una platea di circa 3 milioni di ex lavoratori per un importo di 80 miliardi di euro nel solo periodo 2009 ed il 2012. E se vi pare, non potendo stampare moneta, è un costo che paga un'intera collettività
    in un paese considerato "civile".

  • gest.eni  - per Donato

    Caro Donato,
    io non mi arrendo e continuo a combattere le petrolifere che non rispettano i verbali d'intesa e le leggi denunciandoli alla magistratura.
    Nel frattempo lavoro con un margine di 5 cents,non faccio nessuna promozione che prevede la partecipazione del Gestore con il suo margine e ordino olio quando sono senza.
    Se devo proprio chiudere non lo devo fare con i debiti e le chiavi le consegnerò quando lo decido io.Non dimenticare mai che il ventre molle della categoria è costituito dai colleghi innamorati dell'assistente rete a cui firmano anche la loro condanna a morte senza saperlo,salvo poi lamentarsene.
    Forza e coraggio.

  • DONATO I I X GESTENI

    L'UNICO INNAMORAMENTO CHE NON HO E' PER L'ACR, PER IL RESTO NON SO DOVE HAI VISTO QUESTO FILM .......magistratura,verbali d'intesa, ecc: ecc:FORSE NON HAI CAPITO CHE L'UNICA LEGGE VIGENTE E' QUELLA DEL PIU' FORTE E FIDATI NON SIAMO NOI. PER QUANTO RIGUARDA IL COMBATTERE NON MI SONO ANCORA ARRESO

  • Angelo

    Anche Donato mi puzza tanto di infiltrato ci credo che lui combatte ma sul campo opposto !!!!!!!!!

  • DONATO I I

    PIU' O MENO 40 ANNI DI PIAZZALE :grin :grin :grin :grin

  • kazunori

    Ciao Donato se ricordo bene tu frequenti questo forum da un po',sbaglio o avevi detto che avevi smesso con l'attivita' ??adesso cosa fai?

  • DONATO I I X KAZUNORI

    NON ANCORA SMETTO I CONTRIBUTI E LA SITUAZIONE NON LO PERMETTONO...... : :sigh :sigh :sigh

  • bigboy  - e allora schiavo lavura e taci

    37 anni di piazzale...lavora lavora ke ti vien la pelle dura...tanto il risultato non cambia!!! :grin

  • DONATO I I x bigboy

    per stare su questa m***a di forum evidentemente non stai meglio di me.........Mah!!!!!!!!!!! che ti rispondo a fare non vale mai la pena fare lo shampo agli asini

  • stefano

    c***o ormai quasi tutte le spese sono a carico nostro ed il margine è ridicolo...ergo, che c***o cambia quando ci mollano a casa????? se tutti gli impianti son selfizzati per caso son tutti senza barriere per anziani e disabili???? quelli che costruiscono nuovi hanno possibilità di accesso per queste persone che necessitano per forza di un aiuto????' aaaaaaa adesso ho capito, noi smetteremo di fare i Gestori per diventar badanti ed assistenti sociali, inutile star ancora sul piazzale ad aiutarli, andiamo direttamente a casa loro così quei poveretti si accolleranno altre spese oltre quelle che già sostengon in più di noi.....se non si comincia a far sul serio con uno sciopero di massa SUBITO ED AD OLTRANZA bè allora sarà come cagarsi addosso senza pannolone dopo un pranzo matrimoniale....preparate la carta....

  • gest.eni  - per Donato

    Verbali d'intesa sono degli accordi sottoscritti dalla triade e dalle petrolifere e poi ci sono le varie leggi previste dal nostro codice civile.
    E tutte questi sono vincolanti per tutti,lavoratori e imprese.
    Caro Donato,
    e per te queste cose sono dei film?
    Ribadisco:
    se parti da questo presupposto parti sempre sconfitto.
    E'chiaro a tutti che le petrolifere sono lobby potentissime,ma il grande vantaggio lo diamo noi Gestori che non riusciamo a essere una categoria unita.

  • DONATO I I x gest.eni

    Da te non accetto manfrine perche' voi siete stati la causa della NS fine dal famigerato -40 (ricordi?) in poi . Io sto con i Gestori,.............ma spiegaglielo tu all'ENI dei verbali d'intesa e quant'altro.............BUON LAVORO SE PUOI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • pippo

    Su una cosa sono d accordo e l ho gia scritto chi ha fatto il brutto e il bello negli ultimi anni sono stati i gest ENI che che se ne dica , gli altri anno sempre copiato E ADESSO NE VEDIAMO LE CONSEGUENZE , Con lo scontone ,e non sono passati mille anni!!!!! ALLA DOMENICA SERA SI FACEVANO LE SEGHE DALLA CONTENTEZZA ; O VE LO SIETE DIMENTICATO !!!!! quello e stato l inizio della ns fine e sono sicuro che se domani lo ripropongono farete la fila per firmare altro che verbali o cazzate varie, NOTTE !!!!!!!!

  • bigboy  - a tutti i cari colleghi

    sbocchi di bile...debiti...e incazzature varie :grin come state male ma quelli ke si lamentano continuamente csa hanno fatto negli anni per migliorarsi....niente...hanno atteso ke qlcs cambiasse..passivi ed inermi, intanto firmavano qualunque cosa...aderivano zitti e taci...e ora una manfrina a piangere....caro donato lavura lavura e fai un bel shampoo al tuo acr o come lo chiami...vivi sereno e lavura lavura :grin

  • DONATO I I X bigboy

    L'asino che intendevo non era l'acr...........c'e' ne sono di peggiori :grin :grin :grin

  • bigboy  - ahahahahah

    intanto inizia con acr...poi se ce la fai allarga i confini!!! ciaociao...

  • pippo per pollice verso

    E inutile mettere pollici versi la verita non si cambia e tanto meno la storia ,rispondi a questo : COSA ANNO FATTO I GestoriE ENI quando sono stati ritenuti INUTILI DAL LORO presidente SCARONI? .NULLA !!!!!!!!vi ,ci anno spremuto e deriso e ? NULLA !!!! Tutti testa in giu e litri e quando vi si diceva che stavate rovinando il mercato e abituando il cliente al self su regia ENI che cosa avete fatto NULLA !!!!! quindi ?

  • pippo

    VOGLIO RISPOSTE !!!!è inutile dire non sono d accordo con un click PERCHE CHI TACE ACCONSENTE !!!!!!

  • gigi748

    io sono una mosca bianca dei Gestori ENI e me ne vanto non ho aderito allo scontone ho perso si qlc cliente in quel periodo ma alla fine sono tornati tt da me sai il servizio e le buone maniere nessuno le dimentica... che i Gestori ENI SIANO DEI COGLIONI SONO PIENAMENTE D'ACCORDO OGGI MANDERANNO VIA NOI DOMANI TOCCHERà A LORO!!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: