GestoriCarburanti

Domenica, Jul 22nd

Last update:04:21:33 AM GMT

Commissioni bancomat, in arrivo un decreto per tagliare i costi

E-mail Stampa

Da aprile 2018 scatta il taglio delle commissioni interbancarie che vengono applicate durante le transazioni per chi paga con il Pos. E a prevedere questa "sforbiciata" è il nuovo testo della bozza del decreto legislativo "Taglia commissioni".

Di fatto verrà comunque mantenuto un periodo transitorio fino al 2020 ma viene anche fissata la data dalla quale le banche possono già adeguarsi.

Il decreto va a tagliare le spese per i pagamenti elettronici che sono a carico degli esercenti. Ma anche per tutti i mini-pagamenti sotto i 5 euro. E così arriva un vero e proprio limite alle commissioni interbancarie nell'uso del Pos. La commissione non dovrà superare lo 0,2 per cento della transazione per il bancomat e lo 0,3 per cento per le carte di credito che ha già predisposto una direttiva di Bruxelles del 2015. Inoltre verranno anche inasprite le sanzioni per chi non rispetta questi limiti e la riduzione delle commissioni. Inoltre sarà sanzionato pure chi non abbasserà da 150 a 50 euro la franchigia a carico del cliente in caso di pagamento con frode.

Per Confesercenti il “Taglio commissioni interbancarie riguarda solo le banche, non ci sono riduzioni per imprese”

L'associazione dei commercianti è molto critica sul provvedimento in quanto "il recepimento da parte dell’Italia del tetto Ue alle commissioni interbancarie avrà efficacia, e a partire dal 2020, solo sulle banche. La norma sul tavolo del CDM prevede infatti il solo taglio delle commissioni interbancarie, ed in particolare per quelle di importo inferiore a 5 euro, e non le commissioni pagate dagli esercenti che accettano pagamenti con il POS. L’intervento non riguarda dunque direttamente gli utenti finali e si rivelerà un fatto positivo solo se il beneficio si trasmetterà alle imprese e ai consumatori. Senza un taglio vero delle commissioni pagate dalle imprese, l’efficacia del provvedimento come incentivo alla diffusione della moneta elettronica sarà dunque limitata."

"Come abbiamo ribadito più volte in questi anni, Continua l'associazione, siamo favorevoli ad una maggior diffusione della moneta elettronica, che sarebbe un vantaggio anche per le imprese perché porterebbe ad una riduzione dei rischi legati alla gestione del contante. Un aspetto che gli imprenditori non ignorano, soprattutto quelli del commercio e dei pubblici esercizi, come dimostrano i 400 nuovi POS attivati ogni giorno negli ultimi cinque anni. Per aumentarne ancora il numero, l’unica strada percorribile è quella della reale riduzione dei costi veri del POS: canoni, abbonamenti di servizio e commissioni, ancora troppo alti soprattutto per i micro-pagamenti. Ed insostenibili per quelle tipologie di piccole imprese – come tabaccai, gestori carburanti ed edicolanti – che sono caratterizzate da margini molto bassi, quasi completamente assorbiti dalle commissioni di bancomat e carte."

Il Codacons invece chiede interventi ancora più radicali. Il presidente dell'associazione dei consumatori, Carlo Rienzi chiede infatti la totale abolizione delle commissioni "per l'acquisto di beni non voluttuari". Infine cita l'esempio di un'azienda media italiana: "Paga tra commissioni e canoni vari sul Pos 1.200 euro; questi soldi vengono poi scaricati sui consumatori attraverso prezzi e tariffe".

Commenti (4)
  • Anonimo

    finalmente il Gestore può mangiare abbiamo risolto tutti i problemi

  • massimo IP

    il pos è l'ultimo dei miei problemi,,,, nessuno affronta in modo serio il problema "cali" è evidente che ci marciano sopra... quando una legge efficace che impone la fatturazione a 15 gradi?.... si azzererebbe la questione in men che non si dica.... come mi dissero al sindacato: "non è la priorità in questo momento"....

  • Anonimo  - bitcoin

    Pagamenti in bitcoin, niente commissioni niente banche tutto immediato. Questo è il futuro.
    Nel 2020 :grin :grin :grin le banche saranno un miraggio.
    Governi solo chiacchere.

  • anonimo

    Domanda:
    al lordo di quello che pensa Confesercenti,i benzinai quali percentuali pagheranno?

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie