GestoriCarburanti

Mercoledì, Oct 18th

Last update:01:12:12 PM GMT

Modello grossista Esso, M5S presenta interrogazione alla Camera

E-mail Stampa

camera deputati1Nel corso della seduta del 10 maggio i deputati Davide Crippa e Francesco D'Uva, del Gruppo del Movimento M5S, hanno rivolto una Interrogazione a doppia firma al Ministro dello Sviluppo Economico in riferimento alla cessione a pacchetto e al modello grossista effettuata dalla Esso Italiana.

I due deputati hanno chiesto al Ministro di pronunciarsi in merito alla "mancata valutazione da parte di Esso della domanda di riscatto" che avrebbero formulato alcuni gestori e le "clausole che consentono" alla compagnia "l'interruzione arbitraria dei rapporti contrattuali tuttora intercorrenti con i gestori" costituirebbero "una possibile violazione dell'articolo 9 della legge n.?192 del 1998 e dall'articolo 17 commi 2 e 3 del decreto-legge n.?1 del 2012".

Interrogazione a risposta in commissione 5-11323 presentato da CRIPPA Davide testo di Mercoledì 10 maggio 2017, seduta n. 793

"CRIPPA e D'UVA. — Al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che: le associazioni di sindacali di categoria stanno denunciando il programma della compagnia petrolifera Esso di cedere a terzi acquirenti gli impianti di distribuzione carburanti di sua proprietà modello cosiddetto «grossista a marchio Esso»;

la compagnia Esso, in alcune regioni come Sicilia e Calabria, ha già portato a termine tale operazione;
dalla documentazione in possesso degli interroganti risulta come i gestori calabresi e siciliani hanno manifestato la volontà di avvalersi, ai sensi dell'articolo 17, comma 13, del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito dalla legge n. 27 del 2012, della facoltà di riscatto degli impianti di distribuzione;

Esso non avrebbe però dato riscontro a tale richiesta, perché riterrebbe di poter realizzare il modello cosiddetto «grossista», avvalendosi di alcune clausole presenti nei contratti di «cessione gratuita dell'uso impianti di distribuzione»;
tali clausole conferirebbero ad Esso il potere di cedere il contratto a terzi in qualsiasi momento e senza preavviso, imponendo al gestore di prestare preventivamente il proprio consenso al «trasferimento» sia la facoltà di recedere dal contratto con un preavviso di 30 giorni o di rimuovere in via definitiva il punto vendita in qualsiasi momento e senza preavviso con la conseguente risoluzione del contratto;

in realtà, dette clausole, qualificate da Esso come vessatorie al senso dell'articolo 1341 del codice civile, integrerebbero, secondo gli interroganti, la fattispecie di abuso di dipendenza economica di cui all'articolo 9 della legge n. 192 del 1998, perché trattasi di prescrizioni che impongono al gestore «condizioni contrattuali ingiustificatamente gravose o discriminatorie», ovvero prevederebbero «l'interruzione arbitraria delle relazioni commerciali in atto»;

tali clausole si configurerebbero quindi come nulle ai sensi dell'articolo comma 3 dell'articolo 9, della legge n. 192 del 1998 e ulteriori clausole presenti negli altri contratti stipulati dalla Esso con i singoli gestori determinerebbero obiettivamente, tra le parti contraenti, «un eccessivo squilibrio di diritti e obblighi», ossia la dipendenza economica di cui al comma 1 dell'articolo 9 della legge n. 192 del 1998 e sarebbero quindi affette a loro volta da nullità;

inoltre, tale condotta, omissiva si porrebbe in contrasto con il comma 3 dell'articolo 17 del decreto-legge n. 1 del 2012 convertito dalla legge n. 27 del 2012 che impone ai titolari degli impianti ovvero ai fornitori di non «ostacolare, impedire o limitare, in via di fatto o tramite previsioni contrattuali, le facoltà attribuite dal presente articolo al gestore» e fra esse quella di richiedere il riscatto prevista al precedente comma 2;

da tale previsione consegue il correlato obbligo del titolare dell'impianto di prendere in considerazione la richiesta di riscatto: un vero e proprio obbligo di negoziazione;
tale inadempimento, ad avviso degli interroganti, integrerebbe quindi un'ipotesi di «abuso di dipendenza economica»;

la mancata valutazione da parte di Esso della domanda di riscatto, così come le clausole che consentono a quest'ultima l'interruzione arbitraria dei rapporti contrattuali tuttora intercorrenti con i gestori, costituirebbero, ad avviso degli interroganti, una possibile violazione dell'articolo 9 della legge n. 192 del 1998 e dall'articolo 17 commi 2 e 3 del decreto-legge n. 1 del 2012 –:

quali siano gli intendimenti sui fatti esposti in premessa;
se il Ministro interrogato intenda valutare se sussistano i presupposti per richiedere all'Autorità garante della concorrenza e del mercato lo svolgimento di una indagine conoscitiva nel settore ai sensi dell'articolo 12, comma 2, della legge n. 287 del 1990;

se intenda convocare presso il Ministero dello sviluppo economico le associazioni sindacali di categoria e le compagnie petrolifere interessate al fine di affrontare, per quanto di competenza, le problematiche connesse al «modello grossista» di trasferimento delle reti che ad avviso degli interroganti, potrebbe generare un regime di oligopolio, se non di monopolio e mettere a serio rischio la sana concorrenza."

Commenti (26)
  • Anonimo

    Speriamo bene.

  • ANONIMO

    votate M5S ..ALMENO SI INTERESSANO A NOI

  • Kazunori

    Si si aspetta e spera che un interrogazione parlamentare risolva i "nostri " problemi... :zzz :zzz

  • Anonimo

    L'interrogazione parlamentare non è altro che un rafforzativo allo sciopero e alla diffida giudiziaria fatta in Calabria,ti piaccia si o no almeno vendiamo cara la pelle.

  • Anonimo

    Chi ti ha detto che non ci siamo seduti? Comunque ognuno è libero di pensarla come vuole.

  • Anonimo

    accordo con nuovi proprietari tutta la vita
    meglio una transazione persa che una causa vinta.....
    tutta la vita ho pensato allo scontro ma crescendo ho imparato a trattare...
    fare sciopero etc non lo trovo intelligente...

    INTELLIGENTE è FARE UNA CONTROPROPOSTA ALLA LORO.
    il non sedersi a tavola a trattare significa perdere.
    ci stanno fottendo ancora una volta

  • pippo

    Caro anonimo ,senza offesa ,secondo me o ti sei bevuto il cervello, o vivi fuori dalla realta .
    Sono anni che si aprono tavoli di trattativa sindacale e siamo arrivati a questa situazione "ROVINATI "il Gestore è morto .e non si sono limitati a rovinarlo ,lo hanno umiliato ,e gettato come un rifiuto .Con chi si dovrebbe trattare ?Quale controproposte hanno mai accettato ?Prova ad avere una fabbrica con 100 dipendenti e che da domani ti scioperano ad oltranza pensi di trattare o scendere ai loro patti ,pur di riaprire ?
    Mi dispiace che non trovi intelligente scioperare ,continuiamo a leccare il c**o alle soc petrolifere

  • Anonimo

    uno scoglio non può arginare il mare
    tentativo di salvare i vostri sederi,

    se volevano difendere nostra categoria davvero... non eravamo arrivati a questo..

  • pippo

    Guarda che hai invertiti i ruoli lo scoglio sono le com petrolifere e NOI Gestori siamo il mare !!!!

  • Anonimo  - re:
    Anonimo ha scritto:
    uno scoglio non può arginare il mare
    tentativo di salvare i vostri sederi,

    se volevano difendere nostra categoria davvero... non eravamo arrivati a questo..

    Quindi non facciamo niente? imprechiamo è basta

  • Kazunori

    No ... si cambia mestiere,e come dice il buon Oleoblitz si salvi chi puo' :eek

  • Anonimo

    Purtroppo per gente come te ci troviamo in questo stato di fatto, ringraziamo i Calabresi e Siciliani che tengono viva la fiammella della speranza.

  • Anonimo

    qualcuno che fa una proposta di tipo di contratto con nuovi propietari?

    purtroppo per gente come te, c e ancora chi crede di avere diritto a delle cose che questo mercato NON DA PIU!

    CARO bravi siciliani e calabresi... fai una proposta...
    grazie

  • Anonimo

    nessuna proposta eh?????

    al caro anomino che scriveva per colpa di gente come te.

    rispondo: E PER COLPA DI CAPRE COME TE , che vogliono andare in guerra senza neanche avere idea di cosa vogliono?

    immagino che ti sei detto a te stesso: DI PIU!

    complimenti capra.

    amici Gestori diffidate da chi vi manda in guerra senza arte ne parte, senza una strategia, SENZA UN FINE!!!

  • Anonimo  - re:
    Anonimo ha scritto:
    nessuna proposta eh?????

    al caro anomino che scriveva per colpa di gente come te.

    rispondo: E PER COLPA DI CAPRE COME TE , che vogliono andare in guerra senza neanche avere idea di cosa vogliono?

    immagino che ti sei detto a te stesso: DI PIU!

    complimenti capra.

    amici Gestori diffidate da chi vi manda in guerra senza arte ne parte, senza una strategia, SENZA UN FINE!!!

    Sarò anche una capra, ma sappi che sono uno di quei Gestori il quale ha fatto la diffida giudiziaria alla esso,della quale in parte si parla nell'interrogazione parlamentare ,non ti basta... tu dicci che cosa hai fatto o vuoi fare.

  • Anonimo

    della tua diffida giudiziaria se ne fanno tante risate, e ti spiego perché capra...

    1- lo stato e contento di queste cessioni. vedi che multinazionali non pagano le tasse in italia, i profitti sono generati in paesi dove la tassazione e più bassa, ergo lo stato non ti aiuterà mai perché nuovi proprietari porteranno nuovi solidi.... quindi la tua diffida vale zero

    io sono andato a trattare per me, E IL MIO ACCORDO MI VA BENISSIMO.... cali non ne ho mai avuti, quindi per me era pu facile..

    tu invece pensi sempre e solo ai tuoi diritti, mai ai tuoi doveri
    buon lavoro.
    ps: overpice di 20 sul servito e sul self... dipenderà dalla mia bravura delle percentuali. punto e basta. senza sciopero senza farmi sfottere.

    allora, la tua proposta

  • Anonimo

    Dimmi quando ti candiderai alla camera o al senato che ti voglio votare, perchè vedo che oltre ad essere una persona colta sai veramente quello che dici , auguri sapientone.

  • Anonimo

    tu vota m5 che ti chiudono l impianto.......

    sto aspettando tua proposta,

    il tuo cervello riesce a formularne una?

  • Anonimo

    Ma quale proposta vuoi se tu dici che per i diritti non si deve lottare,dopo solo per fartelo sapere è 37 anni che faccio il proprio dovere.

  • Anonimo

    e dopo 37 anni non sai neanche cosa vuoi?

    l unica cosa e scioperare.. a pro di che????

    consiglio spassionato: tratta per te stesso e non farti infinocchiare.
    io la tessera l ho buttata una vita fa.

    sindicalisti vogliono fare solo carriera politica....se ne fottono di noi...
    e ripeto per l ennesima volta: sciopero a oltransa andava fatto 10 anni fa! ai primi q8 easy esso express etc....
    ora e tardi....

    buon lavoro e buona fortuna.

  • Kazunori

    Ricordatevi che il miglior sindacato per la categoria ,siamo noi stessi.Dopo 26 anni di piazzale questo credo di averlo capito bene... :grin

  • Anonimo

    Mi dispiace ,ho perso molto tempo con te, non lo meriti , ora scrivi quello che vuoi e come lo vuoi, ti saluto.

  • Anonimo

    aspettiamo la proposta mai pervenuta, pero vuoi scioperare.

    chiarisciti le idee figlio mio, puoi averne pure 37 di anni su di un piazzale.

    ma sei una bandiera al vento... bravo kazunori!!!!!parole sante

  • Anonimo

    Ma chi vi paga per dire queste fandonie.

  • pippo

    Uno ha 37 anni di piazzale uno ha 26 anni di piazzale uno sono 30 anni che fa i c***i propri uno ha trattato per se ,l altro e una capra .booo Provate a chiedervi :se dopo 30 anni siamo arrivati a questa situazione ,cosa avete fatto se non vendere litri per la compagnia, e che oltre ai litri ,avete svenduto tutto il resto compresa la cosa piu importante per un uomo la DIGNITA

  • Anonimo

    Caro Pippo non sparare a zero su tutti, leggi bene chi ha scritto una cosa e chi un'altra, non mettere tutti nel mucchio, purtroppo non c'è unita come vedi, ti saluto senza rancore in quanto ti ritengo una persona che ha voglia di lottare.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: