GestoriCarburanti

Sabato, Maggio 26th

Last update:12:22:50 PM GMT

Le associazioni dei Gestori scrivono ad Api Ip sollecitando il rispetto degli accordi e la chiusura del pregresso

E-mail Stampa

pistoleincrociate450Con una nota unitaria Faib, Fegica e Figisc hanno scritto ai Vertici del Gruppo Api Ip, al Dott. Daniele Bandiera, Amministratore Delegato, al Dr. Stefano Sterpone, Direttore Rete, al Dr. Simone Alfonsi, Pricing & Sales Management e al Dr. Massimo Pagani, Responsabile Funzione Supporto Rete e Performance per chiedere un confronto urgente sulle strategie di integrazione che il nuovo Gruppo petrolifero intende attuare.

Nella nota le tre Federazioni affermano che “pur comprendendo la delicata fase della fusione a seguito dell’acquisizione della rete a marchio Total-Erg” si ritiene “indispensabile un confronto per condividere, in uno spirito di collaborazione costruttiva, i diversi passaggi dell’integrazione dei due Gruppi che daranno vita ad una delle più importanti Compagnie petrolifere a livello nazionale”, poichè “diverse sono ad oggi le problematiche che vi abbiamo segnalato, a partire dalla sottolineatura che ad oggi esistono due Accordi economici e normativi distinti che disciplinano i rapporti delle due aziende ed i rispettivi gestori a marchio. Le fusioni o le incorporazioni di due aziende petrolifere, come ci ha consentito di verificare negli anni passati la storia di questo settore, se non opportunamente gestiti e coordinati, possono produrre significativi profili di criticità e di crescente disaffezione, sia da parte del consumatore finale che da parte di coloro incaricati di rappresentare sul territorio le Aziende coinvolte – i gestori degli impianti di distribuzione carburanti appunto – verso i marchi interessati.”

Alla luce di queste considerazioni Faib, Fegica e Figisc confermano “le forti preoccupazioni dei gestori coinvolti” e notificano “di non essere disponibili ad accettare penalizzazioni di sorta per i Rappresentati né a sopportare condizioni discriminatorie che potrebbero realizzarsi nella fase di fusione.”+

Altrettanto urgente è per le Federazioni un confronto finalizzato ad individuare quale politica intende intraprendere il nuovo importante Gruppo sulle politiche di pricing, nel rapporto con i gestori e come pensa di porsi sul mercato a fronte dei nuovi scenari che si stanno delineando, sia sulla rete ordinaria che autostradale.

Faib, Fegica e Figisc ribadendo, dunque, la piena volontà alla convinta necessità di avviare un positivo confronto per individuare soluzioni devono registrare – a giudicare dalla mancanza di risposte alle precedenti sollecitazioni – che un prolungato silenzio sarebbe grave se correlato alla mancanza di volontà ad affrontare i temi, concreti ed imminenti, sopra segnalati.

Nella nota le tre Federazioni denunciano che con sempre più frequenza vengono segnalati comportamenti aziendali che ledono le intese sottoscritte, creando un clima di forte tensione tra i gestori a marchi sia in relazione al rispetto dei tempi per i rimborsi dovuti ai gestori sulle partite contabili, che ai cali regolarmente segnalati come da procedura, che ai ritardi sulle conciliazioni mensili che risultano nella stragrande maggioranza di difficile comprensione, creando una confusione amministrativa che mette le imprese nelle condizioni di non comprendere i risultati economici delle attività svolte né di svolgere la necessaria programmazione aziendale.

Alla luce delle questioni evidenziate e in attesa di una imminente disponibilità al più volte sollecitato incontro, Faib, Fegica e Figisc hanno diffidato fin da subito a bonificare in modo corretto alle gestioni tutti i crediti pregressi nel rispetto degli Accordi, riservandosi in via alternativa ogni altro strumento per la tutela degli interessi dei Rappresentati, sia in termini politico-sindacale (proclamazione dello stato di agitazione, calendarizzare azioni di protesta delle gestioni a marchio e sciopero di colore degli impianti a marchio Ip) che legale.

Commenti (14)
  • OLEOBLITZ

    come al solito cambiano i cassi ma i culi sempre quelli sono (scusate i termini colorati) ma per dire che le compagnie petrolifere (riguardo API IP son solo raffinatori non hanno pozzi petroliferi) leggono tutte nello stesso libro.....state tutti sereni e se potete cambiate lavoro cari colleghi!

  • GIUSEPPE Q8

    CAMBIATE LAVORO 8) 8)

  • KAZUNORI

    Trovamelo tu un lavoro ...e domani restituisco le chiavi subito... :grin

  • pippo

    Perché cambiare lavoro ? per darla vinta ai soliti figli di ...........che SI permettono l arroganza fare soldi sulla pelle dei Gestori .Siamo nel 2018 non nel medioevo
    Cambiare lavoro per colpa di questo sistema schifoso è come legalizzare la mafia ,legalizzare gli strozzini ,legalizzare tutto ,mica vengono loro da noi
    Se tutti avessero calato le teste veramente saremmo ancora nel medioevo e se delle persone sono disposte a lavorare per 800 €al mese non è perché sono cretini ,ma perché hanno solo quella opportunità ,altro che cambiare lavoro .Cambiare lavoro vuole dire darla vinta a LORO

  • Gigi

    8)

    Il linguaggio usato in questa "nota" è il politichese (dice tutto non dice nulla).

    Mentre si sparano frasi inutili non viene focalizzato il problema del differenziale self/servito, non viene affrontata la realtà della (programmata al tavolino) cancellazione di una figura professionale - quella del Gestore.

    Mentre alcuni di voi predicano la chiusura d'impianti (l'eliminazione di Gestori comporta un ulteriore indebolimento della categoria) moltissimi Gestori, abbandonati dagli inutili sindacati, firmano patti con il diavolo.

    Stamani su Radio DJ ho ascoltato la nuova pubblicità della Esso: l'avete sentita? - per la Esso il Gestore, dopo aver pulito tutta l'auto del cliente (magari anche le scarpe)......di fronte la richiesta di un massaggio al collo, dopo un assordante silenzio, dice che è disposto a fare "quasi tutto" - MA VI RENDETE CONTO?!

    Questa pubblicità è da denuncia, ma probabilmente voi zerbini Esso, pur di tenervi le briciole del bottino rapinato sul servito....siete disposti a concedere anche moglie e figlia.

    Sono disgustato.

    Adesso sparate pure i pollici versi.

  • esso

    Questa pubblicità è da denuncia, ma probabilmente voi zerbini Esso, pur di tenervi le briciole del bottino rapinato sul servito....siete disposti a concedere anche moglie e figlia. ( se fossero zoccole come le tue)

  • pippo

    La pubblicità della Esso è un offesa a tutti i Gestori . Scandaloso è che il SINDACATO non abbia preso nessuna posizione ,anche perché sono mesi che viene trasmessa ,arrivando al punto che due Gestori si offendano tra loro .tirando in ballo la famiglia Che miseria

  • Anonimo

    meglio pochi Gestori con la schiena dritta che molti e fessi

  • Gigi x pippo

    8)

    Come vedi ho centrato, i Gestori Esso, invece di arrabbiarsi con i loro PADRONI che, a oggi, li trattano come schiavi pulisci fari, vetri, trasporto pos sul vassoio con inchino, pulisci scarpe......in futuro massaggio corporeo (la pubblicità fa riflettere) e infine ........probabilmente.....massaggi intimi - con la coda di paglia... :grin si arrabbiano con me :grin

    Pippo io ho tolto dal piazzale aria e acqua, questi cagasotto?

    Il sindacato che tu menzioni è occupato ad elogiare i fantastici risultati ottenuti con lo sconto delle commissioni POS... :? ...carte di credito aziendali (dal 1° luglio moltissime) dallo 0,70 al 1,50/2,50 fino al 4%.... :upsetsul transito - escluso i costi fissi del POS.

  • Anonimo

    vi lamentate e siete sempre li a rodervi

  • Nicola  - re:
    pippo ha scritto:
    La pubblicità della Esso è un offesa a tutti i Gestori . Scandaloso è che il SINDACATO non abbia preso nessuna posizione ,anche perché sono mesi che viene trasmessa ,arrivando al punto che due Gestori si offendano tra loro .tirando in ballo la famiglia Che miseria

    tu comincia a non rinnovare la tessera di chi non ti piace

  • pippo

    Se fosse per la mia tessera ,sarebbero tutti a zappare i campi Pagherò una tessera quando capiranno che devono fare gli interessi dei Gestori
    Comunque siamo arrivati ha fare il loro gioco :ci stanno dividendo tra noi ,la prossima mossa sara" schiacciarci
    Quella pubblicita è il culmine dell offesa contro tutti i Gestori ,studiata a tavolino per far passare il Gestore come una m***a ,servo di tutti .Vorrei dire a chi la ha inventata VA A CAGARE!!!!!

  • il Gestore  - niente e gratis

    aria per le gomme .....io sono passato dal cartello (0,50 € per gonfiare gomme )..al gonfiagomme automatico 0,50 € a tempo 4 minuti....prima col cartello dopo aver gonfiato le gomme... alcuni non avevano moneta...altri ho fatto il pieno....solo chiacchere..mi sono rotto!
    da luglio ho istallato gonfiagomme se non paghi non si attiva oggi marzo con le monetine da 0,50 € ho recuperato i soldi spesi....da oggi e solo guadagno e nessuna chicchera.
    pulizia vetri un secchio con tira acqua nel isola self e ti pulisci i vetri da solo!!!!

  • Luka  - A gratis

    Si, vabbè ma la settimana prossima mi raccomando un altro cartello: "l'acqua per il secchio lavavetri ve la dovete portare da casa". E siccome ormai il self farà più del 90%, piglia na bella poltrona, te stai tutto il giorno al centro del piazzale e gambe accavallate a guardà le macchine, poi...giacché sei là, ogni tanto, ti metti a gridare: "A coioni! Che ce venite a fà!". Tanto pure quello, me sa che è gratis...

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie