GestoriCarburanti

Martedì, Oct 24th

Last update:06:01:22 AM GMT

Illegalità, Di Vincenzo: Mise segnali prezzi troppo bassi

E-mail Stampa

divincenzo sky Staffetta Quotidiana - Due anni fa la Fegica denunciò la questione del “sottocosto” nella distribuzione carburanti (v. Staffetta 24/02/15). Oggi, con questa lettera alla Staffetta, il presidente Roberto Di Vincenzo rivendica la posizione di allora sottolineando la novità dell'approccio degli investigatori di Venezia, che parte proprio dall'individuazione di “prezzi troppo bassi”.

E invita il ministero a utilizzare i dati dell'Osservaprezzi per fare segnalazioni alle forze dell'ordine.

“È con sincero interesse che prendiamo nota delle parole che il colonnello Gianluca Campana ha voluto affidare alla Staffetta.
E, anche a tangibile dimostrazione di ciò, per parte nostra riteniamo opportuno offrire al colonnello un pronto e formale riscontro positivo sia all'invito rivolto al mondo associativo di settore, che all'impostazione pragmatica che sembra emergere dall'intervista pubblicata sulle colonne della Staffetta.

D'altra parte, come il suo quotidiano sa per essersene occupato direttamente, la nostra Federazione ha preso l'iniziativa in tempi non sospetti, quando questo voleva significare ritrovarsi isolati ad incassare per un verso qualche sorriso supponente e per l'altro qualche (poco) velata minaccia.

Nel tentativo di fare uscire dal silenzio ufficiale (rotto solo da qualche lamentoso mugugno) e dall'inerzia di allora, con il quale veniva di fatto tollerato il fenomeno della cosiddetta illegalità (ma sarebbe bene non distrarsi sull'elusione), ormai due anni fa (ma sembra passato un secolo) la Fegica aveva gettato un primo “sasso nello stagno” con alcuni esposti mirati che non hanno però avuto la fortuna di essere verificati con l'approccio illustrato dal colonnello Campana, cui si deve il brillante risultato del quale oggi ci rallegriamo tutti.

La novità, infatti, è nel “monitoraggio del territorio teso a individuare una serie di distributori stradali di carburanti che applicavano prezzi alla pompa molto bassi, un po' troppo bassi. Anomali”, per dirla con il colonnello.
Perché è chiaro che – continuando con la citazione – “quando il prezzo è troppo basso ed eccede determinati valori soglia che gli operatori del settore conoscono, è evidente che è frutto di qualche condotta illecita”.

Sarebbe bene prenderne atto e andare avanti da qui, rimuovendo perplessità ed interpretazioni passate, anche istituzionali, che oggi alla prova dei fatti appaiono essere state almeno incaute.

Il “prezzo basso” non può essere “difeso”, anche fosse per evitare di “esporsi” nei confronti dei consumatori, quando è frutto di una condotta a diverso titolo illegittima.

Così, tanto per dirne una, il Ministero dello sviluppo economico potrebbe finalmente cominciare ad accettare di assumere l'incarico di segnalare periodicamente ai nuclei di polizia tributaria territoriali – anche per evitare loro un monitoraggio empirico defaticante – quei prezzi troppo bassi rispetto a determinati valori soglia conosciuti, da cui il colonnello Campana è partito per la sua indagine.

Sarebbe, se non altro, un modo per dare una prima qualche utilità pratica nell'interesse collettivo a quell'immensa (e costosa) quantità di dati immagazzinati dall'osservatorio dei prezzi dei carburanti, altrimenti finora del tutto inutile.
Per il resto, la Fegica continuerà ad assicurare al colonnello Campana ed ai suoi colleghi il suo modesto contributo, se possibile da oggi con maggiore convinzione.”

Per gentile concessione di Staffetta Quotidiana 

Commenti (6)
  • anonimo

    Onore alla Fegica.


    Mister President,
    cosa si aspetta a porre fine alle politiche commerciali delle petrolifere che hanno indotto e inducono i Gestori a fallire e in alcuni casi a suicidarsi?

  • James

    Secondo me, chi vende questi prodotti sottocosto in modo delinquenziale non è neppure iscritto al MISE.

  • ser ceppelletto  - secondo me...

    consultate e verificate l'osservatorio carburanti...quante irregolarità ci sono e inesattezze...?????????? confrontate i dati e vuoi vedere che qualcosa salta fuori..... :grin

  • pippo

    Nella zona da dove é partito il tutto ,Veneto ,chi ha il prezzo minore 1319 il gasolio é L ENI E Q8 quindi in teoria abbiamo scoperto il ladro .Secondo ,io vado a rischiare applicando un prezzo fuori mercato ?Questi non sono cretini Questa è mafia cari i miei signori ,nata dalle liberalizzazioni selvagge frutto di accordi sottobanco tra politica e criminali .Quanto vogliamo scommettere che tra 15 gg nessuno ne parlera piu e stiamo parlando di 400 milioni di liti .quello che mi colpisce e che oggi ,molti gridano allo scandalo ,mentre conoscevate none e cognome di questi soggetti e nonostante tutto ancora oggi i nomi non si fanno .A conti fatti forse valutando i rischi schierarsi con LORO non dovrebbe essere male

  • Anonimo

    E intanto i Gestori falliscono e chiudono e nessuno ascolta le urla del silenzio.

  • Giampiero  - in Italia è tutto paradossalmente

    normale. Circa 4 anni fa, proposi in ass.to un censimento degli impianti privati - nascono come funghi - proprio per i dubbi sulla facilità delle autorizzazioni, per chi tra questi ultimi ne è in possesso chiaramente.
    Ad oggi il nulla assoluto, accompagnato da una indifferenza che lascia disarmati. Possibile che tutto sia permesso, voltando lo sguardo anche quando tutto nasce dall'illegalità ormai diffusa nel nome di un prezzo che necessariamente deve essere posto al ribasso nel nome e nell'interesse di consumatori e liberalizzazioni selvagge.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: