GestoriCarburanti

Sabato, Oct 21st

Last update:11:23:53 AM GMT

Incontro Casero/gestori: intesa sulla correttezza dei problemi posti in ordine ai costi della moneta elettronica

E-mail Stampa

Allo studio interventi immediati di adattamento della norma sui servizi di pagamento alla distribuzione carburanti
Misurata soddisfazione può essere espressa alla luce di quanto emerso nel corso della riunione tenuta ieri, 20 settembre, tra il Vice Ministro al MEF, Luigi Casero, e le delegazioni delle Organizzazioni di Categoria dei gestori – Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc Confcommercio – avente ad oggetto la nuova normativa che impone l’accettazione della moneta elettronica.

E’ quanto si legge in una nota congiunta delle tre Federazioni.

In particolare – prosegue la nota – la riunione è stata utile per giungere ad una sostanziale condivisione circa la ragionevolezza della domanda della Categoria volta ad individuare interventi correttivi ad una situazione evidentemente iniqua.

Ai gestori degli impianti carburanti, infatti, viene attualmente trasferito il costo delle commissioni bancarie gravanti su un importo, quello del prezzo dei carburanti, che solo per il 2% finisce nelle tasche dei medesimi gestori, mentre per il 98% rimanente viene incassato e riversato allo Stato, sotto forma di accisa ed IVA, e al proprietario del punto vendita/fornitore.

La Categoria aderisce in modo convinto, essendo pronta a fare la propria rilevante parte, alla decisione di interesse generale di favorire la diffusione della cosiddetta “monetica”, anche al duplice scopo di ridurre la movimentazione di denaro contante e le occasioni di episodi di violenza presso i punti vendita, nonché di combattere adeguatamente, anche da questo punto di vista, il fenomeno dell’illegalità che colpisce drammaticamente, ad altri livelli della filiera, l’intero settore e la corretta dinamica di mercato.

Da parte sua il Vice Ministro Casero ha inteso assumere l’impegno – conclude la nota sindacale – ad aprire immediatamente un canale di confronto diretto con la Categoria volto a valutare l’impatto complessivo della nuova normativa sui sistemi di pagamento nella complessa rete di relazioni all'interno della filiera della distribuzione carburanti, al fine di individuare i necessari interventi di riequilibrio, a cominciare da quelli riguardanti gli oneri connessi all'utilizzo della moneta elettronica.

Commenti (22)
  • Anonimo

    cioe'? quindi? quantunque dopo anni di confronto salta fuori questo comunicato ma va a ciapa' i rat.

  • OLEOBLITZ  - esattori dello stato

    troppi impianti...troppo poco il margine litro...elevate le spese, chi fa questo lavoro o è matto o disperato, quindi ce poco da fa ....consiglio di cambiare mestiere..... :grin ....

  • p

    Siamo stanchi delle solite tiritere ,ci avete rotto il caxxxxo con i vs tavoli e le decisioni prese sulla ns testa senza consultarci
    La formula che i Gestori vogliono e che dovete portare avanti,caro sindacato è via le commissioni ,se le paghi il cliente .CHIUSO tutto il resto é una inculata La moneta elettronica é l ennesimo aiuto del governo alle banche stramaledette .Ci dicano con questa legge cretina,quali saranno i guadagni in piu per le banche e ,che con questo sistema elimineranno migliaia di dipendenti mantenendo i guadagni mentre noi popolo fesso, pagheremo milioni in assistenzialismo

  • anonimo

    Forse il Sig.Casero affiderà l'indagine a una commissione che durerà qualche anno per poi decidere sulla questione.
    Forse farà durare i lavori per qualche anno per fare un ulteriore regalo alle banche.
    Si salvi chi può.

  • Anonimo

    l unica e' lo sciopero ad ad oltranza andando subito dopo a trovare i Gestori criceto per fargli cambiare idea...... con trump vicino chiaramente .... :grin

  • tommaso campana  - quindi nnt di fatto

    quindi? MI PARE nnt....solo rimandato....come sempre...ed intato da noi eni i costi lievitano da ottobre 2017

  • Zizou

    di che costi parli??

  • Zizou

    Eni ora chiede delle royalties??? :sigh

  • pippo

    Leggete il primo paragrafo dove si legge :adattamento alle norme ,soddisfazione alla luce di quanto emerso .
    Sarei curioso di sapere chi vi ha autorizzato mettercelo nel di dietro con soddisfazione e adattamento !!!!!
    ,Perché di questo si tratta ,quando sul mio pidocchioso guadagno del 2 %lordo mi si toglie anche un misero 0,5 % vuol dire rubarmi un quarto dello stipendio lo capite o no !!! Se sulla busta paga di politici ,operai ,sindacalisti, levassimo a fine anno la stessa percentuale cosa farebbero ? FAREBBERO SCIOPERO !!! questo dovete portare al governo fantoccio servo delle banche SCIOPERO ad oltranza ,basta prenderlo senza fare nulla .
    Questa deve essere la battaglia con la quale il sindacato si rilancia ,e se non ci riesce vada a casa

  • Anonimo

    come tutte le cose in itaGlia , non devono sistemare le cose se no non servirebbe piu questa gente, un passo avanti e due in dietro . il futuro è assicurato , la lotta continua , i tavoli,le trattative,le discussioni,le norme................

  • pippo

    Perché Non ci dici il motivo per il quale sei contrari ?Sei forse un retista ? o un pirla di cliente che per il solo motivo che gli anno dato un pezzo di plastica si sente un emancipato ? O UN c******e DI Gestore AL QUALE VA BENE RIMETTERCI IL 25%DEL GUADAGNO ? o un sindacalista ?Illuminaci io sono un semplice Gestore capace di SCIOPERARE anche per tè perché vedi oltre allo sciopero non conosco altri sistemi per far valere i miei diritti

  • Anonimo

    SCIOPERO AD OLTRANZA AN RAT.

  • Moreno Parin  - Lettera a sindacati e Gestori

    Spett. Faib, Fegica, Figisc, Gestori Italiani

    Mittente: Eni, EniRete, Gei, Esso, Q8, Q8 Easy, Tamoil, TotalErg, TE, IP, Assopetroli, Retisti vari, Enercoop, Conad, Carrefour, Grande Distribuzione Organizzata e tutte le altre pompe bianche italiane.

    Stiamo seguendo con particolare attenzione le vostre iniziative riguardanti le commissioni applicate dalle banche sui pagamenti tramite Moneta Elettronica, Bancomat, Carte di Credito, ecc., però, con l’occasione, prima vorremmo innanzitutto fare una cosa che avremmo dovuto fare molto tempo fa, ovvero ringraziarvi di cuore per il Bonus Fiscale che, con molti sacrifici, avete ottenuto in favore di tutte le gestioni, comprese le nostre, ciò ci ha permesso di risparmiare centinaia di migliaia di Euro, e ancora di più nel futuro.

    Per quanto concerne le commissioni sulla Moneta Elettronica, ci auguriamo che il governo recepisca senza indugi le vostre legittime richieste di azzerare i costi imposti dalle banche, nel caso ci sia un disimpegno del governo o interessate lungaggini vi sproniamo a reagire, anche a muso duro, senza indugi al fine di ottenere l’auspicata eliminazione delle commissioni sugli acquisti di carburanti presso i distributori di carburanti italiani.

    Vi ringraziamo anticipatamente per il risultato che riuscirete sicuramente ad ottenere, da parte nostra vi garantiamo che non utilizzeremo i notevoli risparmi che deriveranno dalla cancellazione delle commissioni per incrementare nostri guadagni, di per se già ottimi anche dopo aver pagato le commissioni, ma crediamo sia giusto che ne beneficino i nostri clienti automobilisti, e con un doppio beneficio: loro pagheranno un po’ meno i carburanti e noi riusciremo a essere un po’ più competitivi di adesso.

    Con simpatia e gratitudine

    Firmato: vedi mittente, anche quelli che ci siamo dimenticati di citare.

  • Alex

    Scusa Moreno, non hai menzionato le carte aziendali , le commissioni su di quelle restano uguali, aumentano o si associano alle banche ???

  • Nicola

    Scusi Sig. Parin, per sbaglio ho messo un voto negativo e non riesco a cancellarlo :(

  • Antonio

    Complimenti signor Perin, sinceramente non ci avevo mai pensato. Bisognerà che si consigli al governo di distinguere le major e pompe bianche dai Gestori. Non le pare? Complimenti anche perché lei nei suoi post ci mette la "faccia", noi invece compreso me usiamo uno pseudonimo. Ma di cosa abbiamo paura? Complimenti signor Perin, sinceramente non ci avevo mai pensato. Bisognerà che si consigli al governo di distinguere le major e pompe bianche dai Gestori. Non le pare? Complimenti anche perché lei nei suoi post ci mette la "faccia", noi invece compreso me usiamo uno pseudonimo. Ma di cosa abbiamo paura? Pensiamoci....

  • miki

    Alex,
    domanda giusta.Oltre a pagare le commissioni sulle transazioni con carte petrolifere queste ci vengono rimborsate non il giorno dopo come fanno le banche ma dopo 5-6 giorni.
    Facciamo da banca alle compagnie,poverine!
    Eppur nulla è successo in questi anni.
    Stavolta chissa.........

  • Anonimo

    " DA UN POST COPIATO SU FACEBOOK"
    Si scoraggia l'uso del contanti con la scusa dell'evasione...la verità è che si vuole favorire le banche!!
    Se gira una banconota da 100 euro, dopo centinaia di passaggi sarà sempre una banconota da 100 euro !
    Se girano 100 euro tramite carte di credito, con le varie commissioni che si pagano ad ogni passaggio, dopo 100 passaggi considerando una media di 1 euro a "strisciata" addebitato al commerciante, la 100 euro è finita tutta nella banche !
    Questo a lunga andare provoca in giro unitamente ad altre azioni speculative rarità monetaria ... detto alla sora Pina ... "soldi non ne girano" !
    Volete favorire l'uso della moneta elettronica ? Iniziate con l'azzerare le commissioni e non che dal 1 ottobre aumenteranno ! Per non parlare dei costi di tenuta post .
    FATE GIRARE SE NON LO FA LA TV ALMENO INFORMATE VOI !!!

  • Anonimo

    Moreno Parin è presidente del SINDACATO GISC Treviso ,,un sindacato nato qualche anno fa .Quindi ,basta dare disdetta alla triade e dare mandato al GISC di rappresentarci facile no ,o forse è meglio lamentarci senza fare nulla ?

  • Anonimo

    Comunque vada anche se "diminuiranno le commissioni", vedrete che aumenteranno le spese di gestione, locazione pos, operazioni, ecc. poi qualcos'altro studieranno. Noi incantatevi da una parte danno e dall'altra rubano.

  • Gigi

    8)

    troppo tardi -

    non c'è limite a quello che ci possono fare.

    Da anni non leggo più gli interventi di uno dei pochi Gestori veri - "un collega stufo" - vi ricordate? probabilmente è caduto in battaglia -

    Adesso, disgustato e scuotendo la testa, leggo le vostre idiozie (chiusura 10.000 impianti).

    Questo mentre i PADRONI vi monitorizzano h24 e decidono al posto vostro.

    Bastava combattere!!!!!

    Chi vuole usare il POS (tutta una mafiata statale/bancaria) lo usi negli impianti automatizzati/gestiti direttamente dalle compagnie -

    E' difficile?

    Poi se un Gestore lo vuol mettere di sua iniziativa....libero di farlo.

    DEMOCRAZIA!! La conosce?

    Quelli che vogliono imporci il POS NO!!!!!!!!!!


Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli meno recenti: