GestoriCarburanti

Mercoledì, Oct 18th

Last update:01:12:12 PM GMT

La rivolta dei gestori contro Shell

E-mail Stampa
La compagnia petrolifera accusata di imporre margini di guadagno risicati e turni massacranti.
"Ci fa contratti capestro ". E in tribunale vincono il primo round


WALTER GALBIATI - La Repubblica
MILANO — Davide contro Golia, Ulisse contro Polifemo nei racconti biblici e mitici. Nella realtà di ogni giorno, un colosso dal nome Shell con un fatturato di 458 miliardi di dollari e un utile di 26 miliardi contro un piccolo distributore di benzina,
che oggi stenta a sopravvivere. Eppure capita, come negli scontri mortali con esiti imprevisti, che la legge dia ragione al più debole. Il pomo della discordia è il nuovo contratto di associazione in partecipazione che la compagnia petrolifera sta cercando di imporre a tutti i distributori italiani che operano sotto il suo marchio. Un contratto ritenuto «capestro» dai benzinai e «contrario alla legge italiana» dai giudici dell'Vili sezione delTribu-nale di Milano, specializzata in diritto societario, che ha dato ragione air avvocato Stefano Rubbio e al suo assistito, uri distributore Shell di Viale Certosa a Milano.
Quel contratto imporrebbe turni e condizioni massacranti con margini di guadagni risicati, tanto bassi da aver ridotto sul lastrico più di un benzinaio. La normativa italiana (decreto legislativo 32 del 1998) vuole che i distributori siano o direttamente in mano alla compagnia oppure vengano affidati a singoli gestori con contratti di comodato e somministrazione. La compagnia in pratica concede l'uso della stazione di servizio in cambio di un impegno da parte del gestore all'acquisto del suo carburante. Il secondo metodo è in genere il più efficiente, ma per renderlo ancora più efficiente la Shell ha pensato bene di inventarsi una sorta di "gestore virtuale", materializzatosi nella società Aico srl, controllata dal gruppo, e di associare in partecipazione i gestori veri propri. Un giochetto che ha portato non pochi vantaggi al gruppo petrolifero e non pochi grattacapi ai vecchi benzinai diventati "soci" della Aico. Il gestore virtuale, un unico e grande gestore per tutta l'Italia, si sostituisce ai gestori e concentra in capo a sé i benefici che spettavano a ciascun benzinaio, come il bonus concesso a fine anno dalla compagnia e quello fiscale concesso dallo Stato per il versamento sistematico delle accise, e impone agli associati dei margini risicati.
«Chi firma il contratto—spiega l'avvocato Rubbio—deve aderire a un business plan che impone obiettivi di vendita da raggiungere e riconosce al tempo stesso dei margini di guadagno. Questi però,invece di crescere in proporzione alle vendite, diminuiscono mettendo a repentaglio la sopravvivenza dei distributori». Se a un gestore ordinario per esempio viene riconosciuto un margine di 46 euro ogni 1000 litri, ai gestori Shell associati si arriva a dare, man mano che la produzione aumenta, 20,19, anche 14 euro ogni 1000 litri. «Sono margini — commenta Antonio Crescimanna, titolare di una stazione Shell—che non consentono di coprire i costi». E che disincentivano a produrre. «Perché—si chiede Massimo Frasconi, un altro distributore della compagnia—devo vendere di più quando poi mi vedo tagliare i margini? È un paradosso visto che per erogare più benzina, ho bisogno di più personale. I costi quindi sono maggiori a fronte di un guadagno più basso».
Con due ordinanze, una del 7 luglio e l'altra del 21 luglio, il Tribunale di Milano ha riconosciuto che quel contratto viola la legge, perché il gestore virtuale si interpone tra la compagnia e il gestore vero. E ha di fatto imposto alla Aico di lasciare le stazioni di servizio in mano ai benzinai ribelli, che nel frattempo erano stati costretti a lasciare la propria attività con gravi ripercussioni economiche. Resta però ancora in vigore il contratto di associazione in partecipazione, per cancellare il quale servirà ora un 'altra causa civile.
Commenti (34)
  • Fox  - Era ora

    Ci voleva repubblica per far sapere come si comporta shell.............sono 4 anni che aspettiamo che qualcuno?????? faccia il suo lavoro!!!!!!!

  • prov milano  - era ora

    tutto questo è grazie al comitato spontaneo aico

  • prov milano

    Antonio Crescimanna, e Massimo Frasconi hanno avuto le palle, adesso che il primo passo è fatto e che tutti possiamo avere la sicurezza di aver ragione mettiamoci tutti insieme e rivoltiamo la frittata

  • hellman

    sono Gestore shell con contratto di comodato.Queste notizie mi fanno immenso piacere,viste tutte le pressioni che subisco per firmare aico.
    grazie

  • Fox  - Gestore shell

    Sono Gestore shell senza contratto da 5 anni e in buona compagnia lotto per non firmare aico(senza l aiuto del sindacato che si è defilato e sfido chiunque a dire il contrario!!!!! ) e l immenso piacere l avrò quando la smetteranno di rompere le b......

  • Anonimo

    oggi è il giorno delle manifestazioni di giusto entusiasmo, e dei complimenti a quei associati aico che si sono ribellati .
    i complimenti vanno anche fatti a quei Gestori che non hanno ceduto.
    poi però andranno fatte le giuste cosiderazioni di come è andata la storia.
    attenti a non buttare via insieme all'acqua sporca anche il bambino.
    cioè il sindacato
    Gestore Shell

  • Gestore shell

    quale sindacato?
    in questa storia il sindacato non esiste

  • B.  - ma che ne sai

    cosa conosci di QUESTA STORIA per fare questa affermazione? Risposta: assolutamente niente. Cosa c'entri tu con questa storia? risposta: assolutamente niente. La tua affermazione non corrisponde al vero. Sei invitato ad informarti prima di sentenziare.

  • Gestore SHELL

    Sono molto informato più di quanto tu possa lontanamente pensare.Non ho dato alcuna sentenza per fortuna quelle le danno i giudici.
    ho espresso grande soddisfazione per le sentenze .
    Certo che il sindacato non c'entra in questa storia poichè chi a firmato il contratto AICO non poteva più essere rappresentato.Tanto è vero che è nata una NUOVA associazione spontanea , che in merito alla vicenda c'entra anche lei ben poco.

    Sulle altre valutazioni avremo modo di scrivere e forse finalmente imparare dagli errori fatti.
    Gestore Shell

  • Claudio  - x Gestore SHELL

    si vede però che sei poco informato leggiti un po' tutto su questo sito dal comitato a chi c'è nel comitato a chi a presenziato al comitato e non dire che il sindacato non centra le organizzazioni di categoria non centrano ma il sindacato centra eccome lui e tanti suoi bravi esponenti per citarne uno per tutti:
    MASSIMO al quale va il nostro grazie

  • Gestore shell

    Mi associo a te ! grande ringraziamento ed ammirazione a Max. Il sindacato in questa faccenda centra e come, e solo grazie loro che ci rappresentano se questa sentenza ha dato ragione al piccolo contro il colosso !

  • Gigi

    Buonasera, sono uno pseudo/Gestore (non Shell), fregato alcuni anni fa con un contratto di associazione in partecipazione. Risultato: 65 ore la settimana di apertura impianto, aperto tutte le festività, niente riposo compensativo e assolutamente niente ferie. Il mio margine è di 2,5 centesimi. Vendo tanto e il proprietario, un retista privato convenzionato con primaria compagnia, non si lamenta (:-) vorrei vedere!!).
    Ho necessità di conoscere meglio la normativa italiana di cui l'articolo, in particolare il decreto legislativo 32 del 1998. Grazie in anticipo e auguri!!

  • Claudio  - X GIGI

    rivolgiti all'unico sindacato la Fegica e ti diranno tutto solo loro hanno fatto contro la Shell affiancando il comitato Aico
    vai sul sito www.fegica.it e scrivigli

  • Gigi

    Lo farò, grazie!

  • Fox  - LA STORIA VERA

    L unica verità è quella per cui noi Gestori con contratto scaduto quando abbiamo deciso di non firmare e abbiamo contattato il presidente Squeri al telefono abbiamo ricevuto un bel "buona fortuna "

  • Claudio  - X FOX

    invece di contattare squeri sarà meglio che ti rivolgi al Sindacato

  • eustacchio

    scusa fox ora capisco perchè ti lamenti tanto hai chiamato la persona sbagliata il peggior rappresentante mai visto in 35 anni di questo lavoro

  • Antonio  - A proposito di Sindacato

    Cari colleghi, chi vi scrive ha visto nascere la silenziosa protesta degli associati aico che dopo il primo anno di "luna di miele" si sono visti ridotti unilateralmente i margini rendendosi conto che il contratto che avevano firmato era un capestro.
    Ci siamo riuniti una prima volta ormai oltre un anno fa e con l'aiuto di Roberto Timpani di Fegica abbiamo cercato di capire cosa e come dovevamo fare.
    Fegica prima di appoggiarci è stata chiara: L'obiettivo deve essere il ritorno allo status di Gestore di tutti gli associati in partecipazione.
    Dopo qualche mese abbiamo costituito la nostra associazione il cui statuto prevede proprio come scopo il riconoscimento della qualifica di Gestore per tutti gli associati Aico.
    Dalla nostra nascita solo Fegica ci ha appoggiato politicamente.
    Solo Fegica ha assistito alle prime mancate riconsegne da parte di Gestori aico.
    Solo Fegica ci ha assicurato appoggio e solidarietà.
    Solo Fegica ha rimarcato durante le tutte le riunioni con Shell quali nefandezze contiene il contrattto Aico.
    Solo Fegica ha difeso a spada tratta sia gli associati Shell che i Gestori che rifutavano di passare ad aico.
    C'ero quando gli esponenti sindacali delle altre due federazioni mendicavano con Shell un futuro per i Gestori. Proprio così mendicavano a testa bassa come servi della gleba un tozzo di pane e un futuro. Ed in quell'occasione solo la voce di Roberto di Vincenzo tuonò ( proprio tuonò) contro il direttore rete di Shell promettendo battaglia sia per i Gestori che per gli associati.
    In conclusione cari colleghi il merito di queste due prime e ancora piccole vittorie va dato in primo luogo agli associati che non hanno avuto paura di sfidare il gigante Shell, in secondo luogo all'avvocato Rubiu che ha saputo come opporsi allo strapotere Shell ed infine alla Fegica che ha saputo infondere in noi quelli che da sempre sono i loro principi : liberi, passionali coraggiosi.
    Grazie per l'attenzione e buon lavoro.
    Antonio Crescimanna
    Associazione "comitato spontaneo Gestori aico".
    www.comitatoGestoriaico.net

  • eustacchio

    scusa antonio grazie per la precisazione ma allora quelli della faib che banfano sul loro sito per la questione shell escono adesso che c'e la sentenza ?? non hanno ritegno a stare zitti a questo punto

  • marco

    finalmente qualche buona notizia,
    a me da domani mi tolgono l'adsl per le carte, dicono che non hanno piu soldi, devo provvedere da solo se voglio accettare le carte euroshell, che vergogna

  • ancora Gestore

    per Massimo Frasconi: tieni duro!!! Vedrai che verranno ad offrirti soldi per ritirare tutto; non mollare e portali fino in fondo. Ciao

  • felice felice stra felice

    un grazie di cuore a te, caro Antonio e a tutti quelli che anno collaborato a questa piccola ma grande vittoria e a quei pochi associati che senza timore, hanno partecipato ai nostri incontri (io naturalmente c'ero)
    con la speranza ,che ci vega ridato tutto quello che questi grandi signori ci hanno tolto, tanti auguri a tutti e buon lavoro (sono molto felice)
    grazie.

  • Marco  - SONO ALLA CORDA

    non sanno più dove arraffare soldi :
    prodotti differenziati +0,195 euro/litro
    card euroshell 2 euro card/mese più iva.
    stanno ricevendo un sacco di disdette.
    Avanti così...

  • Gestore Shell

    Caro Criscimanna nella tua lunga disamina sulla nascita dell' associazione e del percorso sostenuto da Fegica,manca per intellettuale l'antefatto cioè far capire quali siano state le vere ragioni che hanno portato a questa situazione ovvero quali motivazioni abbiano portato circa 500 Gestori che si alzavano felici e che cantavano le lodi a .... Shell
    a sottoscrivere un contratto capestro come l'associazione in partecipazione e oggi a ribellarsi, forse !!!!
    Io credo che tolti pochi casi di Gestori succubi dei funzionari Shell, gli altri hanno creduto che stando con Shell e non con il sindacato il gioco li avrebbe premiati forse con uno o due o tre impianti ( 4,5,6,...)in associazione forse con qualche viaggio premio con compagnia cantante ecc. nulla di male, l'animo umano prevede anche l'orgoglio e l' ambizione " la grandeur " come dico i francesi.
    Tutti nei sindacati dicevano che questi contratti erano una m***a, ma ascoltare i sindacati non faceva ne "figo" ne ricco meglio le advance di Shell e molti l'hanno voluta assaggiare la m***a perche i TM la spacciavano per cioccolata. Ora quelli che hanno di fatto reso Shell tronfia di potere e debole il sindacato hanno preso atto (spariamo che non sia troppo tardi)dei danni che hanno fatto a se stessi (e dovrebbero saperlo) anche ai loro colleghi,ma forse questo non gli importa, quei colleghi che hanno resistito che hanno detto di no ai facili guadagni e alle gaudenti feste di Shell, ai viaggi e stanno operando in condizioni di concorrenza sleale con gli aico che come nella novella dell' "l'utile idiota " di fatto fa ancora giorno dopo giorno gli interessi del padrone
    Ora dopo che si almeno ricordata un pò la storia di come è andata
    i peana a questi eroi mi sembrano
    forse eccessivi,(chi è causa del suo male pianga se stesso)
    Con il dovuto rispetto e senza intenti polemici un' ultima riflessione quanti erano/sono i Gestori Shell iscritti a Fegica ?
    Ricordatevi che Fegica è stata chiara lo status è quello del Gestore.
    Non quello del gòss (cume disan a milan)
    Per non voler sembrare stronzo auspico che i Gestori Shell possano un giorno (purtroppo non ancora vicino) guardarsi negli occhi senza rancori ed essere uniti .

    un vecchio e orgoglioso Gestore Shell
    accetto tutte le opnioni gli insulti ....squalificano

  • Fox  - Tutto vero

    Tutto vero ,caro vecchio Gestore shell ,pienamente d accordo con la tua riflessione se non altro perche oggi da quelle sentenze pare escano piu tutelati i cosidetti ribelli aico che non noi "ancora Gestori"senza contratto chiusi a tutto e separati in casa ..............la sensazione paradossale è che convenga oggi firmare per poi contrattare con shell una buona uscita che da Gestore non avrai tanto facilmente!!!!!!!!AIME SONO IL SOLITO PESSIMISTA SICURO DI PERDERE L IMPIANTO!!!!!!!!!

  • Gianluca Dainese

    Caro collega non sò se hai letto il mio ultimo commento,ricordati che l'unione fa la forza e se noi molliamo (NOI VECCHI Gestori), LORO) ci prendono per il c**o dicendo che noi abbiamo firmato il contratto e sapevamo a cosa andavamo in contro.Solo se loro non faranno più contratti AICO saranno costretti a fare marcia indietro,e finchè trovano dei getori che firmano loro andranno avanti a distruggerci.Non mollare BOIA A CHI MOLLA.Firmato Dainese Gianluca

  • Gianluca Dainese  - Boia a chi molla

    Mi chiamo Dainese Gianluca e non ho paura di scrivere il mio nome perchè sono un Gestore che lavora più di 10 ore al giorno,gestisco e ripeto gestisco un impianto shell in provinca di Brescia.La mia storia è come la storia di altri Gestori che hanno subito minaccie ed altro per passare con il contratto Aico.Faccio parte del comitato spontaneo Gestori Aico e non sono Aico però ne sono entrato a fare parte per difendere i colleghi che hanno firmato quel contratto suicidio.Alle riunioni del nostro comitato quando invitavo i colleghi Aico mi dicevano non posso venire perchè mia moglie non vuole,non posso venire perchè devo andare a caccia, e altre scuse banali, poi ci sentivamo e mi dicevano che le cose non gli andavano bene ed erano disperati, poi quando si trovavano davanti ai responsabili della shell avevano paura di dire come stavano le cose perchè non venendo alle nostre riunioni non sapevano a cosa andavano incontro.Adesso abbiamo dico abbiamo anche se io non ho il contratto aico ,ottenuto una piuccola vittoria, e ne avranno i benefici anche loro.Leggo commenti brutti sul sindacato,io sono stato aiutato tantissimo dal sindacato fegica e sono andato anche alla mancata riconsegna di un impianto del bresciano e del mio ,e anche del mio a Capriano del Colle e il sindacato era li ad aspettare quelli della shell per ore.Sono convinto che l'unione fa la forza e da queste piccole battaglie che si vede.Io molto probabilmente non stò molto simpatico ai signori della shell che sicuramente leggeranno questo commento, però loro fanno i loro intaressi io i miei e per mantenere la mia famiglia andrò fino in fondo.Adesso secondo loro dopo la mancata riconsegna sono senza contratto e mi forniscono il carburante perchè sono un servizio pubblico ,quasi quasi gli dico grazie e poi l'ultima è che non mi pagano i cali dell'anno scorso con regolare contratto di comodatto.Vergognaaaaaaaa.Non mi piego ai loro ricatti mi dispiace anzi diciamo pure che non hanno neanche il coraggio di parlare e di rispondere raccomandate mandate da avvocati.Ragazzi bisogna portarli in tribunale.Se avete bisogno di consigli scrivetemi pure la mia mail è Shellgian@libero .it.
    Vorrei dire Grazie al Sindacato Fegica e sopratutto al Sig. Presidente Crescimanna e a Massimo.Per la Shell noi non molliamo sapete dove trovarci.Grazie a tutti e buon lavoro a tutti Gestori e associati da Dainese Gianluca

  • Franco  - aico

    Shell vi spacchera il cu--lo in appello

  • Marino  - testinaaa

    ha spaccato il tuo quando ti ha chiamato all'appello:
    Franco: PRESENTE,
    giù i pantaloni,
    SI SIGNORE
    .............FLOCCCCC
    e Aico ha prodotto un altra TESTINAAAAAAAAA .

    membro in "aico" non fa figli
    ma fa testine e conigli

  • Dainese Gianluca

    Caro franco mi dispiace di aver letto solo adesso il tuo commento .Probabilmente tu ,che non sò chi sei perchè non hai il coraggio di mettere il tuo cognome,la shell te lo già spaccato il cu--lo come dici tu e probabilmente ti sei anche piegato.Ti voglio ricordare che io sono un Gestore e difendo questa battaglia ,e di gente come te che tifa Shell non ne abbiamo bisogno.Noi non abbiamo paura perchè siamo gente che lavora.Aspetto tuoi commenti se hai il coraggio

  • admin  - Per Franco

    Attenzione all'uso improprio di parole fuori luogo come....appello :-)

    Le do una notizia: il suo appello alla rottura delle terga è già vecchio ed inutile perchè sorpassato dagli eventi.. Avrà modo di capire nei prossimi giorni. Le anticipo che è il contrario di quanto lei asserisce.... Spero di avere il piacere di un suo commento dopo i fatti che da qui relazioneremo. Sempre che lei riesca a fornirci un pensiero diverso da quello appena espresso...

  • Antonio  - per Franco e per tutti gli altri

    Shell ha rinunciato alla terza causa e ha dichiarato al giudice che non farà reclamo contro le altre due decisioni.
    Ha riaperto gli impianti dell'associato fornendogli nuovamente carburante e ha riconosciuto allo stesso i margini dell'ultimo business plan.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: