GestoriCarburanti

Sabato, Oct 21st

Last update:11:23:53 AM GMT

Intervista a Stefano Cantarelli 'Colpa delle royalties a noi restano i centesimi'

E-mail Stampa

cantarelli sStefano Cantarelli, presidente della rete autostradale della Federazione Italiana Gestori Impianti Stradali Carburanti, "la crisi ha picchiato duro anche in questo campo Vendiamo addirittura meno del 1979" ma è anche “Colpa delle royalties a noi restano i centesimi”

Perché fate pagare di più la benzina dopo il casello? "Intanto il costo di esercizio è più alto. Anche se è stato ridotto all'osso deve essere garantito personale 24 ore al giorno e non solo un servizio automatico alla pompa». Basta per il salasso? "Il dato che incide molto sono le royalties che chiedono le società autostradali per assegnare alle compagnie petrolifere o ai gestori la singola area di servizio. Negli anni si è arrivati ad un costo che si aggira tra i 12 e i 13 centesimi al litro. Soldi che finiscono direttamente ai gestori".

In passato erano meno? "Fino al 2002, quando si è privatizzata la rete autostradale, le royalties arrivavano al massimo a 1 centesimo e mezzo al litro. iL problema che l'aggiudicazione è su base d'asta. Pur di accaparrarsi l'area di servizio anche le compagnie petrolifere offrono di più. Secondo un dato in nostro possesso le società autostradali incassano tra i 150 e i 160 milioni di euro l'anno».

Che Iva e accise siano tra le più alte in Europa lo sappiamo... "Si, ma ricordiamo anche che al benzinaio, fatto un prezzo medio della benzina di 1,4 euro al litro, rimangono in tasca appena 5 centesimi». C'è qualche anomalia su cui si potrebbe intervenire? «Bisognerebbe ristrutturare l'intera rete. Andrebbero chiusi il 30% degli impianti. Quelli che ci sono oramai sono decisamente tropp".

Si vende meno benzina? "La crisi ha picchiato duro an che in questo campo. Nel 2002 in autostrada si vendevano 4 miliardi di litri l'anno di carburante. Nel 2016 siamo a meno di 1,8 miliardi. Contro i 26/27 miliardi dell'intera rete ordinaria. Siamo sotto addirittura al 1979 quando la rete autostradale era grande la metà e si vendevano 2,5 miliardi di litri".

Fonte: La Stampa

Commenti (9)
  • Nicola

    dal prezzo alla pompa, mi sembra strano che le vendite non siano quelle degli anni '50.
    Io in autostrada faccio al massimo 10 euro solo per uscire al casello, ho fatto anche solo 5 euro :)))

  • Anonimo

    Caro Nicola tu ragioni oramai come ragionano tutti in Italia. Trovare sempre e comunque il prezzo piu' basso, il sottocosto, le offerte ( che spesso sono solo fumo negli occhi).
    10/15 anni fa quando non esisteva la GDO non stavamo forse un po' tutti meglio? Il benzinaio vendeva benzina, il tabaccaio tabacchi, il fruttivendolo verdura. Che poi se ci ragioniamo un po' su cosa risparmiamo quando facciamo carburante al distributore meno caro? facciamo finta che il divario sia di 10 cent/lt ( anche se i distributori di città rispetto ad un distributore della GDO è al max 5 cent piu' alto ). Su 50 lt a 10 cent/lt Nicola hai risparmiato 5 euro. Sono molti? Se consumi 50 lt al giorno forse il risparmio si c'e' . Ma se consumi tra te e le altre auto/moto che hai in famiglia 50 lt a settimana, risparmi 5 euro a settimana. Se consumi 50 lt ogni 2 settimane risparmi 2,5 euro a settimana. Caro Nicola per 2,5 euro a settimana tu non avrai certo la vita cambiata. La tua non di certo ma la vita di noi benzinai è cambiata e come. Oggi tocca a noi benzinai perdere il lavoro domani...

  • Anonimo

    e poi caro Nicola prima dei soldi viene il rispetto. Facendo 5 o 10 euro hai mancato di rispetto al benzinaio, ai suoi collaboratori, alle loro famiglie che non hanno colpa del prezzo alla pompa perché questo gli viene imposto. Scusate lo sfogo ma oggi la parola rispetto sembra scomparsa : gente che viene al distributore, mi guarda atterrita come se un saluto aumenterebbe il prezzo alla pompa, mette i soldi nella SELF e fugge via. La mia piccola rivincita è quando alcuni sbagliano e cercano aiuto da me : la mia laconica risposta: Hai messo i soldi nel SELF, parla con la macchinetta vedi cosa ti risponde, io che c' entro?

  • OLEOBLITZ  - poche parole

    ma quante menate...cambiare lavoro unica vera soluzione e per chi non può o non vuole...comprarsi l'impianto e mandarlo avanti come uno vuole senza più essere schiavi ma liberi e veri imprenditori oppure adios amigos..... :grin :grin :grin stasera ho leggermente bevuto....un caro saluto a tutti i colleghi quei pochi rimasti....

  • Kazunori

    Ciao Oleoblitz bentornato :) piu' che comprarsi l'impianto ( scavandosi la fossa ) bisognerebbe trovare un nuovo lavoro ... ma dove?? :roll

  • Anonimo

    se mi compravo l'impianto e mi toccavano i lavori straordinari imposti dall' arpa facevo fallimento

  • Nicola

    Allora, i prezzi in autostrada sono altissimi ma per me le petrolifere ci marciano, come mai la Esso ha pressi di 6-7 centesimi più bassi degli altri?????
    Anonimo, non dimenticare che io sono un tuo collega :)

  • Nicola  - re:
    Nicola ha scritto:
    Allora, i prezzi in autostrada sono altissimi ma per me le petrolifere ci marciano, come mai la Esso ha pressi di 6-7 centesimi più bassi degli altri?????
    Anonimo, non dimenticare che io sono un tuo collega :)


    ops..prezzi

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: