GestoriCarburanti

Lunedì, Dec 11th

Last update:06:49:49 AM GMT

Vincenzo Maniaci Q8, l'arma vincente e' il servizio

E-mail Stampa

maniaci-Q8Nella distribuzione di carburanti in Italia, Q8 ha scelto una strategia di presidio del mercato volta alla massimo soddisfazione del cliente e - assicurata la qualità dei prodotti e la rete di vendita -il servizio ha sempre rappresentato l'arma vincente.

Nella distinzione dei clienti per tipologia, è innegabile che le aziende rappresentino uno dei segmenti di mercato in cui Q8 ha registrato i maggiori successi degli ultimi anni, incrementando in modo significativo la sua quota di mercato. Grazie all'opportunità nata dall'importante acquisizione della rete di distribuzione Shell nel 2014, Q8 ha, infatti, accelerato ulteriormente i processi di cambiamento ampliando soprattutto i servizi offerti dai suoi sistemi di pagamento, in primis la carta di credito CartissimaQ8, poi la ricaricabile RecardQ8, e - ultimi nati - i buoni carburante Q8ticketfuels.

Tra i fenomeni monitorati più da vicino c'è il car sharing, settore in cui Q8 può contare in Italia sulla fornitura in esclusiva alla flotta di car2go. Quanto invece alla categoria dell'autonoleggio, in cui Kuwait Petroleum riveste un ruolo fondamentale, la rivoluzione introdotta nelle fuel card sta aiutando ad accompagnare il processo di espansione delle società di leasing.

La posizione di rilievo nel mercato dei pagamenti di carburante è effetto di un forte presidio del segmento Flotte dalle più grandi e numerose fino alle piccole o ai singoli titolari di partita Iva, ottenuto attraverso l'estrema flessibilità degli strumenti, la massima sicurezza delle transazioni e la totale personalizzazione delle features di ciascuno dei prodotti offerti. Per questo è apparso quasi naturale per Kuwait Petroleum Italia essere presente nel Master Flotte di Quattroruote, un'occasione per incontrare i manager flotte di oggi e di domani, un'opportunità per un confronto aperto con decisori di acquisto determinanti, una verifica della percezione della compagnia da parte di cf uno strumento di lavoro quotìdìono, con la costante consapevolezza che il successo in questo segmento di mercato è determinato dall'efficacia contemporaneo su due target che operano in momenti differenti: l'azienda, che paga il carburante, e il driver, che fisicamente si reca nella stazione di servizio e ha il contatto diretto con la rete di vendita.

Vincenzo Maniaci Direttore Cards & Business Innovation in Kuwait Petroleum Italia e Global Cards Director per Kuwait Petroleum International Laurea in economia, da più di 20 anni in Kupit, ha maturato esperienze in diversi settori, in particolare nell'ambito sales, e ricoprendo importanti ruoli a livello locale e internazionale.

Fonte: Quattroruote

Commenti (9)
  • Anonimo  - Servizio?

    Questi top manager mi fanno schiantare. :grin :grin :grin
    La Q8 con gli Easy è stata la prima a puntare sui ghost e ora che hanno perso moltissimi Gestori, puntano sul servizio?

  • massimo IP

    ... e i pagamenti elettronici sarebbero un servizio? ... questa gente non sa più come prenderci per il c**o....

  • gianluca  - si ritorna all'antico?

    Dopo un decennio passato a sviluppare una rete iperselfizzata, questi fenomeni si accorgono che gli easy non sono remunerativi, anzi guardando in casa altrui notano gli utili che alcune compagnie fanno nelle corsie con servizio con differenze enormi di prezzo, dove riescono a fare il 10/15% delle vendite le stesse petrolifere sistemano i bilanci e fanno prendere le mazzate al povero sfigato che passa la sua giornata in corsia cercando di arrotondare la giornata. La IP ha risanato il bilancio così. ora aspettiamo che si sveglino gli altri fenomeni di Eni. ed appresso gli altri, il nostro futuro? presidianti con una corsia aperta con le petrolifere a far soldi. infatti nell'ultimo rinnovo hanno riconosciuto 3 cent sul self - 6 cent sul servito, le differenze sui prezzi sono oltre i 20 cent al litro , ovvero i signori incassano circa 14 cent al litro in più su ogni litro servito..... digli scemi. ecco perchè rivogliono il servito.

  • OLEOBLITZ  - il RE è nudo

    che ridere...prima tutti a casa i Gestori...non ci servono più ....ora vogliamo l'uomo sul piazzale... :grin ...signori oramai lo sanno anche i sassi...vorrebbero l'uomo e non pagarlo niente...il povero Gestore presidiava l'impianto e gli voleva bene come casa sua, ora chi taglia l'erba chi spazza chi interviene anche a notte fonda chi ha il rapporto con il cliente e tutte le varie problematiche commerciali????? chi? chi? il presidiante? ma lui se ne sbatte altamente!!!!!!!!!! :grin questo l'hanno capito tutti.....le società, gli acr, e ancor meglio i clienti...in un ghost se succede qualcosa a chi rivolgersi??????? pagateli i Gestori e smettete di fare pippe...... ;) ciao ciao ......

  • mario api ip

    il loro servizio e sfruttare i guardiani e farli fare benzina a 300 € al mese sui pv easy... poveracci ,

  • pippo

    L unica cosa per la quale puo' sorridere questa persona ,è per lo stipendio che sgrafigna ogni mese

  • Gigi

    8)

    La soluzione è a un palmo di naso:

    - la persona fisica che conduce l'impianto non è il Gestore, non lo era prima (un vero Gestore dovrebbe poter comprare la merce dove meglio crede) figuriamoci adesso.

    La persona fisica che dipende da regole e istruzioni somministrate dalla compagnia (o chi per essa) è un lavoratore dipendente in NERO.

    Quei contratti servono solo per mascherare la realtà.

    Come mai nessuno controlla?

    Se le compagnie, finalmente, venissero obbligate ad assumere con regolare contratto i loro dipendenti (presidianti/appaltatori) forse fallirebbero.

    Sindacatiiiiiiiii........ci siete ancoraaaaaaaa

  • Luka

    Ancora...Beh, si: nel suo fantastico mondo di Gaia le società petrolifere, grandi o piccolissime che siano, per ritenersi “VERE” dovrebbero cedere in comodato gratuito per decenni i propri impianti magari appena costruiti o acquistati ad un Gestore che a sua volta per considerarsi “VERO” potrà liberamente rifornirsi da chiunque. E magari, beneficienza per beneficenza, fossi in loro regalerei anche un capitale iniziale per i primi ordini e ovviamente manutenere l’impianto è cedergli gratuitamente anche un bel bar? Si, certo...mi sembra naturale. Ecco, quando la smetteremo di scrivere ste VERE ca....te e di metterci anche i pollici in su, potremo iniziare a parlare seriamente degli infiniti problemi commerciali.

  • Gigi x Luka

    8)

    Luka tutti girano intorno al problema:

    - le compagnie usano dipendenti a NERO

    - i Gestori non sono Gestori di nulla - sono dipendenti!!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli meno recenti: