GestoriCarburanti

Mercoledì, Aug 23rd

Last update:11:44:10 AM GMT

Perchè il petrolio continua a salire?

E-mail Stampa

La corsa del petrolio non conosce freni ed apre nuovi scenari. Il traguardo dei 120 dollari al barile di brent è stato prima solleticato ed ora superato con una facilità disarmante. Al di là delle mere speculazioni finanziarie, è indubbio che qualcosa è cambiato.

Prendiamo il caso del Nymex di New York, la borsa mercantile, in cui è trattata la compravendita di greggio. Il petrolio, nei futures di giugno, ha raggiunto la quota di 122,73 $ al singolo barile, un prezzo più che raddoppiato rispetto a soli 12 mesi fa.

Leggi tutto...

Il greggio sale a 119 dollari su nuove tensioni in Iran e Nigeria

E-mail Stampa

 IL sole24ore -Forte balzo dei prezzi del petrolio, che tornano a livelli record a New York: 119,30 dollari al barile per il Sweet light crude a , con un massimo a 119,55 dollari (poco sotto il recente massimo storico a 119,86, aggiornamento alle ore 19 italiane), dopo la notizia secondo cui un cargo al servizio del Pentagono ha sparato colpi di avvertimento contro una imbarcazione iraniana. Il rialzo è di 3,24 dollari rispetto all'ultima rilevazione di giovedì. A dare fuoco alle polveri degli acquisti è stato anche il nuovo attacco dei guerriglieri a un impianto in Nigeria, che ha alimentato i timori sull'offerta di greggio da parte del maggior produttore di petrolio in Africa.

Leggi tutto...

Benzina record: costa 1,413 euro

E-mail Stampa

 E il gasolio sfiora quota 1,4 al litro

La benzina tocca un altro picco storico raggiungendo quota 1,413 euro al litro e il gasolio raggiunge il picco di 1,399 euro. I nuovi massimi del petrolio, che ha sfondato i 118 dollari al barile, sospingono sempre più in alto il prezzo del carburante. E' stato il marchio Agip a rivedere per primo i suoi listini, alzando la verde di 1,5 centesimi e il gasolio di 1 cent, secondo gli aggiornamenti di Quotidiano Energia.

Leggi tutto...

Greggio, futures Usa consolidano in area 115 dollari in Asia

E-mail Stampa

 SINGAPORE (Reuters) 17 aprile 2008 - Nelle battute finali sulla piazza asiatica i derivati sul greggio consolidano le posizioni a ridosso dei 115 dollari il barile, forti dell'ulteriore deprezzamento del biglietto verde e del decumulo delle scorte Usa in vista della stagione estiva, picco dei consumi di carburante.Sullo sfondo della nuova accelerazione delle materie prime più in generale l'idea di proteggere gli investimenti dalla corsa dell'inflazione e la prospettiva che la domanda di greggio asiatica e mediorientale in rapida espansione possa compensare la flessione di quella Usa.

Leggi tutto...

Eccoci a 100

E-mail Stampa

100NEW YORK (2 gennaio) - Record storico per il petrolio, che per la prima volta ha toccato quota 100 dollari al barile al Nymex di New York, infrangendo il picco di 99,29 dollari raggiunto il 21 novembre scorso. Dietro il rally dell'oro nero, gli attacchi dei ribelli agli impianti in Nigeria, principale produttore africano, che fanno temere un rallentamento della produzione, e la previsione di un calo delle scorte settimanali di greggio negli Stati Uniti. Il rapporto del Dipartimento dell'energia Usa verrà diffuso domani, ma le stime parlano di un calo di 3,15 milioni di barili, dai 293,6 milioni della settimana precedente. Se il dato verrà confermato, sarà la settima settimana di fila che si registra una diminuzione delle scorte.


Leggi tutto...

Pagina 8 di 8