GestoriCarburanti

Lunedì, Dec 11th

Last update:06:49:49 AM GMT

Follia o altro?

E-mail Stampa

welcome realityIl fatto:
Ieri vado a trovare un collega di un noto marchio petrolifero, tra una chiacchierata e l’altra, inframmezzata da clienti, ti guardo il cartello indicante il differenziale tra il fai da te e il servito, a momenti mi piglia un colpo, 35 (trentacinque) centesimi di sovraprezzo sul diesel, 33,5 sulla benzina; Cose dell’altro mondo!

Nel mentre mi domando che tipo di clientela sia quella che accetta una simile differenza per non scendere dalla macchina... non ti arriva un cliente proprio li, il mio amico con cortesia lo serve, non lo fa scendere per pagare con la carta di credito, un bel saluto e via, e non potrò mica guardare il display per curiosità? Nooo, lo guardo, e lo fotografo pure.

Un pieno mica di bruscolini per un normalissimo fuoristrada: 123 euro per 71,56 litri. Va da se che prendo la calcolatrice per vedere quanto ha pagato la sua comodità rispetto ad arrangiarsi a tre metri di lato, 25,05 Euro gli è costata la comodità! Va be, ognuno spende come meglio crede i propri soldi, però...

Però mi chiedo se fosse a conoscenza di una tale differenza, forse si, se fosse a conoscenza a chi sono finiti in tasca quei soldi, mi sa proprio di no, e mi azzardo a dire che è convinto di averli lasciati in tasca al mio amico gestore, convinto di aver fatto un’opera di bene nei confronti di un onesto lavoratore.

E allora il conto lo faccio io per lui, questa la divisione del malloppo di 25 Euro:
Gestore: 1,30 Euro
IVA allo stato: 4,50 Euro (e ti pareva che anche lo stato non sfruttasse il gestore?)
Compagnia: 19,20 Euro

Alla faccia dello sfruttamento, l’unico che ha un costo per il servizio, il gestore, è quello che si mangia le briciole, lo stato, senza muovere foglia, si prende più di tre volte tanto, buona ultima la compagnia petrolifera che si ritrova in tasca 15 volte il guadagno di chi ci ha messo manodopera e faccia, anche questa senza quasi muovere foglia, il quasi vale qualche decina di centesimi in tutto.

Per me questo fatto evidenzia la follia di una rete carburanti fuori da ogni regola del buon senso, con dinamiche di prezzo ingiustificabili e assurde, dove tutti mangiano sulla testa dei gestori, ma la cosa pazzesca al quadrato è che si usa il lavoro del gestore per “derubare” i clienti senza per questo dividere il malloppo, siamo all’assurdo che perfino lo stato ha interesse allo sfruttamento del differenziale di prezzo.

Ma la vera assurdità, quella da galera, e che sono stati proprio i rappresentanti dei gestori a dare il via libera a questa follia: hanno svenduto il lavoro dei gestori che si arrogano di rappresentare. Mi auguro solo che abbiano uno spiraglio di sentimento e che pretendano che sul “malloppo” o “rapina impropria”, il gestore guadagni almeno come lo stato. Sarebbe già qualcosa!

servito prezzo

Moreno Parin presidente di Gisc_Tv

Commenti (33)
  • Francesco

    Sig. Parin, senza voler difendere i sindacati di cui lei è un esponente, ma come potevano immaginare o limitare una cosa del genere ???
    Mi sembra sempre troppo facile sparare alla croce rossa....

  • Moreno Parin  - per Francesco

    Innanzitutto io NON sono un esponente sindacale di quelli che hanno siglato gli accordi, e da almeno 10 anni.

    Io non so se potevano o meno immaginare una cosa del genere, io e altri colleghi lo abbiamo capito sin dalla prima lettura dell'accordo principe: Eni, e di ciò c'è traccia e non parole.

    Limitare si poteva sicuramente in fase di accordo ma.... Sarebbe banalmente bastato spartirsi il bottino!

    Io non sparo contro la Croce Rossa, sopratutto quando soccorre un Gestore, hai visto qualcosa in tal senso?

  • Anonimo

    ciao moreno.....

    se lo stato permette di vendere sotto costo... automaticamente permette tutto il resto.....

    fermate godo e impianti self sottocosto.. mercato si raddrizza.. ma non succederà mai... c abbiamo i politici che meritiamo....

    ripeto, io tratto da me e campo... buona fortuna

  • Anonimo

    Non ho mai capito chi ha fatto la legge sulla pubblicazione dei prezzi come l'abbia pensata? Dobbiamo pubblicare al mise i prezzi ( gli unici con questo obbligo) si può, è legale, pubblicare solo un prezzo quindi quello self, nelle insegne indichiamo il prezzo self, i cartelli del differenziale servito sono ridicoli e diciamo la verità incomprensibili, ma di cosa vogliamo parlare? il mio distributore è in una zona turistica, sapete quanti problemi ho con gli stranieri che mi mi contestano il prezzo del servito ( diverso da quello delle insegne) per questo assurdo sistema che esiste solo in Italia? nonostante che glielo dica prima, mi hanno dato anche del ladro, più di una volta. Gli Ma le federazioni consumatori perché tacciono?

  • Anonimo

    hahah hai ragione... anche io sono in una zona turistica..
    straniero che voleva scontrino fiscale,e.. un cinese che ha scritto al custode service in inghilterra con foto dei due prezzi.....
    da impazzire

  • Anonimo

    Non esiste il sottocosto esiste il margine di mercato del mercato libero, sono le compagnie che comprano agli stessi prezzi degli impianti sottocosto e lo rivendono ai Gestori super maggiorato

  • Fabio  - differenziale servito

    Buongiorno a tutti i sindacati... sono un po' di anni che è così. VIVA CHI FA FINTA DI STARE CON I GestoriU.... ed ora che fate cari sindacati ???

  • Flavio

    E quindi.... in sostanza c'è una soluzione oppure no ? Leggiamo sempre le stesse cose, si scrivono fiumi di bla bla bla, ma alla fine vedo solo sprofondare una ex categoria. Anche in questo caso leggo un articolo pieno di retorica e demagogia che non serve personalmente a nulla ( con il massimo rispetto a Parin) che non fa altro che aumentare il nervoso e l'incazzatura, ma che non da nessun aiuto. Abbiamo firmato NOI le porcate proposte in una situazione dove comunque se non lo facevi eri al 100% fuori mercato. Anch'io non ho soluzioni, vado avanti cercando di inventarmi ogni giorno qualcosa ( come il 99% delle partite iva dopo tutto, e spesso crediamo che la sfiga sia solo nostra senza guardarci attorno). Abbiamo decretato la nostra fine decine di anni fa quando ancora si poteva dire la nostra. La colpa......... un pò di tutti.
    Cosa fare adesso......... sicuramente mi faccio un buon caffè.
    Ciao e in bocca al lupo a tutti.

  • Moreno Parin  - Per Flavio

    Caro Fabio, tu definisci quanto ho scritto retorico e demagogico, e rispetto il tuo parere pur, ovviamente, non condividendolo, il senso di quanto ho scritto è piuttosto banale nella sostanza: ok per il differenziale ma spartiamoci il bottino. Questo è quello che si fa normalmente quando si mettono le mani nei portafogli altrui.

  • Flavio

    Su questo mi trovi pienamente d'accordo, tant'è che NON ho accettato l'isola fai da te. La faccia la mettiamo noi, con tutti i relativi vaffa di turno e loro mangiano la fetta di torta più grande ? No, grazie. A questo punto meglio una modalità unica.
    Ma la mia critica è riferita al fatto che queste cose, e questo articolo, le sentiamo e le leggiamo ogni giorno, senza spesso fare nulla. Ma sia ben chiaro, siamo NOI che dobbiamo fare qualcosa, non aspettare gli altri.
    Ricordare, scrivendolo ( non in questo articolo anche se analizzandolo potrebbe essere) , che siamo degli stupidi mi ha annoiato.....
    Buona giornata Moreno .

  • Nicola  - re:
    Anonimo ha scritto:
    ciao moreno.....

    se lo stato permette di vendere sotto costo... automaticamente permette tutto il resto.....

    fermate godo e impianti self sottocosto.. mercato si raddrizza.. ma non succederà mai... c abbiamo i politici che meritiamo....

    ripeto, io tratto da me e campo... buona fortuna

    nessuno vende sottocosto, nessuno.

  • Nicola  - opinione

    Sig. Parin, dovrebbero tutti farsi la tessera della vs associazione e invece si permettono anche di commentare negativamente.....
    Tutta gente tesserata figisc o altro, tutta gente masochista e orgogliosa di esserlo.
    Se si firmano accordi al ribasso e anche poco chiari è logico che poi vada a finire così e ancora rinnovano ogni anno la tessera.

  • Flavio

    Mettiamo in chiaro una cosa, IO NON critico Moreno, ho espresso un pensiero su questo tipo di articoli.

  • Gestore erni

    Io pur avendo un differenziale di "soli" 12 cent litro e campando solo grazie al servito devo ammettere che mi vergogno a volte per i 5-6 euro di differenza tra una modalita'e l'altra anche perche' sono convinto che la ,maggior parte dei clienti e' convinta di pagare il prezzo esposto che e' ingannevole e truffaldino verso il quale secondo me si potrebbe procedere con una denuncia.
    Di base comunque rimane la vergogna dei contratti sottoscritti dalla triade
    che stanno portando la categoria tutta verso il baratro.
    Parin io vedo te come ultima ancora di salvezza saresti disposto a prendere per mano questa accozzaglia di 'imprenditori' e tentare di rimettere un po' in sesto la situazione ormai drammatica ?

  • Povero Parin

    Ma chi glielo fa fare di perdere tempo con un'accozzaglia del genere? Che si goda la vita, il futuro è segnato, chi ha potuto se ne andato da una vita, bisogna cambiare mestiere!!

  • FRANCO

    almeno scrivi giusto " ENI "
    se scrivi come fai i conti siamo , siamo sicuri che guadagni con il tuo servito a 12 di differenziale !!!!

  • Gestore eni

    Per FRANCO
    Mi scuso per l'errore pero'quello che tu scrivi denota prima cosa che fai un po' di confusione tra conti e scrittura e poi non c'e'nessun nesso tra il differenziale e il guadagno in servito siamo sicuri che tu' capisca qualcosa o centri qualcosa con questo lavoro?

  • Piero

    Leggo con piacere questo articolo perchè il Signor Moreno ci da modo di riflettere sulla ''disgrazia'' dell'isola self.Premesso che alle prime comparse di queste isole abbiamo letto fiumi di articoli dove si allertava la categoria che detta isola self era una concorrenza al Gestore stesso nel proprio impianto e si allertava la categoria che cosi facendo si iniziava ad abituare il cliente italiano da sempre fedele al servito.Il primo errore è stato proprio quello di accettare le isole dai Gestori ma quando abbiamo visto accordi dove erano previsti impianti misti anche le rappresentanze hanno fatto autogol...Io come Flavio non ho mai accettato questa ''disgrazia'' sono rimasto tutto servito con margine servito e chiaramente con prezzi fuori mercato..ma ancora un caffè ve lo posso offrire anche io....

  • Alex

    Dobbiamo solo sperare in qualche legge Europea che rimetta ordine nel nostro settore.
    Il Gestore non ha più nulla da perdere, se si ferma a riflettere e pensa che quando inserisce la chiave nella serratura la mattina, escluso le tasse lui ha bisogno di circa 60.00 Euro, solo per le spese vive di gestione. A fine giornata, senza togliere le varie commissioni ne incassa 45.00 Euro se tutto va bene, escluso il suo guadagno, ci rimette giornalmente 15.00 Euro senza riportare nulla a casa.
    Il Gestore non fa tutto questo perché è folle o altro, e solo per la speranza che cambi qualcosa. Oramai ha perso tutto, la dignità, l'orgoglio, la stima per se stesso, la fiducia nelle istituzioni, nel prossimo, ecc.ecc. L'unica cosa che lo trattiene è il dover subire l'umiliazione di lasciare questo lavoro, non perché questo lavoro vale, ma soltanto perché non abbiamo altro.
    Altrimenti tutti questi bei discorsi e calcoli, se li facevano e se li studiavano da soli le compagnie. Quelli che hanno il coraggio di pulire i vetri hai semafori, sono fortunati rispetto a noi, perché vivono da uomini liberi, guadagnano da uomini liberi e non hanno contratti da rispettare.

  • Giampiero  - allo stato attuale,

    Sig Parin , mi citi un solo, mi basta uno strumento giuridico che consenta, o meglio obblighi, che un impianto non sia ghost.
    Lei, strumentalizza, e lo fa molto bene, ma ha cognizioni tali da capire che nella valanga delle norme "sulla libera concorrenza" il Gestore è uno strumento che può servire o non.
    I Sindacati, quelli pseudo che lei definisce, quelli che per lei hanno firmato accordi capestro, non avrebbero dovuto farlo. Perfetto, mi può spiegare quali scenari si sarebbero presentati post, la K8 insegna.

  • Moreno Parin  - Per Giampiero

    ho la risposta alla tua domanda, ma prima te ne pongo una io, e non è per nulla strumentale: Se tu e un ghost, a due passi da te, acquistate i carburanti allo stesso prezzo, tu pensi di poter competere con il ghost?

  • Piero - per Giampiero

    Scusami Giampiero ma non capisco, ma è una mia colpa ci metto sempre piu tempo a capire, non conosco q8 essendo Gestore di altra bandiera ma posso solo dirti che Moreno non ha strumentalizzato nulla dicendo una semplice verità, quella che il differenziale prezzo servito / self finisce nelle tasche delle compagnie..taglieggiando ingiustificatamente il cittadino e di fatto obbligandolo al self , da q8 non so cosa sia successo per vedere tutti associati , ma qua non sono passati , e vorrei rispondere ad Alex che non tutti hanno perso la dignità , l'orgoglio , la stima di se stessi , magari perso erogato , reddito , quello sicuramente...

  • Kazunori

    Io nel mio piccolo mi sono fatto sentire ,ieri sera alla presentazione della nuova campagna fedelta' ho ribadito tutti i concetti espressi giornalmente su questo forum da tutti voi colleghi.L'ispettore rete mi guardava minaccioso mentre spiegavo le problematiche del settore( che loro fanno solo finta di non sapere) alla fine qualche collega presente mi ha dato manforte ( mentre alcuni prendevano appunti scritti sulla nuova campagna) :eek :upset alla fine ho salutato la compagnia,e oggi ho dato formale disdetta alla campagna fedelta'.Io lo posso fare essendo convenzionato,ma ho paura che le gestioni dirette o con rapporto diretto con la compagnia abbiano paura...Pero' oggi non hanno piu' senso ,e con i soldi risparmiati pago le fatture Enel... :grin

  • Nicola  - pensieri

    qua si sta commentando nella stessa maniera di come fanno i sindacati con le petrolifere. I primi hanno tanti sì e anche tanti ma, nella testa, le compagnie hanno invece un disegno chiaro nella testa e fanno di tutto per realizzarlo.
    Vogliono tutto il potere di decisione sugli impianti.
    Guadagnare su un sistema che abbiamo in italia è difficile perchè i piccoli impianti non possono avere un negozio o un bar che rende. Persino Eni con impianti che vendono 3-4 milioni continua a cambiare Gestori dei bar che mollano per mancati profitti.
    O si chiudono metà impianti, oppure si devono ottenere utili decenti anche con impianti che vendono 1 milione di litri.
    E poi vedo che se c'è la gestione il Gestore lo fanno vivere al limite della pazzia, appena lo prendono in gestione diretta, assumono almeno 2-3 dipendentie questo mi puzza.
    Penso che ormai bisogna solo salvare il salvabile perchè è tardi, molto tardi.

  • Anonimo

    per nicola.
    enercoop cuneo 1250 e 1410, nessuno vende sottocosto, studia il platt

  • Giank  - Ancora con questa leggenda del sottocosto.

    Una volta per tutte.
    La legge sul sottocosto NON riguarda i carburanti, oltre al fatto che dubito fortemente che ci sia chi vende a meno di quello che compra.

  • anonimo

    Alcune settimane fa si voleva fare un censimento di quei Gestori disponibili a metterci la faccia e non solo per aderire a una iniziativa legale capitanata da Moren Parin:
    RISPOSTA:NESSUNA.

    Ma di che parliamo?

  • Nicola  - re:
    Anonimo ha scritto:
    per nicola.
    enercoop cuneo 1250 e 1410, nessuno vende sottocosto, studia il platt

    platt's gasolio 0.980
    prezzo senza iva da te scritto 1.024
    e non è detto che comprano con il platt's.........
    ciao

  • Anonimo

    ma dove l hai preso o,980 hahahahahaha
    quello e platt-10.... paesi dell est??? quotazione di oggi.
    mah

  • Anonimo

    Cari Amici Gestori, non infilate la testa sotto la sabbia.
    Quando, in passato, si è trattato di scioperare contro lo Stato ( diritti camerali ) le società petrolifere ( scioperi di bandiera) contro il costo della moneta elettronica, come ha risposto la categoria?
    In molti hanno chiuso e altrettanti hanno aperto per rubare l'erogato al collega.
    Meditate gente ...... meditate.

  • Anonimo

    Voi lo sapete, TUTTI!!
    il peggior nemico del Gestore è il Gestore stesso!!!
    il resto sono solo chiacchere

  • Pier  - Sig. Parin

    Le rispondo io che sono ghost, ho a due km un distributore esso che vende da quando ho aperto ai miei prezzi .. io ho self e servito con 15 cent di sovrapprezzo..la Esso solo servito,eppure d estate (zona turistica ) stanno sempre in due.

  • Angelo

    Ma come fai a dire di essere un "GOST" quando poi hai anche il servito? :? :? :? :?

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.