GestoriCarburanti

Lunedì, Dec 11th

Last update:06:49:49 AM GMT

La teoria di Alfred Marshall

E-mail Stampa

PREZZI CHE DIMINUISCONO E PREZZI CHE AUMENTANO CREANO UN MERCATO SQUILIBRATO: LA CAUSA RESTRIZIONE DELL’OFFERTA ED ECCESSO DI DOMANDA

Secondo il metodo di studio sviluppato dall’economista Alfred Marshall e detto della “scuola di Cambridge”.

La restrizione della quantità offerta, accompagnata dal minor prezzo a cui gli offerenti sarebbero disposti a vendere pur di eliminare le giacenze di magazzino, spingono il mercato verso un prezzo più basso. 

Es. Nel nostro caso le compagnie petrolifere nei weekend applicano lo sconto, pertanto restringono l’offerta a prezzo minore in due giorni e solo esclusivamente a pochi impianti selfizzati, di conseguenza non si può soddisfare un eccesso di domanda, infatti una parte di consumatori non potrà mai rifornirsi. Viceversa.

La mancata soddisfazione di alcuni consumatori o l’eccesso di domanda causa quindi a spinte al rialzo del prezzo. I venditori assecondano questi consumatori accompagnando l’aumento del prezzo con una maggiore offerta. Tutto ciò porta il mercato ad aumentare il prezzo.

Es.  infatti durante la settimana le compagnie petrolifere aumentano i prezzi In ambedue i casi, le tendenze del mercato si arrestano quando si raggiunge il punto d’intersezione tra le due curve di domanda e offerta. Solo il prezzo d’equilibrio, provoca la stabilità del mercato e fa venir meno le spinte al rialzo o al ribasso dei prezzi.

L’equilibrio si realizza esclusivamente laddove la quantità domandata è uguale a quella offerta ed i conseguenti valori del prezzo e della quantità  sono gli unici che stabilizzano il mercato.

Giuseppe Giuliano

Commenti (16)
  • anonimo  - ANTITRUST QUANDO INTERVIENI ?

    NELLA RELAZIONE ANNUALE IL PRESIDENTE DELL'ANTITRUST HA DICHIARATO: Consentire, attraverso l'allentamento dei vincoli antitrust - prosegue - l'artificiale restrizione dell'offerta o la fissazione di prezzi al di sopra del valore di mercato puo' ostacolare l'avvio di processi di selezione delle imprese a favore di quelle piu' efficienti, disincentivare l'innovazione e la crescita di produttivita', finendo cosi' per penalizzare l'innescarsi di efficaci e duraturi processi di ripresa economica.

    E ALLORA COSA ASPETTI AD INTERVENIRE?

  • Anonimo  - TARALLUCCI E VINO COMPAGNIE E ASS. CONSUMATORI

    MA COME FANNO LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI AD ACCETTARE QUESTE CONDIZIONI?
    TARALLUCCI E VINO GOVERNO COMPAGNIE E ASS. CONSUMATORI.
    QUESTA E' LA VERITA'

  • ttr

    Sarà pure cosi , come l'economista illustra , ma il prezzo dei carburanti ha una sua percezione autonoma rispetto al percepito reale dell'utenza.
    Lo sconto dei carburanti è qualcosa di ANCESTRALE. Ci ricordiamo le file per il pieno quando si annunciava l'aumento di 20/30 lire??
    parliamo di decenni fa , ed ora all'annuncio dello sconto le file rinascono.
    Scorrettamente l'eni lancia la campagna dello scontone con riferimento al servitito , ma lo sconto è rispetto all'IPERSELF , quindi quasi alla metà del prezzo che eventualmente si pagerebbe. Le famose pere che non si sommano con le mele
    Ho domandato a miei conoscenti quanto effettivamente risparmiano in modalità iperself nel fine settimana.... devo dirvi che lo sconto è più un opinione che un dato reale .
    Risparmiare uno o due euro con un rifornimento di 30/40 euro è percepita più come una rivincita che un risparmio reale. Alla domanda : sai quanto costa il diesel durante la settimana ?? NESSUNO LO SAPEVA............

  • ttr

    .... quindi alla metà del prezzo che eventualmente.............. da leggetre come la metà dello sconto eventuale....... chiedo scusa dell'inesattezza....

  • Tony Montana

    La realtà è che tutti mangiano e noi Gestori siamo nella m***a !!!!

  • Giacomo - Commerciante???

    Non capisco il senso di quest' "articolo":
    ci sono scritte cose che conosce anche il proprietario della merceria sotto casa mia :? .... e che , spero, conoscano un po anche i nostri colleghi Gestori...

  • anonimo

    domando ad un mio cliente perso perso per via dei sconti eni''ma quanto risaparmia facendo cosi? bò! metto i miei 30 euro e mi bastano 10 giorni!!!! mi dico ma 15 km per andarci 15 per tornare, in macchina con 30 euro ci vanno a 20 lt risparmio 4 euro.ditemi voi dove sta il risparmio.!!!!almeno per me è cosi!!!!! ps il tutto condito da 30 minuti di flila!!! ma non si può campare piu cosi......

  • mp

    Un amico mi ha raccontato della disavventura di ieri. Era in macchina, direzione mare, con un conoscente che fissato per lo sconto ha fatto la fila ad un impianto eni di ben 45 minuti, il tutto per 30 euro di gasolio. Questa mattina quando lo raccontava, bestemmiava ancora per il tempo perso in macchina al sole con un cretino che non si fa due conti... :grin

  • mario api ip

    come tutti gli italiani, non sappiamo quando spendiamo, ma poi facciamo i conti su quello che abbiamo risparmiato...
    io ogni tanto faccio 250 km vado a bari con moglie figli, ma partiamo x cambiare aria dalla monotonia del paese , si va si fa qualche compera che sicuramente da noi spendiamo gli stessi soldi, con una differenza ci rimettiamo 50 euri di benza ..

    e sti cojoni fanno le file e kilomenrti solo x risparmiare qualche euro, ma sinceramente lo fanno più per orgoglio di poter dire ho risparmiato 20 centesimi litro ma non l'ho fatta da te la benza ...
    non ci resta che aspettare gli sviluppi, chi rimmarra vedrà

  • Gestore eni

    grazie per la lezione (SCARSA ) di economia, per quanto riguarda l'aumento dei prezzi durante la settimana forse giuseppe non conosce il mercato internazionale dei prodotti petroliferi legati al mercato spot e mi rifersco al platts L'Eni con l'operazione riparti con eni ha ridotto di molto le proprie scorte dovendosi approvviggionare al mercato spot determinando l'aumento dei prezzi sul piano internazionale il mercato dei prodotti petroliferi non segue nessuna logica interna ne di domanda ne di offerta tanto si doveva per chiarezza

  • Samuele  - Nooo

    Il prezzo internazionale del carburante è in discesa, aumenta solo in Italia perchè come tutti sappiamo è deciso da ENI ed Esso, che guarda caso sono impegnate con lo scontone -25-27 bimbumbam, e ci stanno rimettendo... Per dichiarazione dell'Eni ci rimetteranno fino a settembre qualche milione... E mentre fanno acquisti spot, le nostre raffinerie di lavoratori italiani CHIUDONO. Grazie Eni.

  • ninoq8  - uniamoci tutti insieme parliamo una sola lingua!

    le societa' che fanno lo scontone non fanno altro che rifornire gl' impianti di carburante extra rete,noi italiani siamo solo dei pecoroni,nessuno ci regala niente, solo i cinesi ci regalano i prodotti.noi stiamo per diventarli noi Gestori lavoriamo per le societa a 0 anzi ci rimettiamo. Spegnete le colonnine non erogate piu'finiamola con tute se sanguisughe Societa', banche ecc.finiamola di criticarci uno a l'altro chi fa scontoni e chi no chi aderisce e perche sta sotto questi delinguenti e non puo' dire di no', non facciamo la guerra tra di noi ma uniamoci i problemi sono uguali per tutti.

  • benz verde

    ma se da me dicono che il gpl costa un centesimo in più o in meno che da un'altra parte...figurati su trenta litri sono trenta centesimi....
    sulle benzine io ho due agip e un esso vicinissimi, la domenica sono sotto del 70%. Ho spento una fila di luci sulle due presenti tanto per vederci solo zanzarini non ha senso. Inoltre oggi che è lunedi si è fatto qualcosa x chi ha la petrolifera, e per qualche turista. Clientela locale quasi azzerata.

  • Fabiano  - Sapere di piu

    Gestore eni
    grazie per la lezione (SCARSA ) di economia, per quanto riguarda l'aumento dei prezzi durante la settimana forse giuseppe non conosce il mercato internazionale dei prodotti petroliferi legati al mercato spot e mi rifersco al platts L'Eni con l'operazione riparti con eni ha ridotto di molto le proprie scorte dovendosi approvviggionare al mercato spot determinando l'aumento dei prezzi sul piano internazionale il mercato dei prodotti petroliferi non segue nessuna logica interna ne di domanda ne di offerta tanto si doveva per chiarezza

    Forse caro collega ti sugge un particolare molto importante :

    le raffinerie producono un terzo per ragioni di stoccaggio

    esiste molto prodotto invenduto e questo ha generato una riduzione notevole sulle produzioni
    a sua volta questo eccesso di preodotto invenduto a richiesto una strategia di vendita a ribasso "sottocosto " cosi definita da Eni ma seccamente smentita dai dati di mercato

    Successivamente Eni ha dovuto fare acquisti fuori rete per poter rifornire nei we gli impianti aderenti e non rischiare di andare a secco

    ora mi dite dove stà l'intelligenza di uno come Scaroni..????

  • Gestore eni

    scaroni a scatenato una guerra che neanche lui poteva prevedere gli esiti alla fine ci saranno solo danni per tutti eni compresa con lo scontone ci sono stati volumi maggiori del surplus che avevano questo è stato il problema non lo avevano messo in conto idioti

  • Gestore eni  - basta guardare le quotazioni del petrolio nell'ul

    basta guardare le quotazioni internazionali del petrolio dell'ultimo mese sono in crescita

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.