GestoriCarburanti

Martedì, Maggio 23rd

Last update:12:44:49 PM GMT

Arriva il primo distributore di benzina in Toscana a marchio Coop

E-mail Stampa

coop grossetoGrosseto, alla nuova cittadella dello shopping del Commendone apre un impianto Enercoop con trentasei erogatori

La guerra della benzina, a colpi di centesimi (o millesimi) di euro, è alle porte e potrebbe andare a vantaggio delle tasche dei consumatori grossetani.

A Unicoop Tirreno non piace metterla in questi termini, ma tant’è: la concorrenza, almeno in teoria, fa sempre bene .

Alla cittadella dello shopping del Commendone aprirà un distributore di miscela a marchio Coop – Enercoop – ed è il primo in assoluto gestito dalla società toscana della Grande Distribuzione Organizzata (Gdo). Punti di rifornimento carburante a brand Enercoop fino ad ora si incontravano solo sul litorale adriatico: dal 27 ottobre, quando il nuovo centro commerciale Maremà sarà inaugurato, battezzeranno anche la costa tirrenica, partendo da Grosseto.

L’apertura di impianti che portano la firma dei grandi protagonisti della Gdo hanno prodotto sul territorio, nel quale erano ospitati, una riduzione del prezzo medio del carburante, per effetto dell’aumento della concorrenza: lo dicono gli esperti di Quotidiano Energia, –quotidianoenergia.it – testata on-line tra le più autorevoli per l’informazione specializzata nel settore energetico.

Grosseto possiede già un distributore griffato Gdo: è quello di Conad in via Bulgaria, che già pratica prezzi interessanti. Tra qualche settimana saranno due con l’entrata in funzione di Enercoop al Commendone. E con l’aumento della concorrenza sul mercato locale della fornitura di carburanti non si possono che prospettare vantaggi per il consumatore.

Il nuovo distributore Enercoop è costituito da sei isole: trentasei le pistole-erogatrici, tra super e gpl, illustra Simone Pieraccini responsabile sviluppo Unicoop Tirreno.

Da dove arriva la benzina? Da Enercoop Tirreno srl, società partecipata al 100% da Unicoop Tirreno e specializzata nella gestione dei distributori. Tramite una società dell’universo cooperativo, Unicoop «compra il carburante dalle principali raffinerie italiane – si legge in una nota – garantendo un prodotto sicuro e di qualità; e sono previsti controlli periodici per evitare impurità nel serbatoio».

L’impianto erogherà benzina e gasolio in modalità self service – no stop – e Gpl con personale di servizio – quattro gli addetti assunti – come prevede la norma. E veniamo ai prezzi: «Come per ogni altro prodotto Coop – continua la nota – i prezzi saranno molto competitivi. E i soci Coop riceveranno uno sconto aggiuntivo di 1 centesimo al litro».

Fonte: Il Tirreno

Commenti (9)
  • Anonimo

    Uh, vedrai che vantaggi, quando chiuderà il distributore all'angolo e il consumatore si dovrà fare 10 km per andare a mettere 10 euro...

  • Eliol

    Non ci sono più parole è solo una grande SCHIFEZZA
    Presto anche ai lavoratori delle raffinerie faranno la stessa fine dei Gestori quando arriveranno direttamente dalle petroliere prodotti già raffinati a basso costo

  • daniele

    Prima o poi enercoop verrà condannata a pagare tutti i danni che hanno fatto spero che il giudice qui a La spezia agisca con la massima serietà costringendo l'enercoop a pagare a caro prezzo anche tutti i disagi arrecati il massimo sarebbe che vengano costretti a chiudere perchè e ora di finirla di vendere m***a alla gente.

  • pippo

    FALSI !!!!! Alla coop non interessa assolutamente nulla della concorrenza o spacciarsi come il messia dei poveri ,a loro interessa solo avere tanti poveri tesserati i quali ENTRANO nel supermercato convinti di risparmiare ,interessa avere milioni di euro pronti cassa e poter aver un potere di acquisto maggiore non dei carburane ,ma dei pomodori !!! cosa che solo loro possono fare avendo il centro comm alle spalle Nessuno si e presa la briga di calcolare il costo economico di quanta costa la disoccupazione che creano e le mancati guadagni per lo stato ? un grazie a Bersani e alla sua legge ,al governo ,al Min Poletti e al sindacato

  • francesco saverio  - le onlus degli automobilisti

    VIVA le coop , lo stato nello stato , il loro mondo e' ben organizzato parte dalla base e tocca i vertici in parallelo con la politica .Le ccop hanno saputo creare un gigante economico e potente senza rivali unico in europa ovviamente ben lontana dalla cooperativa composta da quattro lavoratori che si associavano per poter prendere appalti che da soli non avrebbero potuto averne la forza per combattere i grossi imprenditori , oggi le coop sono talmente forti che hanno distrutto ogni concorrenza ANCHE NELLA VENDITA DI CARBURANTI , OVVIAMENTE SENZA CHE ALCUNO ABBIA SOLLEVATO IL DITO PER URLARE IN SILENZIO ma questi signori commettono il reato di concorrenza sleale ?????????????
    ma questi signori quanta iva pagano????????? la contabilita dei carburanti est separata dal molosso dei supermercati????????? come ompensano i cali di giacenza?????????
    verificare per trovare la verita'

  • Anonimo

    Se cerchi i colpevoli per la concorrenza che fanno nel settore carburanti, devi rivolgerti alle sedi delle compagnie petrolifere.
    Sono loro che li riforniscono a 20 centesimi in meno e pagamento a 30 giorni.
    P.s.
    Gli Enercoop non hanno cali di giacenza. Pagano a peso.

  • Matteo

    Non è vero che acquistano a peso. Acquistano con i cosiddetti contratti Platt's+ : acquistano la merce al prezzo di quotazione n-2 al quale viene applicata una copertura costi definita, in genere anche 2,3 centesimi. Non gli vengono rimborsati nè cali, ne hanno la manutenzione etc etc

  • Kazunori

    "La concorrenza in teoria fa sempre bene" ?? si ... alla Coop :grin :grin

  • Nicola  - re:
    Matteo ha scritto:
    Non è vero che acquistano a peso. Acquistano con i cosiddetti contratti Platt's+ : acquistano la merce al prezzo di quotazione n-2 al quale viene applicata una copertura costi definita, in genere anche 2,3 centesimi. Non gli vengono rimborsati nè cali, ne hanno la manutenzione etc etc

    pagano a peso perchè i litri vengono adeguato alla temperatura ambiente e poi moolto più importante c'è una sana e pazzesca elusione fiscale. Tutto legale ma il piccolo non può sfruttarla.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: