GestoriCarburanti

Lunedì, Dec 11th

Last update:06:49:49 AM GMT

Brescia, ondata di controlli della polizia locale presso gli impianti di carburante

E-mail Stampa

controllo-prezzi-praticatiSedici distributori di benzina di Brescia sono stati multati dalla Polizia Locale dopo una serie di interventi andati in scena nell’ultimo anno. I controlli, che si sono svolti dal 17 febbraio 2016 al 3 aprile 2017, rientrano nel sistema di indagine per tutelare i consumatori da eventuali frodi legate all’erogazione del carburante, sono stati effettuati principalmente nelle zone periferiche a sud e est della città.

La Polizia Locale ha sanzionato sei gestori per 1.032 euro per aver esposto indicazioni non corrette o non conformi alla normativa dei prezzi. Due distributori sono stati multati per 660 euro per non aver avvertito della sospensione dell’attività per ristrutturazioni o altri motivi. In un altro caso, come previsto dalle norme regionali, è stato multato (per oltre 2.660 euro) un distributore che ha trasformato la tipologia della propria attività senza autorizzazione. Infine, altre sette sanzioni da 1.032 euro sono state elevate per la mancata comunicazione dei prezzi applicati alla clientela al sito «Osservaprezzi».

I prezzi, secondo la normativa vigente, vanno trasmessi in via telematica con cadenza settimanale e l’operazione è obbligatoria anche in assenza di variazioni. Le ultime sette multe sono state comminate a marzo 2017, a seguito di una segnalazione del Ministero dello Sviluppo Economico che ha avvisato la Polizia Locale in merito a alcune inadempienze dei gestori presenti nel territorio bresciano.

Commenti (16)
  • massimo IP  - !!!

    facile la vita... avranno anche infranto la legge ma sicuramente è una legge idiota creata da un manipolo di idioti

  • pippo

    LEGGILA A VOCE ALTA
    Legge idiota fatta da idioti !!!E noi che la subiamo cosa siamo ?Ma porca la eva (per non bestemmiare ) ma dove c***o eravamo noi mentre la facevano sta legge di m***a inutile come il fango ,cosa abbiamo fatto per non farla passare !!! Stavamo vendendo i litri per la compagnia ?Perche tutte le categorie compresi politici e manager non comunicano i LORO prezzi ?!!!! Ma andiamo tutti a cagare !!!!

  • Cristiano

    Si vergogni chi ha concepito questa legge assurda, fatta apposta per danneggiare chi lavora onestamente nella distribuzione carburanti. Pensino a multare Amazon e compagnia.

  • GINO  - MA VAFF@@@@

    COME OGNI VOLTA,SEMPRE ILPIù DEBOLE LE PRENDE,LEGGI DEL CAVOLO......

  • bigboy  - lavoro bastardo

    ...fai la guerra con il cliente, fai la guerra con la compagnia, fai la guerra con lo Stato con i suoi apparati e leggi varie...ti affamano e devi dire pur grazie...una via crucis...interminabile... :upset

  • ser ceppelletto

    porc putt.......pure la polizia locale a rompere....caz de caz.... :x

  • Anonimo

    ma a fare le multe alle auto in sosta durante la fiera non vengono

  • pippo

    Quando è stata fatta sta legge,dove c***o erano i ns sindacati ,perche non abbiamo chiuso i p v per 3 gg finche non la toglievano !!!! Possibile che nel nome della tutela del consumatore lo dobbiamo prendere nel c....o sempre NOI Gestori !!! CHI PROTEGGE NOI Cosa devono ancora farci subire perche si dica basta e iniziamo a chiudere per protesta ,o siamo solo capaci di recriminare su un passato che non tornera mai piu
    Mi chiedo se tutto quello che ci è capitato sia solo colpa LORO e mai nostra ,credo che il 99%del ns male c e lo siamo voluto ,per la ns ingordigia ,pensando di essere indispensabili ,siamo diventati inutili e ci stiamo rendendo conto che il futuro sara senza di noi .Possiamo dire tutto e il contrario di tutto ma se pensiamo di fermare la GDO o le P Bianche che gia si stanno consorziando e fermare le comp a lasciare la distribuzione siamo degli illusi .questa è la realtà

  • Alex

    Visto l'accanimento terapeutico intrapreso contro i Gestori, a volte ho timore che non inventino un autorità che ci multa per aver aperto la mattina ed una che ci multa per aver chiuso la sera e forse qualcun altro che ci multa perché esistiamo. Mai nessuno che controlla l'eccesso di ribasso della compagnia nei confronti della manodopera del Gestore e le responsabilità attribuite al Gestore. Lo chiamiamo Gestore, ma è un manager, è uno che dirige un ramo di azienda sotto la propria responsabilità. Il paradosso è che ogni giorno dobbiamo ringraziare lo stato che non ci manda tutti i controlli altrimenti oltre al lavoro non remunerato dovremo fare debiti per far fronte a tutti i doveri. Circa 600.00 ogni anno per le analisi delle acque piovane, circa 1600.00 commissioni carte bancarie e pos, altre 600.00 tenuta conto, 3600.00 contributi Gestore, 1080.00 linea telefonica, 3600.00 energia elettrica, circa 300.00 medi vari corsi sulla sicurezza, 160.00 cud rifiuti speciali, 600.00 comune rifiuti, 300.00 smaltimento rifiuti speciali, circa 2000.00 consulente per far fronte a tutte richieste dello stato, 600.00 prodotti vari per la pulizia e l'igene x un totale di circa 15000.00 Euri l'anno circa tradotto in litri 500.000; 1370 litri al giorno con un esposizione finanziaria di circa 2200.00 di cui circa 1200.00 di anticipo per conto del azienda (le carte aziendali che vengono riscosse dopo 2 giorni) oltre a quelli anticipati per la banca. Tutto questo è tradotto in un impegno economico di oltre 41.00 Euro al giorno a fronte di un incasso per i più fortunati di 60.00 Questo è il Gestore. Non è la visuale più drastica la mia, e solo la più comune. Da non dimenticare che questo signore appena descritto ricopre il ruolo da manager per le responsabilità, per le ore di lavoro, per la reperibilità.

  • Anonimo

    Ma sto alex predica bene e razzola male ......perché in mezzo a sti accordi scellerati di sfruttamento dei Gestori da parte delle petrolifere che se pippano il differenziale del servito e il self ci siete voi delle associazioni di categoria di qui tu fai parte e hai firmato ... per cortesia evita di scrivere tutti ste belle parole e fate i fatti a cominciare a non firmare tutti sti accordi bastardi e portate davanti alla magistratura sti sfruttatori schiavisti delle petrolifere

  • Alex

    Caro anonimo, già il fatto che non hai il coraggio di scrivere il tuo nome, mi delude un tantino, lo considero come un modo di mandare a dire le cose.
    Per me puoi essere anche un ex agente che cerca di screditarmi come hai fatto già in passato. Da uno che si nasconde dietro l'anonimato, non accetto nessuna lezione di morale. Quello che scrivo e semplicemente la realtà della vita di un Gestore senza strumentalizzazioni politiche o sindacali. Giudicare o accusare il sindacato non porta nessun risultato, non facciamo altro che fare la stessa cosa che da anni fa l'azienda con i Gestori. Giudicare non porta cambiamenti, tranne quello che con il tempo porta allo sfinimento. Se ritieni che le tue idee siamo migliori, devi frequentare un sindacato ed esporle, fino a quando non riuscirai a far capire il valore delle tue idee. Mi farebbe piacere essere un sindacalista, così avrei diritto ad una pensione come la tua, ma purtroppo non lo sono, sono solo un uomo che ringrazia sempre i propri genitori per avergli dato una buona educazione ed insegnato i valori delle cose, poi l'esperienza di questi valori mi ha insegnato il rispetto, quella parola tanto usata nelle musichette del eni quando sei in attesa al telefono. Valori, rispetto non sono parole che si imparano in attesa al telefono !!!
    Non darmi più titoli che non ho, sono solo un Gestore con la pistola in mano.
    Alcune persone che contano, dovrebbero aver imparato a scuola che ogni forza è uguale e contraria. Se un fantino picchia sempre il cavallo per spronarlo, arriverà ad un punto che il cavallo si azzoppa e non serve più frustarlo, tanto non finirà nessuna gara. Il fantino e un dirigente della compagnia ed il cavallo il Gestore. Siamo arrivati a questo punto, sono stati solo capaci di usare la frusta.

  • anonimo

    Noi Gestori siamo solo capaci a fare la cronaca di tutte le malefatte delle petrolifere,di firmare tutto quello che ci propinano senza leggere e di trovare mille scuse per non aderire o organizzare una seria protesta per dimostrare alla nostra controparte che non siamo ancora morti ma moribondi con un minimo di orgoglio e dignità.
    Guardando con una certa invidia alla CATEGORIA dei tassisti che ci hanno mostrato più volte come si fà.

  • Anonimo

    BRAVISSIMO !!!!!!! L orgoglio i Gestori non lo hanno mai avuto ,il 90% è un branco di pecoroni ,capaci solo di darti il pollice verde se incolpi dei propri mali le compagnie o il sindacato ,hanno sempre avuto bisogno di un qualcuno che li accompagni e gli ORDINI cosa fare ,senza sarebbero stati dei poveri operai .Hai ragione quando parli dei tassisti ,uniti hanno fatto valere loro idee ,NOI non facciamo nulla anche se ci in......no

  • Anonimo

    Tanto per cominciare non sono un sindacalista ma un Gestore che da anni è sul campo e che comunque ha sempre cercato di lottare contro gli abusi perpetrati sui Gestori cercando di far capire che il nemico non è il Gestore che ti sta vicino ma la compagnia . Quando è cominciata sta storia del fai da te nel lontano 97 i tuoi superiori sindacalisti non hanno mosso un dito per fermare questo schifo anzi.
    Devo ammettere che sai scrivere bene infatti è il tuo mestiere abbindolare le persone con tante parole belle ma inutili .Quello che mi fa piacere è che i Gestori hanno capito chi sono le compagnie e le associazioni di categoria e comunque i responsabili di questo genocidio ne risponderanno al momento opportuno davanti al buon DIO perché quello che è stato perpetrato hai danni di poveri cristi che lavorano in una condizione di schiavismo per i tornaconto personali di compagnie e associazioni di categoria .
    Per quanto riguarda il coraggio non mi pare che ne avete molto visto che non avete più fatto una riunione con i Gestori dopo quello che avete firmato combinato perpetrato abusato ...avete paura di reazioni violente......tranquilli siamo persone calme e oneste altrimenti non eravate ancora li

  • rob

    buondì a tutti,
    nonostante io creda che la polizia dovrebbe avere altre priorità d'intervento, è anche vero che ci vanno due minuti a dir tanto a inviare i prezzi, c'è una legge che recita ciò, per evitare sanzioni non ci va molto per quanto riguarda i prezzi, si espone quelli che sono praticati, il cartello con il differenziale self-servito sulla strada, e si inviano al sito...non ci va molto.... ma ripeto, credo che ci siano altre priorità..

  • GIOVA  - Bla bla bla

    Buongiorno a tutti, anche io come Rob penso che la polizia dovrebbe avere altre priorità nei controlli, ma visto che la legge ormai esiste...
    Ad inviare i prezzi al sito ci vogliono si e no due minuti e si sa che chi ha due tipologie di prezzo sul piazzale le deve segnalare tutte e due....
    Se poi come sempre c'è qualcuno che si crede più bravo e più furbo degli altri.... il Gestore dell'impianto vicino a me sono due anni che espone solo il prezzo in "self", lasciando così a bocca aperta i clienti che si fermano al "servito" e trovano ben altri prezzi...........
    Io non sono un sindacalista, ma almeno qui in Toscana devo dire che hanno lavorato bene e ci hanno dato una grossa mano ad andare ancora avanti.....
    SALUTI A TUTTI !!!!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: